Music - Other

Tosca Amore Disperato [2004], [LOSSY MP3 320 kbps] Musical[tntvillage scambioetico org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:Tosca Amore Disperato [2004], [LOSSY MP3 320 kbps] Musical[tntvillage scambioetico org]

Total Size: 141.87 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2016-01-30 10:29:28 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-27 20:00:55




Torrent Files List


02. Libertà (Angelotti).mp3 (Size: 131.75 MB) (Files: 27)

 02. Libertà (Angelotti).mp3

6.67 MB

 03. Vento (Cavaradossi).mp3

9.98 MB

 04. Dio, Dio, Dio (Spoletta, Cardinale, Cavaradossi).mp3

9.22 MB

 05. Luce dei miei occhi (Cavaradossi, Tosca).mp3

10.63 MB

 06. Giuro (Cavaradossi, Tosca, Angelotti).mp3

11.68 MB

 07. Gelosia (Scarpia).mp3

9.71 MB

 08. Per te (Scarpia).mp3

7.78 MB

 09. Mortacci tua (Borgataro, Guardia).mp3

9.38 MB

 10. Se sto vicino a te (Spoletta, Scarpia).mp3

13.13 MB

 11. Il mio uomo (Tosca).mp3

7.30 MB

 12. Accoltellamento (Scarpia, Tosca).mp3

12.78 MB

 13. Oklahoma (Cavaradossi, Tosca).mp3

7.82 MB

 14. Suicidio (Spoletta, Angelotti).mp3

13.05 MB

 Tosca Amore Disperato 001.jpg

192.19 KB

 Tosca Amore Disperato 002.jpg

211.18 KB

 Tosca Amore Disperato 003.jpg

215.50 KB

 Tosca Amore Disperato 004.jpg

191.62 KB

 Tosca Amore Disperato 005.jpg

206.39 KB

 Tosca Amore Disperato 006.jpg

206.50 KB

 Tosca Amore Disperato 007.jpg

204.05 KB

 Tosca Amore Disperato 008.jpg

201.93 KB

 Tosca Amore Disperato 009.jpg

221.05 KB

 Tosca Amore Disperato 010.jpg

215.48 KB

 Tosca Amore Disperato 011.jpg

203.96 KB

 Tosca Amore Disperato 012.jpg

100.22 KB

 Tosca Amore Disperato 013.jpg

137.81 KB

 Tosca Amore Disperato.jpg

169.37 KB
 

tracker

leech seeds
 

Torrent description



Tosca Amore Disperato

Tosca Amore Disperato [2004], [LOSSY MP3 320 kbps] Musical[tntvillage scambioetico org] preview 0


INFO

Titolo: Tosca Amore Disperato
Data di uscita: 16 aprile 2004
Numero tracce: 14
Bitrate: 320 kbps


INTERPRETI




TOSCA: ROSALIA MISSERI

Rosalia Misseri (Modica, 6 luglio 1979) è una cantante e attrice italiana. Sin dalla nascita ha però sempre vissuto a Rosolini (SR). E' un mezzosoprano autodidatta.

La sua vocazione per il canto trova il suo primo sbocco già nella tenera età, come salmista nella parrocchia del suo paese, il "Cuore Immacolato di Maria". Ma la prima grande esperienza comincia nel 2001 quando, a Roma, sostiene con esito positivo i provini per la prima rappresentazione italiana dell'Opera popolare Notre-Dame de Paris di Riccardo Cocciante, venendo scelta per interpretare il ruolo della zingara Esmeralda. Lo spettacolo debutta il 14 marzo del 2002 al Granteatro in Roma, creato appositamente per l'evento, ed in seguito toccherà più volte i Palasport e le Arene d'Italia, Verona compresa, riscuotendo un enorme successo.

Dopo circa 150 repliche, nel 2003 viene scelta come protagonista principale dell'Opera rock Tosca Amore Disperato, tratta dal romanzo di Victorien Sardou ed ispirata alla drammaturgia pucciniana, riadattata in chiave pop, con le musiche e testi di Lucio Dalla. Nello stesso anno é in sala d'incisione per un "progetto musicale di solidarietà tra popoli, culture, religioni, ispirato al libro dei Salmi", prodotto da Multimedia San Paolo, distribuito da Sony Music, e ideato dal gruppo musicale Gen Rosso, costola del movimento dei Focolari. Tale progetto si é concretizzato in un disco dal titolo "Voglio svegliare l'aurora", pop/rock a sfondo religioso con contaminazioni multietniche, e la vede protagonista nell'interpretazione di due brani, "Polvere dell'universo" ed "Angeli".

Dopo le esperienze teatrali, diventa nota anche al pubblico del piccolo schermo grazie alla partecipazione nel 2004 alla serie di trasmissioni musicali "50 canzonissime" condotte da Carlo Conti sulle reti Rai, e nel 2005 al fianco di Pippo Baudo, nella trasmissione "Sabato Italiano", in cui si esibisce per otto puntate come interprete musicale del coro condotto dal maestro Pippo Caruso. Ancora sulla Rai, nell'aprile del 2005 partecipa come cantante alla manifestazione "FamilyFest 2005", il multicongresso mondiale dedicato alle famiglie che costruiscono la pace, assieme agli amici del Gen Rosso, e nell'ottobre ha la splendida opportunità di esibirsi in Piazza San Pietro, in occasione del primo incontro di Papa Benedetto XVI con i bambini.

Nel 2006 fa un salto di qualità quando Andrea Bocelli la sceglie per il suo tour europeo come special pop guest, duettando con lui in brani come "The prayer" e "Somos novios", nelle versioni originariamente interpretate da Celine Dion e Christina Aguilera.

Dopo un lungo periodo di assenza dalle scene, nel 2008 partecipa in veste di concorrente musicale alla trasmissione "Volami nel cuore" condotta da Pupo ed Ernesto Schinella, per 7 puntate il sabato in prima serata su Rai Uno.




CAVARADOSSI: GRAZIANO GALATONE

Graziano Galatone (Palagianello (TA), 8 ottobre 1973) è un cantante e attore teatrale italiano.

Fra le numerose esperienze musicali e teatrali che lo hanno visto impegnato, oltre alle partecipazioni in Fiction di successo come attore protagonista di puntata, l'artista è stato particolarmente apprezzato per aver interpretato dal 2002 fino ad oggi il capitano Febo in Notre-Dame de Paris, nel 2003 il ruolo di Cavaradossi in Tosca Amore Disperato di Lucio Dalla, dal 2006 fino ad oggi il ruolo di Lorenzo il Magnifico nel'Opera "il Principe della Gioventù" di Riz Ortolani. E' autore di musiche e testi inediti.

In scena nel 2009 l'Opera Musical in due atti "Bernadette, il Miracolo di Lourdes", cui cui Galatone è autore. Svolge intensa attività artistica come concertista e docente di seminari e stages nelle materie di Musical e Musica Popolare. Come artista rivendica sempre la sua appartenenza alla terra di Puglia, dal punto di vista artistico e affettivo.





SCARPIA: VITTORIO MATTEUCCI

Vittorio Matteucci (Livorno, 27 maggio 1963) è un cantante e attore italiano. Ama definirsi cantattore per unire in una parola le sue due attività principali, ma è anche autore, doppiatore, insegnante di canto e recitazione.

Il suo amore per il palcoscenico si manifesta già a tre anni, quando è il giovanissimo capo coro dell'asilo. A soli otto anni si trasferisce con la famiglia a Padova, che diventa teatro delle sue prime esibizioni pubbliche che cominciano all'età di diciassette anni nei locali della zona. Dopo tanti anni di gavetta, accompagnati dallo studio approfondito della tecnica musicale senza trascurare la scuola e poi l'università, comincia a farsi conoscere dal grande pubblico accompagnando, con la US Band, le esibizioni di Umberto Smaila. Approda in televisione come vocalist in programmi come Buona Domenica (1993, 1994), La sai l'ultima (1995, 1996), La canzone del secolo (1998), Ciao Mara (1999) e Maurizio Costanzo Show come cantante della band di Demo Morselli in due stagioni.

Ultima apparizione televisiva nella prima edizione di Ballando con le stelle, nel 2005. Contemporaneamente porta avanti alcuni progetti radiofonici e alcune altre cose come l'insegnamento di tecnica musicale e le collaborazioni con la Walt Disney. Per la nota casa produttrice doppia il personaggio di Yao nella parte cantata del film d'animazione Mulan e canta la sigla di George re della giungla. Compone oltre 150 canzoni spaziando su vari generi musicali della tradizione italiana e internazionale. Alcuni suoi brani vengono eseguiti durante le sue serate dal vivo in cui li integra con repertorio swing, napoletano, classico italiano e internazionale. Non abbandona mai i progetti teatrali, sua grande passione; dalle esibizioni giovanili anche nel carcere di Porto Azzurro, all'approdo al musical con il ruolo di Giuda in una produzione padovana di Jesus Christ Superstar e alla prosa con Il tribuno di Mauricio Kagel.

Nel 2002 diventa il perfido arcidiacono Frollo nell'opera moderna Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante che riscuote un successo in tutta Italia e nel 2003 ricopre il ruolo di Scarpia in Tosca Amore Disperato di Lucio Dalla. Dal marzo 2006 interpreta il protagonista Dracula in Dracula Opera Rock della Premiata Forneria Marconi, gruppo rock progressive molto in auge negli anni '70. Dal novembre 2007 passa ad un ruolo diverso: Dante ne La Divina Commedia, l'Opera del Maestro Monsignor Marco Frisina.





SPOLETTA: LALO CIBELLI
Modenese di 51 anni ha all’attivo innumerevoli esperienze musicali. Nel 1991 ha inciso il primo album con il gruppo Bad Timing; dal 1993 si è dedicato alla musica religiosa prima con i Children of morning star e poi con gli Upper and Higher. Con i Nomadi ha suonato per anni, incidendo tre album e prendendo parte a numerosi concerti live. Sono del 2003 l’album Segrè, felicità segreta, con cui unisce musica jazz e poesie di Emilio Rentocchini, e l’opera Tosca, amore disperato con cui gira l’Italia insieme a Lucio Dalla. Dal 2007 interpreta Virgilio nel musical Divina Commedia - L’uomo che cerca l’amore.





ANGELOTTI: ATTILIO FONTANA

Attilio Fontana, 26 anni, romano, esordisce giovanissimo come solista in alcune cover band e nei S.A.T.&B., noto coro pop della capitale diretto da Maria Grazia Fontana. Raggiunge il successo con la band "I ragazzi Italiani", leader vocale del gruppo, partecipa a Sanremo nel '97 e alla trasmissione Domenica In. Cinque album e numerose collaborazioni con artisti come Mike Francis, Leandro Barsotti, Antonio Galbiati e La Pina sottolineano il percorso del suo iter artistico. Reduce da un tour mondiale accanto a Lucio Dalla in USA, Canada, Portogallo, Argentina, decide di lasciare il gruppo per potersi esprimere in un lavoro più personale e completamente nuovo, che lo vede coinvolto, oltre che come solista, anche come autore sia delle musiche che dei testi. A volte intimo e romantico, con forti contrasti deliranti dalle sonorità rock, Attilio, con una band tutta sua, si presenta al pubblico con un nuovo album, il cui primo singolo in uscita é "E tu sei lì".





SIDONIA: ISKRA MENARINI

Inizia a cantare giovanissima nel gruppo Tombstones, la sua musica è molto particolare e anche la sua voce. Il suo repertorio preferito è Aretha Franklyn, Deep Purple, Pink Floyd, Sakamoto. Partecipa all'opera rock di Jimmy Villotti "Giulio Cesare". La sua preparazione artistica matura con vari gruppi, fino ad incontrare, nel 1988, quel piccolo grande genio Lucio Dalla). Inizia a collaborare negli studi con: Dalla-Morandi, Doc di Arbore, Zucchero per le produzioni discografiche, Luca Carboni. Ron, Biagio Antonacci, Patty Pravo e un grande della New-Age: Andrea Centazzo. Partecipa ai balletti nei video musicali di "Attenti al lupo" e "Ciao". Canta un brano di Ciammarughi per il centenario della Swarosky. Si esibisce al Madison Square Garden di New York improvvisando su un brano di Gianni Morandi. Numerose le serate per il Telefono Azzurro e contro la vivisezione. Canta brani di gospel nelle chiese. Negli ultimi tempi si moltiplicano le sue apparizioni televisive al fianco di vari personaggi e nella trasmissione Taratatà, ha partecipato come protagonista cantando da solista un suo brano ("I'm calling you"). La rendono particolare la sua presenza, l'aggressività, la voce e la voglia di cantare




CARDINALE: GABRIEL ZAGNI

Scrive canzoni e suona la chitarra dal 1988. Nei primi anni '90 presenta le proprie canzoni presso il Folkstudio di Giancarlo Cesaroni e in altri locali romani. Nel 1992 entra in contatto con Lucio Dalla con il quale nel 1995 scrive PRENDIMI COSI' che uscirà nel disco di Dalla CANZONI. Dal 1996 al 1999 si stabilisce a New York dove canta i suoi pezzi e le canzoni napoletane in un ristorante italiano e in altri locali. Conosce rappers, chitarristi, dj, artisti e ballerini con i quali collabora. Nel 1998 entra nella band di Arto Lindsay per l'intero tour estivo europeo tra cui l'expo di Lisbona e il Festival Jazz di Lugano. Si esibisce con Arto anche alla gloriosa Knitting Factory e al Tonic di New York. Sempre con Lindsay produce il brano MIRA per l'etichetta indipendente SNOWDONIA e le musiche per il VideoArte TEMPO di Uri Tzaig, artista israeliano presente quell'anno alla Biennale di Venezia. Al ritorno in Italia compone la colonna sonora in stile rinascimentale per uno spettacolo teatrale su Giordano Bruno, IL FUOCO DEL SOLE, con Massimo Ghini e Gianni Musy. Compone le colonne sonore di due cortometraggi italiani: IL FRIGO di L.Banfi e B. Fantini e UNA MONTAGNA DI CAPELLI di G.Galavotti e M.Pettenello. Interpreta 4 ruoli da caratterista (Direttore d'orchestra, Cardinale, Violinista e Messaggero) nel cast originale di TOSCA AMORE DISPERATO, il musical di Lucio Dalla ispirato alla Tosca di Giacomo Puccini. Nel 2005 canta CHAYALIM nel disco della Piccola Banda Ikona, inoltre Franco Califano nel cd NON ESCLUDO IL RITORNO interpreta una sua canzone: SIGARETTE SPENTE. Sempre quell'anno forma un trio musicale insieme ad Attilio Fontana e Antonio Carluccio, gli ORZOSLIP. Con la regia di Lucio Dalla compare nel Pierino e il lupo del 2005 e l'Arlecchino nel 2007. Nello stesso anno interpreta il ruolo del commediante Nicerote nello spettacolo Satyricon diretto da Renato Giordano, con Giorgio Albertazzi e Michele Placido. Nel 2008 è William Hogarth nella Beggar's Opera andata in scena al Comunale di Bologna con Peppe Servillo, Angela Baraldi e Borja Quiza. Gabriel è inoltre disegnatore, grafico web e fotografo.





BORGATARO: VALERIO DE FRANCESCO

Dopo Operazione Trionfo ha partecipato al musical “Tosca - Amore disperato” ed ha inciso la canzone “Mortacci Tua”, legata allo spettacolo. Oggi ha 31 anni.






Lucio Dalla





Nasce a Bologna il 4 marzo 1943. Comincia a suonare sin da giovanissima età: quindicenne, passa dalla fisarmonica al clarinetto e - trasferitosi a Roma - entra a far parte d'un complesso, la Second Roman New Orleans Jazz Band.
Nel 1960 egli si esibisce con un altro gruppo musicale, i Flipper; il suo esordio nella canzone ("Lei" e "Ma questa sera") avviene però solo quattro anni più tardi, auspice Gino Paoli.
Il debutto del Nostro al Festival di Sanremo con "Paff...Bum" risale al 1966, lo stesso anno in cui incide il suo primo album, "1999"; ad esso fanno seguito "Terra di Gaibola" (1970, con la morandiana "Occhi di ragazza") e "Storie di casa mia" (1971; vi trovano posto gemme quali "Il gigante e la bambina", "Itaca", "La casa in riva al mare").
Brani come "4/3/1943" e "Piazza Grande" gli conferiscono una meritata fama; sull'onda del successo, egli stringe col poeta bolognese Roberto Roversi una proficua collaborazione, destinata a figliare tre LP del valore di "Il giorno aveva cinque teste" (1973), "Anidride solforosa" (1975), "Automobili" (1976).
Nel '77, sciolto il sodalizio con Roversi, egli diviene paroliere di se medesimo nel microsolco "Com'è profondo il mare", seguìto l'anno dopo da "Lucio Dalla" (ove trovano posto "Anna e Marco" e "L'anno che verrà"): inizia così la fase più fortunata della sua carriera, attraversata dal tour "Banana Republic" - titolo pure dell'omonimo disco dal vivo del 1979 - col collega Francesco de Gregori, e dai 33 giri "Dalla" (1980, con le stupende "La sera dei miracoli", "Cara", "Futura"), "Q-Disc" (1981), "1983" (1983), "Viaggi organizzati" (1984), sino a "DallAmeriCaruso" (1986) che include la splendida "Caruso".
In seguito, egli si rifugia in un altissimo mestiere, sfornando ancora pezzi di grande effetto - si pensi ad "Attenti al lupo", punta di lancia in "Pressing" (1990), o a "Canzoni"(1996), che intitola l'album omonimo - ma in generale meno ispirati che in passato: le sue più recenti fatiche, "Ciao" (1999) e "Luna Matàna" (2001), ne danno ulteriore conferma, stazionando fra manierismo e ritualità con qualche furbizia commerciale di troppo.
Einaudi dedica a Lucio Dalla “Parole e canzoni” (2001), un cofanetto contenente tutti i testi delle canzoni e un video, curato da Vincenzo Mollica, e verso la fine dell'anno il cantante pubblica il suo primo libro di racconti “Bella La vita”, edito da Rizzoli. Nel 2002 esce l'album antologico "Caro amico ti scrivo" che raccoglie 16 successi di trent'anni di carriera. Il 2003 è l'anno di "Tosca. Amore disperato", opera inedita che si ispira all'opera di Puccini. Nello stesso periodo esce il nuovo lavoro "Lucio" che raccoglie canzoni come "Prima dammi un bacio", colonna sonora dell'omonima opera prima del regista Ambrogio Lo Giudice, "Le stelle nel sacco" e "Yesterday o Lady Jane?”, “Per Te” e "Amore disperato", cantata in duetto con Mina.



La Storia


Sidonia la veggente canta dell'amore; amore disperato perché tradito e schiacciato dal potere.
Tosca innamorata, vittima inconsapevole, si addormenta mentre sulla città eterna sorge la luna.
Nella Chiesa di Sant'Andrea della Valle si rifugia l'ex console della caduta Repubblica Romana, Cesare Angelotti.
Mario Cavaradossi sta dipingendo una delle cappelle. Angelotti vede Mario che è un suo vecchio amico ed esce dal nascondiglio; ma il loro colloquio è interrotto da Tosca, la bella cantante amante di Mario.
Angelotti si nasconde e Tosca fa una scena di gelosia a Mario riconoscendo nella Maddalena dipinta la Attavanti; quand'ecco arriva sulle tracce di Angelotti, il barone Scarpia capo della polizia e il suo fedele Spoletta.
Persuaso della complicità di Mario, che gli è rivale nell'amore per la cantante, Scarpia fa arrestare Mario.
Scarpia è nelle sue stanze di palazzo Farnese, quando i poliziotti gli portano davanti Cavaradossi che egli ha ordinato di arrestare; Angelotti non è stato trovato e Scarpia allora fa torturare Mario.
Tosca, sopraggiunta sente i gemiti e inorridita rivela a Scarpia il rifugio del console. Mario quando
apprende il tradimento di Tosca, ne respinge l'abbraccio; egli viene immediatamente condannato a morte per alto tradimento, ma riesce a gridare in faccia a Scarpia tutto il suo sdegno.
Tosca promette allora di darsi a Scarpia, in cambio della vita dell'amante. Il capo della polizia finge di dare ordini finchè la fucilazione di Mario sia solo simulata con fucili caricati a salve. Fa poi per abbracciare Tosca, che sconvolta dall'odio, lo uccide con un coltello.
All'alba sui bastioni di Castel Sant'Angelo Tosca avvisa Mario che la fucilazione sarà finta. In realtà quando essa è avvenuta, Tosca si trova di fronte al cadavere di Mario che abbraccia disperata; poi, mentre gli sgherri (scoperto il corpo di Scarpia) stanno per arrestarla, si getta dagli spalti di Castel Sant'Angelo.





“LUCE DEI MIEI OCCHI”
(M. Mario Cavaradossi – T. Tosca)



M.
Luce dei miei occhi
luna bianca delle notti
i tuoi baci sono fuoco
sono vento nelle vele

T.
Luce dei miei occhi
benedetta la tua mano
se mi sfiori tu,
se mi tocchi tu
non capisco più
non reagisco più

M.
Luce dei miei occhi
quante stelle all'orizzonte
la più bella in mezzo a tante
ti è caduta sulla fronte

T.
Luce dei miei occhi
io sognavo che nuotavo
dentro al mare dei tuoi occhi
io bevevo il tuo respiro
e scendevo giù
sempre più giù...

M.
Io
per te
per te
stanotte morirei
con te
per te

T.
Io
per te
per te


M. + T.
Stanotte morirei
per te
con te

M.
Luce dei miei occhi
la mia barca in mezzo al mare
cerca un faro nella notte
cerca un porto nel tuo cuore

T.
Luce dei miei occhi
non si può fissare il sole
così adesso chiudo gli occhi
sento il mare e la tua voce
mentre scendo giù
sempre più giù

M.
Io
per te
per te

M. + T.
Stanotte morirei
con te
con te

M.
Con te
per te

M. + T.
Stanotte morirei
con te
per te

M. + T.
Stanotte morirei
per te
per te







Amore disperato (Sidonia)

Libertà (Angelotti)

Vento (Cavaradossi)

Dio, Dio, Dio (Spoletta, Cardinale, Cavaradossi)

Luce dei miei occhi (Cavaradossi, Tosca)

Giuro (Cavaradossi, Tosca, Angelotti)

Gelosia (Scarpia)

Per te (Scarpia)

Mortacci tua (Borgataro, Guardia)

Se sto vicino a te (Spoletta, Scarpia)

Il mio uomo (Tosca)

Accoltellamento (Scarpia, Tosca)

Oklahoma (Cavaradossi, Tosca)

Suicidio (Spoletta, Angelotti)

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu