Movies - Other

Albert e l'uomo nero s1e1 3[VhsRip XviD Ita][TnTvillage org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
Albert e l'uomo nero s1e1 3[VhsRip XviD Ita][TnTvillage org]

Free and Direct Download with Usenet.nl 300GB+ free


Torrent info

Name:Albert e l'uomo nero s1e1 3[VhsRip XviD Ita][TnTvillage org]

Total Size: 2.02 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 1

Leechers: 1

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2010-10-05 17:15:06 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-28 15:45:10





Torrent Files List


01_Albert_e_l'uomo_nero.avi (Size: 2.02 GB) (Files: 3)

 01_Albert_e_l'uomo_nero.avi

657.38 MB

 02_Albert_e_l'uomo_nero.avi

686.07 MB

 03_Albert_e_l'uomo_nero.avi

725.11 MB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

Albert e l'uomo nero s1e1-3[VhsRip-XviD-Ita][TnTvillage.org]

----- Titolo -----
******************

Albert e l'uomo nero (1976)

------------- Dati tecnici ------------------
***********************************************

Titolo: Albert e l'uomo nero
Episodi: 3
1. Domenica 21 marzo, ore 20.45, Rete 1 (62?)?
2. Martedì 23 marzo, ore 20.45, Rete 1 (60?)?
3. Domenica 28 marzo, ore 20.45, Rete 1 (62?)

Nazionalità: Italia
Anno: 1976
Genere: Sceneggiato
Regia: Flaminio Bollini;
Produzione: Rai
Data di uscita:1975

------------- CAST --------------------------
***********************************************
Regia: Dino B. Partesano; assistente alla regia: Adriana Cinquegrani; sceneggiatura: Massimo Felisatti, Fabio Pittorru; scenografia: Mario Fiorespino; assistente alla scenografia: Annamaria Formicola Visconti; arredamento: Luigi Olduini; luci: Angelo Sciarra; capo squadra tecnica: Tullio Soviero; primo controllo camere: Raffaele D?Orta; assistente di studio: Ivio Pasquale Abbate; primo cameraman: Florido Varzi; cameramen: Antonio Baldoni, Giandomenico De? Medici; tecnico audio: Bernardo Piccone; fotografia (riprese filmate): Ugo Piccone; operatori (riprese filmate): Luigi Verusio, Ennio Zincone; assistente operatore (riprese filmate): Stanislao Pollice; tecnico audio (riprese filmate): Sabino Di Matteo; organizzatore delle riprese filmate: Giorgio Scoppa; costumi: Guido Cozzolino; interpreti: Claudio Cinquepalmi (Albert), Nando Gazzolo (Marco Vandelli), Maria Grazia Grassini (Teresa Vandelli), Franco Graziosi (Giorgio Marni), Susanna Martinkova (Hilde Hubner), Carlo Simoni (commissario Gandini), Cristina Gajoni (Agata), Ivana Monti (Caterina Martinetto), Franco D?Amato (maresciallo Caudani), Ignazio Pandolfo (giudice Melandri), Ezio Sancrotti (Renato Farini), Luigi Uzzo (Aldo Guglielmi), Diego Viganò (commissario Viganò), Giulio Adinolfi (agente Fiore), Cristiana Visentin (Cristiana), Alberto Amato, Enrico Di Domenico, Guido Tramontano (agenti), Carlo Babini, Stefano Betti, Sandra Cecchini, Giuseppe Pomicetti (bambini); montaggio riprese filmate: Gianni Di Raimondi, Orlando Marino; musiche: Franco Micalizzi; assistente musicale: Alfredo Quaranta; missaggio: Giuseppe Vellecco; effetti sonori: Mario Macchiaroli; grafica: Dino Di Santo; segretaria di produzione: Flavia Montenovi; delegato alla produzione: Giuseppe Borrelli.

------------- TRAMA --------------------------
***********************************************
:::->Trama <-::: (Attenzione: SPOILER)
1. Ambientata a Savarna, presso Ravenna, la vicenda ruota attorno alla figura di un?industriale, Marco Vandelli, e alla sua famiglia. La prima moglie dell?uomo è morta anni prima, e il piccolo Albert, un bambino solitario ma sveglio, è stato cresciuto da Teresa, la sorella del padre; questi si è risposato con Elisabetta, una giovane donna che lo ha aiutato finanziariamente nei suoi affari. Una mattina, mentre Marco si trova all?estero per lavoro, la serenità della famiglia viene sconvolta dall?assassinio della giovane matrigna, il cui cadavere ? privo delle scarpe ? viene trovato da Albert in un canale. Al commissario Gandini, accorso a villa Vandelli per le indagini, il ragazzo fa strani discorsi circa presunti ?avvertimenti? che l?uccisa avrebbe ricevuto qualche tempo prima, e ?messaggi? da parte di extraterrestri (si tratta, verosimilmente, di voci confuse che egli ha captato con una radio e inciso con un registratore a bobine, apparecchi di cui è appassionato), l?ultimo dei quali lasciatogli da un certo ?uomo nero?, un misterioso figuro che si sarebbe aggirato per casa la notte del delitto. Il commissario, dando scarso peso alle affermazioni di Albert, ipotizza di attribuire il delitto a un ladro vistosi scoperto: c?è però, a non far quadrare i conti, l?enigma delle scarpe scomparse. Ai funerali della giovane uccisa, la sorella di quest?ultima, Caterina Martinetto, accusa Marco ? nel frattempo rientrato dalla Germania ? di aver assassinato la moglie per motivi di interesse e di avere una tresca con la sua segretaria tedesca, Hilde Hubner. Marco prega Giorgio Marni, suo amico e dipendente, di aiutarlo confermandogli l?alibi: la notte del delitto egli in realtà non era in Germania, come ha dichiarato alla polizia, ma era già rientrato a Ravenna: l?amico, pur raccomandandogli prudenza, acconsente. Marco deve ripartire per la Germania, ma l?auto con cui Teresa lo accompagna all?aeroporto si ferma inspiegabilmente, costringendo i due a farsi ospitare per la notte presso un conoscente. Quella stessa notte il misterioso ?uomo nero? si presenta alla villa; Albert, terrorizzato, bussa alla porta della domestica Agata, ma la ragazza non c?è. L?indomani mattina Marco e la sorella, riaccompagnati a casa, cercano il ragazzo, che pare scomparso; ritrovato nel caminetto dove si era nascosto la notte prima, Albert racconta l?accaduto, ma non viene creduto; afferma altresì di non aver trovato Agata in camera sua, ma la domestica nega sdegnata. A parziale conferma del racconto del ragazzo, la sua stanza viene trovata a soqquadro; inoltre, il registratore e i nastri incisi ? tranne uno, quello con il messaggio dell??uomo nero? ? sono spariti (verranno poi ritrovati, anche se ormai inutilizzabili, nel canale, poco distanti dalle scarpe di Elisabetta). Albert comunica al commissario altre sue scoperte: Agata ha un amante, un cameriere di nome Renato, con cui si vede regolarmente; le famose scarpe della matrigna, poi, la mattina della scoperta del delitto erano nel caminetto del soggiorno, ma poco dopo erano sparite. Viene quindi appurato che l?auto di Teresa era stata manomessa: probabilmente qualcuno intendeva impedire la partenza di Marco per Francoforte. L?industriale trova poi la cassaforte aperta: i suoi preziosi progetti sono al loro posto, mentre è scomparso un costosissimo dipinto di Van Gogh.??2. Il commissario Gandini, chiamato da Marco, accorre a casa Vandelli, dove gli vengono esposti gli ultimi sviluppi della vicenda; il furto, sostiene Vandelli, potrebbe essere stato commesso giorni prima, dal momento che la cassaforte non è stata controllata da almeno due settimane. Interrogata dal commissario circa i suoi rapporti con l?amante, tal Renato Farini, Agata lo scagiona, rivelando che l?uomo lavora al ?Gambrinus?, un locale di Ravenna. Interrogato a sua volta, anche Farini nega ogni addebito, sostenendo di non essersi mosso, la notte del delitto, dal luogo di lavoro. Albert scopre un varco nella siepe attorno alla villa, dal quale è convinto di aver visto un uomo scappare. Le indagini intanto appurano che la cassaforte non è stata forzata, bensì aperta con le chiavi; Marco, temendo che qualcuno possa aver copiato i suoi progetti, si appresta a partire per la Germania per chiudere i contratti, benché il commissario esiti a lasciarlo partire; oltretutto adesso pesa sull?ingegnere anche la denuncia per omicidio presentata da Caterina. Quella notte l??uomo nero? torna alla villa; Albert, dopo aver invano tentato di svegliare Teresa (si saprà in seguito che la donna è stata drogata), viene aggredito dal misterioso individuo, ma riesce a fuggire in strada, dove è soccorso dal commissario Gandini che, con il maresciallo Caudani, sta perlustrando la zona; dell?intruso si sono però perse le tracce. Il mattino dopo viene trovato, riverso su una panchina, il cadavere di Agata, assassinata quella notte; Gandini inizia perciò a convincersi che i racconti di Albert possano essere in parte veritieri. Insospettito dal tenore di vita di Farini, spropositato rispetto al suo stipendio di cameriere, il commissario fa perquisire l?abitazione dell?uomo, dove vengono trovate le copie delle chiavi di villa Vandelli e della cassaforte: Farini viene quindi fatto ricercare per furto. Marco, rientrato nel frattempo dalla Germania e informato degli ultimi fatti (le intrusioni dello sconosciuto, l?assassinio di Agata), intende portare via il figlio dalla villa, ma il commissario lo informa che non può ripartire: la sua presenza è necessaria per le indagini. Farini, nel frattempo, è intercettato da una volante della polizia, ma riesce a sfuggire all?arresto. ??3. Mentre le indagini proseguono, Albert cerca un nascondiglio sicuro per il suo prezioso nastro, quello con il ?messaggio alieno?; un gruppo di coetanei gli mostra poi un uomo con gli occhiali scuri, che Albert ha già visto intorno alla villa, mentre si allontana: secondo i ragazzi, sarebbe stato proprio quell?uomo ad aprire il varco nella siepe. Albert, accompagnato dal padre a Ravenna a comprare un nuovo registratore, vede l?uomo misterioso ? quello cioè che ha più volte visto aggirarsi nei dintorni di casa sua ? e lo segue. L?uomo, segnalato dal ragazzo al commissario Gandini come autore di ripetute intrusioni nella villa, nega dapprima ogni accusa, poi ammette di essere un detective, di nome Aldo Guglielmi, incaricato da Caterina Martinetto di raccogliere prove contro l?ingegner Vandelli; tra le sue scoperte, il fatto che quest?ultimo fosse, la notte del delitto, a Ravenna in compagnia della sua segretaria Hilde ? tra i due, ormai è evidente, c?è una relazione affettiva ? anziché in Germania come dichiarato alla polizia. Gandini, pur convinto che l?assassino sia Renato Farini, non può sorvolare sulla falsa testimonianza resa da Marco e avallata da Giorgio Marni, e decide di tenere d?occhio i due uomini. Albert rivela quindi al commissario di aver intercettato, tempo prima, una conversazione tra Farini e Agata in cui si accennava alla ?draga?, fornendo così alla polizia un?importante indicazione: proprio alla draga, infatti, Farini è arrestato mentre tenta di vendere il Van Gogh rubato. Interrogato, l?uomo ammette il furto del quadro, commesso con l?aiuto di Agata, ma nega di aver ucciso. Quella notte l??uomo nero? si ripresenta alla villa; aggredito Albert nel sonno, il misterioso figuro pretende la consegna del nastro registrato. Sopraggiunge però la polizia, che circonda la villa: l??uomo nero?, catturato, si rivela essere l?insospettabile amico di famiglia Giorgio Marni. Gli inquirenti, risolto il caso, riassumono così l?intricata vicenda: Marni, frustrato dalla propria condizione di subalterno e invidioso del successo di Vandelli, aveva architettato un piano ingegnoso per sottrargli i progetti, che intendeva rivendere a un?industria tedesca; sorpreso da Elisabetta mentre incideva su un nastro il contenuto dei documenti, si era visto costretto a ucciderla e a occultarne il cadavere, dimenticando però la bobina nella villa; Albert, trovando e nascondendo il nastro (da lui considerato un ?messaggio dagli extraterrestri?), aveva costretto l?assassino a ritornare più volte alla villa nel tentativo di recuperare la preziosa registrazione. Marni aveva poi eliminato anche la domestica Agata, al corrente di troppe cose. L?ingegner Vandelli, conclusa l?inquietante vicenda, può finalmente partire con Albert e Hilde per l?Olanda, dove venderà i suoi progetti.

[Maggiorni informazioni su Tntvillage.org]

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu