Horror

Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s

Total Size: 624.48 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2014-08-26 23:46:19 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-27 16:42:35



VPN For Torrents

Torrent Files List


1978 - Addio Ultimo Uomo [VHSRip DivX - ITA MP3].avi (Size: 624.48 MB) (Files: 1)

 1978 - Addio Ultimo Uomo [VHSRip DivX - ITA MP3].avi

624.48 MB
 

Announce URL:

Torrent description

Dk. Skart\'s Release.... only good torrent!!!!


More info @:http://forum.tntvillage.scambioetico.org/tntforum/index.php?showtopic=145178#

Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s preview 2

Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s preview 3

Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s preview 0




Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX-ITA MP3] [tntvillage.scambioetico.org]

POSTER

Original Title: Addio Ultimo Uomo
Other Title: Cannibale Brutalo, Last Savage, The Last Savage
Source: VHS --> VHSRip
Nation: Italy
Language: Italiano
Year: 1978
Genre: Shockumentary
Direction: Alfredo Castiglioni, Angelo Castiglioni
Fotography: Alfredo Castiglioni
Voice: Riccardo Cucciola
Text: Vittorio Butttafava
Assembling: Rita Olivati Rossi
Music: Franco Godi (PRODUTTORE ARTICOLO 31)
Lenght: 01:26:24
Dimension: 624 MB
ATTENTION!!: VM 18



TRAMA(Italiano)
Documentario etnografico su usi e costumi tribali dell\'Africa centrale (Kapsiky), Sudan (Nuba) e degli Shilluk: riti di vario genere, guerre fra tribù, lotte fra guerrieri che nel montaggio in parallelo sono messe a confronto con quelle della cultura occidentale. Letto da Riccardo Cucciolla, il commento di Vittorio Buttafava invita con qualche cedimento retorico alla comprensione di usi e costumi primitivi anche se gli intenti didattici possono essere interpretati come alibi di fronte alla macelleria sanguinolenta di alcune scene. Rispetto al documentarismo all\'italiana di Jacopetti e C. i fratelli Castiglioni – al loro 4° film – sono esenti dal reato più grave imputabile a un documentarista: la falsificazione dei documenti, la contraffazione della realtà a scopi sensazionalistici. Qualche concessione alla tratta dell\'esotismo. Non mancano nemmeno pagine suggestive come i due riti funebri all\'inizio e alla fine. Fu vietato ai minori di 18 anni. (Fonte: mymovies.it)

PHOTO 1

PLOT(English)
If watching exploitation films can sometimes be described as a kind of macho endurance test, akin to seeing who can order the hottest curry on a drunken night out, then Addio Ultimo Uomo is one of those films that will sort the men out from the boys.
For away from instructional films on surgical and autopsy procedures, the art of the Vienna Aktionists or certain niche / fetish pornography, it is quite possible the most extreme film you will ever see – and that statement includes more usual Italian exploitation suspects like Cannibal Holocaust, Cannibal Ferox, Buio Omega and Emanuelle in America.
The opening sequence, that of the killing and butchering of an elephant by African tribesmen, sets the scene, being unflinching and yet comparatively sombre and reasoned compared to the more usual mondo film.
There is still some maudlin musical commentary, most notably in the plaintive theme song why – “Why? Don\'t ask me why” – but also more apparently diegetic / authentic music.
Likewise, there is again that familiar mondo juxtaposition of \'primitive\' and \'modern\', whether of the unexplored surface of the moon and the African desert; the clubbing to death, cooking and eating of a dog with vivisection footage; ritual scarification and breast reconstruction surgery, or the spearing to death and severing of the hand and penis of an enemy tribesman with stock Vietnam combat and aftermath footage.
But the mondo\'s sneering, supercillious aspect is lacking in the voice-off commentary, which appears rather more factual and serious than most of its type, with the various rites of passage shown – which include funeral and burial rites and coming of age and fertility ceremonies – being treated with dignity and respect.
Always assuming, that is, that you don\'t regard the very presence of a camera recording and representing such material, details of which include young women in one tribe being ritually deflowered with a dildo and an deceased elder of another being partially skinned, for gain to be unacceptable, full stop.
While I don\'t feel this myself, where I felt the filmmakers, Alfredo and Angelo Castiglioni, didn\'t quite succeed was in contextualising the different peoples depicted: we\'re told their names often mean the people or similar in their own languages, but at times there is that awkward tendency to jump from one group to another without fully identifying where we are in Africa and the more specific details pertaining on this occasion.
We see one tribe building huts and then jump to another where the constructions are evidently different; note the differences in dress, ranging from those tribes who are essentially naked to those who wear the odd western-style cap or sunglasses; or even the way in which a steel fishhook and disposable razor blade are used to perform scarification.
We may ask why. But, alas, the filmmakers have already implicitly answered that question with a don\'t ask us.
Nevertheless, I must again reiterate that Addio Ultimo Uomo goes further than most of its counterparts in presenting something other than just mondo shockumentary.
In this regard it is perhaps most fascinating to see the body modification material and feel that, rather than merely witnessing a one-way passage of thoughts and practices, that they have become like us as seems implied by the farewell of the title, we have also become that bit more like them, recovering atavistic aspects of our shared human past – or modern primitive future? (giallo-fever.blogspot.com)

Photo 2


RECENSIOENE(Italiano)
#1
Gli archeologi Alfredo e Angelo Castiglioni, responsabili, tra le tante scoperte, di aver riportato alla luce ninte poco di meno che \"BERENICE PANCRISIA\" (la città d\'oro dei faraoni citata persino da Plinio il vecchio nel suo \"Naturalis Historia\"), documentano, attraverso questo Shockumentary, le morenti abitudini di una realtà primitiva, mettendola costantemente in relazione con la quotidianità della civiltà evoluta.
Il titolo in questione è un documentario a tutti gli effetti, che mostra, senza filtri convenzionali, la veridicità della vita e le abitudini di due società paradossalmente contemporanee. Ciò che fa trascendere \"Addio ultimo uomo\" dai canoni tradizionali del documento cinematografico (per come fu inteso alle origini da Demeny e Matuszewski) è la visione troppo soggettiva con cui ci vengono mostrate le immagini.
Per il resto il film non fa una piega...\"Crudele e poetico allo stesso tempo\", come suggerisce più volte il narratore fuori campo.
Attraverso i riti e le usanze popolari, i Castiglioni analizzano l\'ideale di collettività \"dell\'ultimo selvaggio\", da noi dimenticato tra le pagine di un libro di storia sulla civiltà occidentale. (Fonte: filmscoop.it)

JAPANESE COVER

#2
Mondo movie dei parallelismi che affianca immagini delle tribù dei Kapsiki, dei Nuba e degli Shiluk a quelle delle nostre barbare usanze in Occidente. Così possiamo vedere come gli africani abbattono gli animali per mangiarli e noi per la vivisezione, loro ballano nudi e noi abbiamo gli strip-bar, le loro donne si masturbano con falli di legno e le nostre pure, loro si incidono la carne con delle lamette a scopo estetico e noi ci facciamo le operazioni di chirurgia estetica, loro acchiappano un nemico lo uccidono e gli tagliano il pene e noi facciamo la guerra ovunque con tutto quello che ne consegue. Mondo movie tosto questo Addio Ultimo Uomo che riesce ad unire l\'utile al dilettevole, ovvero a conciliare immagini curiose, genuinamente interessanti e rare, a pezzi di vera exploitation, gli inserti porno, ad esempio, sono davvero immotivati! Ma se i riti funebri, la pulizia del corpo del defunto, le danze dei corpi nudi (e la telecamera indugia assai) sono interessanti e documentaristiche, l\'uccisione del nemico e il relativo taglio del pene (vero snuff?! Io e altri pensiamo di no), le immagini di guerra, i colpi in testa a cani e capre per ucciderle all\'istante e farle rosolare a fuoco vivo non sono immagini molto edificanti e la voce di Cucciolla che dice di non sdegnarci perché quello è l\'ultimo uomo eccetera eccetera, suona falsa e ipocrita come lo sono tipicamente i film mondo. Al di là del documento dell\'evirazione, Addio ultimo uomo resta un mondo decisamente \"sincero\", fortissimo fin dalle prime immagini con la carcassa di un elefante tagliata in mille pezzi dai membri di una tribù ma crudo e vero come può essere, spesso, la natura stessa. La scena della madre (con il latte che cola dal capezzolo) che allatta la sua bambina mentre quest\'ultima viene leccata da un cagnolino in mezzo alle gambe perché là le è colato del latte mentre si allattava è semplicemente primitiva, tenera ed incredibile...credo sarebbe piaciuta a Buñuel. Le simpatiche scene di masturbazione delle iniziate al rito dell\'amore sono state riprese da Magia Nuda (1975) sempre dei Castiglioni. Il film fu giustamente vietato ai minori di 18 anni. E\' un film sconsigliato alle persone molto sensibili e agli animalisti. (Fonte: exxagon.it)




SCREENSHOT

Snapshot 1 Snapshot 2
Snapshot 3 Snapshot 4




INFO
Addio Ultimo Uomo (Cannibale Brutalo, Last Savage)(shockumentary)[VHSRip DivX ITA MP3] [tntvillage s preview 1
At the end of download, rest in seed please
Visit www.tntvillage.scambioetico.org
Good download

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu