Horror

[2 x DVD9 ITA ENG sub ITA ENG] La Casa (The Evil Dead) special edition [Skart]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
[2 x DVD9 ITA ENG sub ITA ENG] La Casa (The Evil Dead) special edition [Skart]

Free and Direct Download with Usenet.nl 300GB+ free


Torrent info

Name:[2 x DVD9 ITA ENG sub ITA ENG] La Casa (The Evil Dead) special edition [Skart]

Total Size: 10.62 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2016-08-03 03:37:01 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-28 06:52:25





Torrent Files List


[DVD9 ITA ENG - sub ITA ENG] L4 C4S4 (TH3 3V1L D34D) special edition DVD 2 [Skart] (Size: 10.62 GB) (Files: 105)

 [DVD9 ITA ENG - sub ITA ENG] L4 C4S4 (TH3 3V1L D34D) special edition DVD 2 [Skart]

  VIDEO_TS

   VIDEO_TS.BUP

26.00 KB

   VIDEO_TS.IFO

26.00 KB

   VTS_01_0.BUP

28.00 KB

   VTS_01_0.IFO

28.00 KB

   VTS_01_0.VOB

151.93 MB

   VTS_01_1.VOB

22.95 MB

   VTS_02_0.BUP

60.00 KB

   VTS_02_0.IFO

60.00 KB

   VTS_02_1.VOB

1.00 GB

   VTS_02_2.VOB

1.00 GB

   VTS_02_3.VOB

1.00 GB

   VTS_02_4.VOB

730.46 MB

   VTS_03_0.BUP

18.00 KB

   VTS_03_0.IFO

18.00 KB

   VTS_03_0.VOB

154.00 KB

   VTS_03_1.VOB

94.99 MB

   VTS_04_0.BUP

18.00 KB

   VTS_04_0.IFO

18.00 KB

   VTS_04_0.VOB

154.00 KB

   VTS_04_1.VOB

65.53 MB

   VTS_05_0.BUP

18.00 KB

   VTS_05_0.IFO

18.00 KB

   VTS_05_0.VOB

154.00 KB

   VTS_05_1.VOB

47.29 MB

   VTS_06_0.BUP

18.00 KB

   VTS_06_0.IFO

18.00 KB

   VTS_06_0.VOB

154.00 KB

   VTS_06_1.VOB

22.02 MB

   VTS_07_0.BUP

18.00 KB

   VTS_07_0.IFO

18.00 KB

   VTS_07_0.VOB

154.00 KB

   VTS_07_1.VOB

23.58 MB

   VTS_08_0.BUP

18.00 KB

   VTS_08_0.IFO

18.00 KB

   VTS_08_0.VOB

154.00 KB

   VTS_08_1.VOB

23.24 MB

   VTS_09_0.BUP

18.00 KB

   VTS_09_0.IFO

18.00 KB

   VTS_09_0.VOB

154.00 KB

   VTS_09_1.VOB

23.77 MB

   VTS_10_0.BUP

26.00 KB

   VTS_10_0.IFO

26.00 KB

   VTS_10_0.VOB

154.00 KB

   VTS_10_1.VOB

463.15 MB

   VTS_11_0.BUP

20.00 KB

   VTS_11_0.IFO

20.00 KB

   VTS_11_0.VOB

154.00 KB

   VTS_11_1.VOB

305.05 MB

   VTS_12_0.BUP

30.00 KB

   VTS_12_0.IFO

30.00 KB

   VTS_12_0.VOB

154.00 KB

   VTS_12_1.VOB

774.71 MB

   VTS_13_0.BUP

18.00 KB

   VTS_13_0.IFO

18.00 KB

   VTS_13_0.VOB

154.00 KB

   VTS_13_1.VOB

47.28 MB

   VTS_14_0.BUP

18.00 KB

   VTS_14_0.IFO

18.00 KB

   VTS_14_0.VOB

154.00 KB

   VTS_14_1.VOB

4.53 MB

   VTS_15_0.BUP

28.00 KB

   VTS_15_0.IFO

28.00 KB

   VTS_15_0.VOB

154.00 KB

   VTS_15_1.VOB

17.92 MB

   VTS_16_0.BUP

18.00 KB

   VTS_16_0.IFO

18.00 KB

   VTS_16_0.VOB

154.00 KB

   VTS_16_1.VOB

3.27 MB

   VTS_17_0.BUP

18.00 KB

   VTS_17_0.IFO

18.00 KB

   VTS_17_0.VOB

154.00 KB

   VTS_17_1.VOB

3.04 MB

   VTS_18_0.BUP

26.00 KB

   VTS_18_0.IFO

26.00 KB

   VTS_18_0.VOB

154.00 KB

   VTS_18_1.VOB

10.67 MB

 [DVD9 ITA ENG - sub ITA ENG] L4 C4S4 (TH3 3V1L D34D) special edition DVD 1 [Skart]

  VIDEO_TS

   VIDEO_TS.BUP

12.00 KB

   VIDEO_TS.IFO

12.00 KB

   VTS_01_0.BUP

28.00 KB

   VTS_01_0.IFO

28.00 KB

   VTS_01_0.VOB

215.32 MB

   VTS_01_1.VOB

23.99 MB

   VTS_02_0.BUP

58.00 KB

   VTS_02_0.IFO

58.00 KB

   VTS_02_1.VOB

1.00 GB

   VTS_02_2.VOB

1.00 GB

   VTS_02_3.VOB

1.00 GB

   VTS_02_4.VOB

1.00 GB

   VTS_02_5.VOB

540.80 MB

   VTS_03_0.BUP

18.00 KB

   VTS_03_0.IFO

18.00 KB

   VTS_03_0.VOB

154.00 KB

   VTS_03_1.VOB

69.71 MB

 Book

  1.jpg

819.92 KB

  2.jpg

1.82 MB

  3.jpg

1.73 MB

  4.jpg

1.77 MB

  5.jpg

1.57 MB

  6.jpg

1.87 MB

  7.jpg

1.90 MB

  8.jpg

1.92 MB

  9.jpg

846.56 KB

 Cover

  dvd 2.jpg

1.20 MB

  dvd box cover.jpg

2.19 MB

  dvd 1.jpg

1.15 MB
 

tracker

leech seeds
 

Torrent description

Dk. Skart's Release.... only good torrent!!!!

More info @: http://forum.tntvillage.scambioetico.org/tntforum/index.php?showtopic=154072#





[2 x DVD9 ITA ENG - sub ITA ENG] La Casa (The Evil Dead) special edition [Skart]


POSTER



<<La casa, spesso vista come un luogo di protezione per tutti coloro che vi abitano e ne cercano il “caldoabbraccio”,
pu? invece diventare luogo di indicibili orrori e quindi non pi? sicuro.>>





Finalmente una versione italiana degna delle attese dei molti fans del film di culto di Raimi,
nonch? sua opera prima. La CDE ci presenta un'edizione in due dischi nei quali possiamo
gustarci sia il titolo restaurato che quello originale. Nel primo caso il video risulta un p?
granuloso ed i colori spenti, sintomo degli anni e dell'amatorialit? della pellicola; in compenso
graffi e spuntinature sono praticamente assenti, per cui lo sforzo profuso non ? stato vano.
L'audio ? abbastanza chiaro e pulito e l'opzione Dolby Digital 5.1 ? degna di nota. La sezione
dei contributi speciali ? allettante, partendo dalla presentazione hollywoodiana della versione
restaurata con la partecipazione del produttore Tapert e delle attrici Tilly e Baker. Il dietro le
quinte ci regala anche qualche scena alternativa eliminata in fase di montaggio, mentre il
documentario "Discovering Evil Dead" ripercorre le tracce del successo del film attraverso le
parole dei tecnici. Un curioso test di decomposizione ci accompagna nel mondo
deglieffettispeciali, mentre diversi trailers, spot televisivi, gallerie fotografiche, commenti audio e
un bellissimo libretto, in cui vengono narrati diversi dettagli tecnici sulla realizzazione del film,
fanno da collante a questa edizione che ogni aficionados de La Casa non dovrebbe lasciarsi sfuggire.


PACKAGE


DVD1

Format: DVD9
Size: 4.83 GB
Film: Versione Restaurata - 1.78:1 - 16/9 anamorfico - restore version
Languages: italiano DD 5.1, italiano 1.0, English 2.0
Subtitles: italiano, english, italiano per non udenti
Data Compression: nessuna, copia 1:1 - nothing, 1:1 copy
Extra: trailer originale, commento audio di Raimi e del produttore Tapert (con e senza sottotitoli), commento audio di Bruce Campbell (con e senza sottotitoli)



DVD2

Format: DVD9
Size: 5.77 GB
Film: Versione Originale - 1.33:1 - 4/3 - Originasl Version
Languages: italiano originale 1.0, inglese originale 1.0
Subtitles: italiano, inglese, italiano per non udenti
Data Compression: nessuna, copia 1:1 - nothing, 1:1 copy
Extra: presentazione della versione restaurata, dietro le quinte e scene alternative, test di decomposizione, discovering Evil Dead, gallerie fotografiche, trailers e spot televisivi


IL TORRENT CONTIENE ANCHE LE SCANSIONI DELLE COVER E IL BOOKLET



Original Title: The Evil Dead
Titolo Italiano: La Casa
Nation: USA
Year: 1981
Genre: Horror / Splatter
Direction: Sam Raimi
Subject: Sam Raimi
Scrennplay: Sam Raimi
Productor: Robert Tapert
Executive Productor: Bruce Campbell, Sam Raimi, Robert Tapert
House Of Production: Renaissance Pictures
Fotography: Tim Philo
Assembling: Edna Ruth Paul
Special Effect: Bart Pierce, Sam Raimi
Music: Joe LoDuca
Make Up: Tom Sullivan




CAST

* Bruce Campbell: Ashley "Ash" J. Williams
* Ellen Sandweiss: Cheryl
* Richard Demanicor: Scott "Scotty"
* Betsy Baker: Linda
* Teresa Tilly: Shelly



TRAMA (Italiano)

Cinque ragazzi, Ash (Bruce Campbell), Scott (Hal Delrich), Cheryl (Ellen Sandweiss), Linda (Betsy Baker) e Sally (Sarah York), si recano a trascorrere un week-end in uno chalet di montagna. Arrivati a destinazione, il primo ad entrare ? Scott, che trova la chiave sullo stipite della porta d'ingresso, mentre gli altri quattro scaricano i bagagli dall'auto. Sul far della sera cominciano a manifestarsi i primi avvenimenti soprannaturali: Cheryl infatti, mentre ritrae su di un foglio l'orologio a pendolo posto in casa, viene come posseduta da una forza oscura che la costringe a rovinare il disegno con la punta della matita.
Quando cessa si ritrova davanti ad una strana figura i cui contorni sono definiti dai fregacci della matita. Poco dopo mentre stanno cenando, si spalanca la botola della cantina. Deciso a saperne di pi?, Scott scende per controllare, seguito poi da Ash. I due non trovano nulla che possa aver spalancato la botola, ma in compenso, si portano di sopra un registratore a nastro ed uno strano libro. Sul nastro ? incisa la voce di un uomo, un archeologo, che afferma di aver fatto un'interessantissima scoperta tra le rovine del castello di Candar. Ha infatti preso possesso di un libro, il Necronomicon ex Mortes (Libro della Morte), che consente di riportare in vita spiriti, demoni e defunti. Per documentare il tutto, il professore ha incautamente pronunciato e registrato le formule contenute nel libro, forse pensando a comuni superstizioni, risvegliando il demone che riposava in esso (il cosiddetto "evil dead", traducibile in "malvagio defunto" o "morto maledetto"), che con un tranello attira all'esterno della casa Cheryl per farla aggredire e stuprare dagli alberi. Ritornata dentro, la ragazza vuole andarsene e si fa accompagnare da Ash, ma i due si accorgono con orrore che il ponte ? crollato.
Al loro rientro Cheryl viene invasata dallo spirito; dopo una cruenta lotta la posseduta viene rinchiusa in cantina. Non passa molto per? che anche Sally viene posseduta dal demone di Candar, ma ? quasi subito fatta a pezzi. Scott parte alla ricerca di un sentiero alternativo, su per la montagna, per andarsene. Anche Linda viene posseduta ma abbandonata in poco tempo. Ash tira un sospiro di sollievo quando poi sente la voce di Cheryl provenire dalla botola che dice di stare bene e chiede che le venga aperto il lucchetto. Ma non appena Ash si avvicina entrambe vengono possedute di nuovo. Linda viene decapitata e seppellita mentre Cheryl riesce ad uscire. Scott ritorna, ma ? gravemente ferito e muore poco dopo per essere anche lui posseduto dal demone e quindi eliminato. Ad Ash non resta che gettare il libro nel fuoco (idea suggerita dalla voce registrata) dopo una lunga lotta finale contro i due mostri. Gli invasati, dunque, si consumano in pochi minuti. Ash esce dalla casa e vede sorgere il sole, ma qualcosa lo aggredisce alle spalle. Il film si conclude con la faccia spaventata di Ash l'urlo che esprime il suo terrore... (Fonte: wikipedia)


PLOT (English)

Five Michigan State University students venture into the hills and mountains of Tennessee to spend a weekend in an isolated cabin. There they find the Book of the Dead (a Babylonian and Sumerian text, unrelated to the Egyptian Book of the Dead), otherwise known as the Naturon Demonto (renamed the Necronomicon Ex-Mortis in the sequels). While searching the basement of the cabin, the students find and play a tape recording of demonic incantations from the book, unwittingly resurrecting the slumbering demons that thirst for revenge. The characters are then possessed one by one, beginning with Cheryl (Sandweiss) after she is lured into the forest by the Evil Force at night. Alone and far from the safety of the cabin, the woods come alive in a snake-like fashion and Cheryl is brutally raped by the evil force in sequences of intense, bloody violence and horrifying voice-overs. Cheryl makes it home to the cabin but nobody believes her. Her brother, Ash, then decides to drive her into town where she can stay the night. They discover that the only road bridge is completely destroyed and the supports are bent into the shape of a hand. Soon thereafter, Cheryl becomes a demon and stabs Linda in the ankle with a pencil. They lock her in the fruit-cellar, but afterward Shelly becomes possessed and attacks Scotty, who dismembers her with an axe. They wrap the dismembered body-parts in a blanket and bury them, after which Scotty leaves to find a trail out of the woods.
Ash goes to check on Linda, but finds her to be possessed also. Scotty returns, but has suffered massive injuries inflicted by the trees. Before losing consciousness he tells Ash there is a trail in the woods. After Linda tricks Ash by (seemingly) returning to normal, Ash drags her outside. He goes back to check on Scotty, but finds that he died from his injuries. Linda later returns and tries to stab Ash, but she is stabbed through the chest by a dagger. Ash drags her outside to cut her up with a chainsaw, but finds that he cannot bring himself to do it, and simply buries her instead. She rises from the grave and, after a violent struggle, Ash beheads her with a shovel. He returns to find the cellar door flown open. He hears a noise from Shelly and Scott's bedroom. With the shotgun, he goes in to investigate and suspects Cheryl may be in the closet. Cheryl jumps at the window of which a demon had earlier broken through to possess Shelly and tries to take the shotgun from Ash, grabbing at it wildly. Ash shoots her in the chest, but it seems to have no effect. Ash then proceeds to barricade both the front and back doors. He runs back into the cellar to find a box of shotgun shells and experiences a strange series of events including the cellar filling with blood and hearing illusive voice-overs in his mind. Cheryl tries to attack Ash through the door, but he shoots her and then slides a bookshelf in front of the door.
Meanwhile, Scotty's dead body suddenly revives to reveal that the evil spirits have now possessed him as well, only to have his eyes gouged out by Ash after a brief struggle. Ash notices that The Book of the Dead has fallen near the fireplace and is starting to burn. Ash notices that Scotty's body is starting to burn as well, giving an allusion that disposal of the book into the fire will also destroy the demons. Before he can reach it, however, Cheryl successfully breaks in through the front door and easily knocks him to the floor. Scotty then pins Ash to the floor while Cheryl grabs a fireplace poker and repeatedly hits Ash in the back with it. Ash manages to grab the book after several attempts, using the necklace he had given to Linda earlier in the film, and throws it directly into the blazing flames just as Cheryl raises the fireplace poker to hit him again. The demons immediately stop, almost completely inanimate, and begin to rot away as dawn breaks, leaving Ash to be the only survivor. He heads outside and stands there for a while, thinking he has survived the ordeal; but the last remaining demon in the forest behind the cabin speeds through the forest, breaks its way through the cabin doors, and we see Ash turning around, screaming in terror, just as the Evil attacks him.
The credits instantly start to play along with some creepy, yet cheery vaudeville style music that later fades into an echo. (WIKIPEDIA)




RECENSIONE (italiano)

Indimenticabile cult-movie degli anni 80', punto di riferimento di numerosi registi che ne hanno rielaborato e sviluppato pi? o meno bene le tematiche, "La Casa" fa parte di quel ristretto gruppo di horror per antonomasia, puro nel suo genere, nell'approccio stilistico, nonch? nell'elaborazione dei contenuti. Cinque ragazzi affittano un'isolata baita di montagna, stranamente sottocosto, che gi? a prima vista non sembra promettere nulla di buono. La sera del loro arrivo trovano nella cantina un libro di epoca sumera, “Il Libro della Morte”, scritto con sangue umano su pelle umana, ed un vecchio registratore sul quale vi ? incisa la voce di un anziano studioso di antropologia. Il professore, oltre a rivelare alcune orribili scoperte da lui fatte sul libro, ne recita le formule magiche che dovrebbero risvegliare gli antichi demoni di cui parlava. Da quel momento si scatener? l'inferno per i cinque malcapitati, in un delirio di orrore che ha pochi pari nella storia del cinema. Icona del cinema horror, "La Casa" racchiude in s? tutta una serie di peculiarit? che lo hanno reso uno dei cult-movie pi? apprezzati (e temuti) di tutti i tempi. Il merito va soprattutto a Raimi, allora appena 23enne, capace di mettere immediatamente in mostra il suo talento registico sfruttando e rielaborando elementi comuni non solo ad altri film horror, ma a tutti i i meccanismi di spavento pi? tipici di ogni essere umano. Il risultato ? un horror realizzato con pochissimi mezzi in poche settimane, che ha creato un filone ed ha turbato i sogni di centinaia di adolescenti.
Non passa certo inosservato il fondamentale apporto di Bruce Campbell, amico di scuola del regista, con una interpretazione che lo render? celebre ed ammirato da una folta schiera di fans dell’orrore. Ma andiamo con ordine. Il film pu? essere analizzato in due tronconi distinti, ovviamente legati tra loro da un ritmo narrativo molto progressivo ed estremamente efficace. La prima parte ? basata sulla costruzione dell'orrore, creando un'atmosfera incredibilmente minacciosa e suggestiva utilizzando alcuni degli elementi pi? semplici e tipici in questo genere. Pensiamo alla casa isolata, con tanto di orologi che si fermano stranamente e botole che si aprono da sole, al bosco, alla cantina, al libro: sono veri e propri archetipi del terrore universale insiti da sempre in ognuno di noi, che il giovane regista americano usa con grande maestria, senza banalizzarne i significati. Ci? nonostante, soprattutto in questa prima parte, il punto di ispirazione e di riferimento sembra abbastanza evidente, e neanche troppo velato: H.P. Lovecraft! Tutta la costruzione narrativa della sceneggiatura, compreso soprattutto il riferimento al libro (guarda caso dei non-morti, ovvero Necronomicon) trasuda Lovecraft da tutti i pori, tant'? vero che a tratti "La Casa" sembra davvero un affettuoso e divertito omaggio al grande maestro di Providence. Le colline autunnali che fanno da scenario al film sembrerebbero proprio i temuti boschi del Vermont, che a volte compaiono nei racconti Lovecraftiani; e poi lo studioso, il libro, le formule magiche in un misterioso linguaggio risalente all'antichit?, quel senso di continua e oscura minaccia che grava attorno la baita.
Il totale annichilimento dei protagonisti che sono man mano vittime (possedute) delle presenze demoniache del luogo, lascia lo spettatore in uno stato di tensione fortissima, febbrile, con un susseguirsi di colpi di scena e azione davvero esemplare. In “La Casa” l'uomo ? vittima della sua curiosit?, e soprattutto della sua superficialit?; un insignificante burattino nelle mani di millenarie e orripilanti forze oscure che riposavano in un sonno senza sogni da troppo tempo, pronte a liberare appieno tutta la loro inimmaginabile malvagit?. Passando alla seconda parte notiamo invece qualcosa a cui Lovecraft non avrebbe potuto pensare, o almeno non con questo approccio: lo splatter. Gli effetti speciali “caserecci“ sono efficacissimi, e Raimi gioca continuamente al rialzo con il Gran-Guignol: l? dove sembrava essere arrivati al culmine del raccapriccio e del disgusto, ecco che affiora un incubo anche peggiore, in un tripudio di decapitazioni, smembramenti, carni ustionate ed affini. Tutto ci? senza mai essere fine a se stesso, con il preciso intento di proiettare lo spettatore in un vero e proprio inferno terrestre, in un continuo spingere sull’acceleratore della claustrofobia e della tensione, andare oltre il limite dove nemmeno le pi? distorte menti malate sarebbero giunte. Sembra strano a dirsi ma un elemento comune a tutto questo turbinio di sangue e liquidi organici ? l'umorismo. Un umorismo sottile, velato, non parodistico ma estremamente macabro e cartoonesco; sar? questa una caratteristica che accompagner? tutta la trilogia della Casa (completata da "La Casa 2" e "L' Armata della tenebre"). Il povero Ash (Bruce Campbell), non sa proprio cos'altro aspettarsi dagli orribili demoni che lo perseguitano, ma non cede mai. Il regista lo pone come elemento cardine nel susseguirsi della vicenda; una sorta di “Paperino” dell'orrore, coraggioso nel suo continuo cercare imperterrito un via di scampo o un sistema pi? efficace per fronteggiare l'orda infernale che gli si ? riversata contro. Memorabili (e tragi-comiche) le conseguenze che dovr? subire per il suo coraggio, con disgustosi bagni di sangue, morsicature, e violenze di ogni tipo. Su tutto ci? svettano le indiscutibili doti di Raimi, che mostra una padronanza del montaggio e dell'uso della m.d.p. davvero notevole. Un marchio di fabbrica che lo distinguer? anche in seguito sar? la celeberrima sequenza con la m.d.p. in movimento rasoterra, mostrandoci la visuale del demone in corsa. Pur non essendo affatto nuova l'idea di mostrare allo spettatore ci? che vede il mostro (o l'assassino) di turno, Raimi personalizza questa nota tecnica spostando la macchina molto velocemente (oscillando), correndo dietro alla vittima mentre quest'ultima si gira alle sue spalle pi? volte inorridita. Anche qui, genialmente, il regista gioca con le nostre paure pi? istintive ed infantili: il sentirci inseguiti, scappare correndo da un inseguitore che ci tallona a pochi passi, che sta quasi per afferrarci. Il tutto scatena un sorta di recondito divertimento e compiacimento, come se in effetti sapessimo che ? tutto un gioco, che non ci succeder? nulla, ma che ? eccitante pensare che non sia cos?. Suggestive anche le riprese al di fuori della casa, in un continuo spiare dai punti di vista pi? insoliti, aumentando sempre pi? il senso di tensione e follia che pervade la pellicola.
Alcune curiosit?: la baita, situata a Morristown, nel Tennesse, incredibilmente non aveva la cantina! Le sequenze che vedono gli attori scendere nella botola sono state effettuate scavando un piccolo fosso nel pavimento in legno della casa. La cantina che vediamo ? proprio quella dell’ abitazione di Sam Raimi, dove si intravede per un attimo un poster strappato di "Le colline hanno gli occhi" (di Wes Craven, 1977). La baita fu misteriosamente bruciata pochi anni dopo l'uscita del film. I due contadini che sul ciglio della strada salutano l'auto con i ragazzi, all'inizio del film, sono Raimi e Rob Tapert, suo collaboratore nelle riprese. Il film doveva inizialmente chiamarsi "Book of Dead", ma il produttore Irvin Shapiro temeva un flop ai botteghini per il riferimento letterario, cos? cambi? il nome in "The Evil Dead". Film dell' "orrore" per eccellenza, “La Casa” continua a trasmettere inalterato il suo fascino quasi fanciullesco, un p? sopra le righe, ma con alle spalle un attenta riflessione sulla paura. Raimi attinge a piene mani da modelli arcinoti ma comunque notevoli nel genere, come “La notte dei morti viventi” (G. Romero), “L’ Esorcista” (W. Friedkin) ed i chiari riferimenti letterari. Il tutto condito con un’overdose di splatter da guinnes dei primati, senza per? mai scadere nel cattivo gusto grazie alle splendide trovate registiche, alla strepitosa prova del fido Bruce Campbell, e soprattutto al suo notevole controllo della tensione e dei colpi di scena. Giustamente pluripremiato (Cannes, New York, Parigi), con un investimento irrisorio ha fatto la fortuna dei suoi autori, e rappresenta indubbiamente un pezzo di storia imprescindibile della cinematografia horror. (Fonte: splattercontainer.com)



INFO

At the end, rest in seed please
Visit www.tntvillage.scambioetico.org
Good download


UPLOAD

500 KBps.... powered By SPG, Speed Peers Group!

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu