Jazz

[Ea Flac Cue]Miles Davis Seven Steps Complete 1963 64 Disco 3 di 7(JazzPlanet)(SPG UF)

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:[Ea Flac Cue]Miles Davis Seven Steps Complete 1963 64 Disco 3 di 7(JazzPlanet)(SPG UF)

Total Size: 215.58 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 2

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2016-02-01 04:27:56 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-24 03:17:19





Torrent Files List


Seven Steps Complete Recordings 1963-1964 Disc 3 - wav.cue (Size: 215.58 MB) (Files: 13)

 Seven Steps Complete Recordings 1963-1964 Disc 3 - wav.cue

0.87 KB

 Seven Steps Complete Recordings 1963-1964 Disc 3 - flac.cue

0.87 KB

 Miles Davis-Seven Steps Complete 1963-64-D3~7-2004[EAC - FLAC](oan).md5

0.39 KB

 Miles Davis - Seven Steps Complete Recordings 1963-1964 Disc 3.log

2.95 KB

 Miles Davis - Seven Steps Complete Recordings 1963-1964 Disc 3 - flac.m3u

0.31 KB

 05 - Bye Bye (Theme).flac

18.53 MB

 04 - Bye Bye Blackbird.flac

50.65 MB

 03 - Walkin'.flac

52.00 MB

 02 - All Of You.flac

52.27 MB

 01 - Joshua.flac

38.88 MB

 Cover

  Seven Steps.. ;).jpg

994.44 KB

  Front.jpg

570.29 KB

  Disc.jpg

1.72 MB
 

tracker

leech seeds
 

Torrent description

http://ufrontiera.altervista.org/

[Ea Flac Cue]Miles Davis-Seven Steps Complete 1963-64-Disco 3 di 7(JazzPlanet)(SPG UF)

Alla sua scomparsa avvenuta il 28 settembre del 1991 Miles Davis lasciava dietro si sé uno dei più importanti corpus musicali del ventesimo secolo. Aveva scritto le regole del jazz e le aveva rimesse in discussione, instancabile, a più riprese. Oggi è possibile misurare l'ampiezza e la portata della sua opera anche grazie all'ultimo di sette eleganti cofanetti pubblicati dalla Columbia con cadenza annuale. Si è resa così disponibile una considerevole mole di materiale inedito, rimasterizzato e accompagnato da preziose note introduttive, testimonianze dei musicisti e dei protagonisti dell'epoca.

Un microcosmo in cui perdersi

Uscito nell'ottobre del 2004 Seven steps è un ulteriore tassello della monumentale serie. E' il terzo in ordine cronologico e abbraccia il periodo tra il 1963 e il 1964.
Come i precedenti box anche questo costituisce una sorta di microcosmo nel quale entrare e perdersi. Diversamente dagli altri la presenza di molto materiale dal vivo, invece di disorientare chi ha una lunga consuetudine con i dischi originali, permette di accedere alla musica in una forma più organica.
Gli album ricompresi sono Seven steps to heaven, e i live My Funny Valentine, Four & More, Miles in Europe, Miles in Tokio e Miles in Berlin. Le selezioni presentate sono quarantasette, di cui sette completamente inedite e tre per la prima volta nella loro versione originaria, senza interventi di editing.
Molti gli standard che Miles Davis aveva preso in prestito da Frank Sinatra facendoli propri - My Funny Valentine, I fall in love too easily, Stella by starlight, I thought about you - a quarant'anni di distanza ancora stabilmente nel repertorio di ogni jazzista.

1963 – 1964: un periodo di transizione

Quello fra il 63 e il 64 è un periodo cruciale per Miles dal punto di vista artistico e personale. Nel marzo del 63 si ritrova per la prima volta senza una band: il trombonista J. J. Johnson è il primo a lasciare. Il pianista Winton Kelly e il bassista Paul Chambers formano il loro trio, portandosi via il batterista Jimmy Cobb.
Eppure solo un anno e mezzo dopo, a settembre del 64, con l'arrivo di Wayne Shorter al sax Miles avrà a disposizione uno dei più importanti gruppi jazz di tutti i tempi, il cosiddetto "secondo grande quintetto" con Herbie Hancock (piano), Ron Carter (basso) e Tony Williams (batteria).
Seven steps è il diario fedele in sette cd di questo periodo di transizione. Si apre con l'album omonimo, Seven steps to heaven, esercizio di un curioso strabismo jazzistico realizzato con due line-up: una west-coast a Hollywood, l'altra east-coast a New York. Uno dei lavori meno celebrati e più sorprendenti di Davis. A partire dalla scelta dei brani, con due classici degli anni 20 Baby Won't You Please come home e Basin street blues, in una rarefatta interpretazione ad esorcizzare il confronto inevitabile e difficile con Louis Armstrong.
Seven Steps to heaven è la prima data in studio insieme per Hancock, Carter e Williams, sezione ritmica destinata a entrare nella leggenda, rodata nella sala prove personale di Miles che li ascolta per giorni da casa attraverso un interfono, prima di unirsi a loro.


Track List
01. Joshua [Mono Version] (Feldman) - 11:36
02. All of You [Mono Version] (Porter) - 16:54
03. Walkin' [Mono Version] (Carpenter) - 16:14
04. Bye Bye Blackbird (Dixon, Henderson) - 16:47
05. Bye Bye (Theme) - 6:06




Personnel

Miles Davis (tromba)
George Coleman, Sam Rivers, Wayne Shorter (sax)
Victor Feldman, Herbie Hancock (pianoforte)
Ron Carter (basso)
Fank Butler, Tony Williams (batteria)

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu