Electronic

Vangelis Discografia Pack 1 di 3 [Mp3 160 kbps] [TnTVillage org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
Vangelis Discografia Pack 1 di 3 [Mp3 160 kbps] [TnTVillage org]

Anonymous and Free Direct Download 300GB+


Torrent info

Name:Vangelis Discografia Pack 1 di 3 [Mp3 160 kbps] [TnTVillage org]

Total Size: 1.43 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2014-11-16 10:45:35 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-23 15:23:08



VPN For Torrents

Torrent Files List


1990 THE CITY (Size: 1.43 GB) (Files: 186)

 1990 THE CITY

  08-Procession.mp3

10.95 MB

  07-Red Lights.mp3

4.53 MB

  06-Twilight.mp3

5.72 MB

  05-Good To See You.mp3

7.88 MB

  04-Side Streets.mp3

4.87 MB

  03-Nerve Centre.mp3

6.35 MB

  02-Morning Papers.mp3

4.54 MB

  01-Dawn.mp3

4.93 MB

 1989 THEMES

  14-Chariots of Fire.mp3

4.08 MB

  13-Five Circles.mp3

6.12 MB

  12-La Petite Fille de la Mer.mp3

6.75 MB

  11-Memories of Green.mp3

6.57 MB

  10-Closing from 'Mutiny on the Bounty'.mp3

5.74 MB

  09-Opening from 'Mutiny on the Bounty'.mp3

4.94 MB

  08-Love Theme from 'BladeRunner'.mp3

5.73 MB

  07-Theme from 'Antartica'.mp3

4.48 MB

  06-The Tao of Love.mp3

3.19 MB

  05-Chung Kuo.mp3

6.34 MB

  04-Hymn.mp3

3.20 MB

  03-L'Enfant.mp3

5.77 MB

  02-Main Theme from 'Missing'.mp3

4.61 MB

  01-End Titles from 'BladeRunner'.mp3

5.75 MB

 1988 DIRECT

  12-Intergalactic Radio Station.mp3

9.06 MB

  11-First Approach.mp3

5.75 MB

  10-Ave.mp3

5.83 MB

  09-Message.mp3

8.25 MB

  08-The Oracle Of Apollo.mp3

4.54 MB

  07-Rotation's Logic.mp3

4.02 MB

  06-Glorianna ( Hymn A La Femme ).mp3

5.14 MB

  05-Dial Out.mp3

6.14 MB

  04-Elsewhere.mp3

6.52 MB

  03-Metallic Rain.mp3

7.10 MB

  02-The Will Of The Wind.mp3

5.44 MB

  01-The Motion Of Stars.mp3

5.02 MB

 1985 MASK

  06-Movement 6.mp3

5.03 MB

  05-Movement 5.mp3

11.54 MB

  04-Movement 4.mp3

10.05 MB

  03-Movement 3.mp3

7.73 MB

  02-Movement 2.mp3

3.94 MB

  01-Movement 1.mp3

11.92 MB

 1985 INVISIBLE CONNECTIONS

  03-Thermo Vision.mp3

15.25 MB

  02-Atom Blaster.mp3

8.96 MB

  01-Invisible Connections.mp3

21.32 MB

 1985 CHARIOTS OF FIRE (SOUNDTRACK)

  07-Chariots of Fire.mp3

23.67 MB

  06-Jerusalem [Not a Vangelis track].mp3

3.19 MB

  05-100 Metres.mp3

2.39 MB

  04-Eric's Theme.mp3

4.97 MB

  03-Abraham's Theme.mp3

3.77 MB

  02-Five Circles.mp3

6.17 MB

  01-Titles.mp3

4.08 MB

 1984 THE BOUNTY (CD2) (SOUNDTRACK)

  11-The Saga of H.M.S. Bounty.mp3

24.40 MB

  10-Limits of Endurance.mp3

2.32 MB

  09-Civilised Men.mp3

1.84 MB

  08-The Mutineer's Threats.mp3

913.90 KB

  07-Log Entries.mp3

700.63 KB

  06-Men Against the Sea.mp3

646.55 KB

  05-Return to Otahity.mp3

797.57 KB

  04-Cast Adrift.mp3

9.29 MB

  03-Mutiny of the Bounty.mp3

5.01 MB

  02-Bligh's Madness.mp3

1.82 MB

  01-Alternate Titles.mp3

12.79 MB

 1984 THE BOUNTY (CD1) (SOUNDTRACK)

  20-A Last Night Together.mp3

2.70 MB

  19-Native Dance.mp3

1.31 MB

  18-Deserters.mp3

5.83 MB

  17-To Fletcher, A Wife.mp3

984.31 KB

  16-My Young Love.mp3

4.23 MB

  15-Forbidden Love.mp3

10.01 MB

  14-Ritual.mp3

3.54 MB

  13-Drowsy Maggie.mp3

1.87 MB

  12-Longboat Approach.mp3

3.59 MB

  11-The Natives of Otahiti.mp3

1.87 MB

  10-Burial at Sea, 'Land-Ho!'.mp3

3.71 MB

  09-Bligh's Fury.mp3

1.83 MB

  08-Memories of Home.mp3

1.47 MB

  07-Cape Horn.mp3

9.96 MB

  06-Bonnie Kate.mp3

2.42 MB

  05-First Day at Sea.mp3

2.06 MB

  04-The Water is Wide.mp3

5.03 MB

  03-23rd December 1787.mp3

3.30 MB

  02-The Trial of Lt. William Bligh.mp3

2.72 MB

  01-Main Titles.mp3

4.91 MB

 1984 SOIL FESTIVITIES

  05-Movement 5.mp3

8.41 MB

  04-Movement 4.mp3

11.40 MB

  02-Movement 2.mp3

7.26 MB

  01-Movement 1.mp3

21.23 MB

 1983 ANTARCTICA (SOUNDTRACK)

  08-Deliverance.mp3

5.15 MB

  07-Other Side Of Antarctica.mp3

7.95 MB

  06-Memory Of Antarctica.mp3

6.30 MB

  05-Life Of Antarctica.mp3

6.86 MB

  04-Song Of White.mp3

6.07 MB

  03-Kinematic.mp3

4.40 MB

  02-Antarctica Echoes.mp3

6.83 MB

  01-Theme From Antarctica.mp3

8.58 MB

 1981 THE MUSIC OF COSMOS

  06-Affirmation.mp3

9.62 MB

  05-Cataclysm.mp3

6.08 MB

  04-Exploration.mp3

9.98 MB

  03-The Harmony Of Son.mp3

3.41 MB

  02-Life.mp3

13.05 MB

  01-Space-Time Continuum.mp3

10.16 MB

 1980 SEE YOU LATER

  06-See you Later.mp3

11.87 MB

  05-Suffocation.mp3

5.48 MB

  04-Not a Bit - All Of It.mp3

3.40 MB

  03-Memories Of Green.mp3

6.60 MB

  02-Multi-Track Suggestion.mp3

6.41 MB

  01-I Can't Take It Any More.mp3

6.54 MB

 1979 OPERA SAUVAGE (SOUNDTRACK)

  07-Flamants Roses.mp3

13.56 MB

  06-Irlande.mp3

5.49 MB

  05-Chromatique.mp3

4.04 MB

  04-Mouettes.mp3

2.88 MB

  03-L'enfant.mp3

5.83 MB

  02-Reve.mp3

14.35 MB

  01-Hymne.mp3

3.16 MB

 1979 LONDON, 1979 (BOOTLEG)

  07-Part 7.mp3

13.54 MB

  06-Part 6.mp3

14.70 MB

  05-Part 5.mp3

23.67 MB

  04-Part 4.mp3

17.68 MB

  03-Part 3.mp3

12.50 MB

  02-Part 2.mp3

11.44 MB

  01-Part 1.mp3

9.88 MB

 1979 CHINA

  09-Summit.mp3

5.16 MB

  08-Himalaya.mp3

12.47 MB

  07-Yin & Yang.mp3

6.72 MB

  06-The Little Fete.mp3

3.53 MB

  05-The Tao Of Love.mp3

3.17 MB

  04-The Plum Blossom.mp3

3.03 MB

  03-The Dragon.mp3

4.88 MB

  02-The Long March.mp3

2.33 MB

  01-Chung Kou.mp3

6.32 MB

 1978 SENSITIVITY PLUS ALPHA (LIVE, PARIS'78)

  08-Spiral, Alpha (reprise).mp3

16.02 MB

  07-Mare Tranquilitatis 2, Alpha.mp3

7.62 MB

  06-Excerpt From 'LA FETE SAUVAGE'.mp3

13.54 MB

  05-The Blum Blossom.mp3

3.14 MB

  04-Pulstar.mp3

8.75 MB

  03-Mare Tranquilitatis 1, The Dragon.mp3

14.89 MB

  02-Lenfant.mp3

8.65 MB

  01-Reve.mp3

8.53 MB

 1978 BEAUBOURG

  02-Beaubourg Part II.mp3

23.76 MB

  01-Beaubourg Part I.mp3

20.54 MB

 1977 SPIRAL

  05-3 plus 3.mp3

10.98 MB

  04-To the Unknown Man.mp3

10.43 MB

  03-Dervish D.mp3

6.02 MB

  02-Ballad.mp3

9.75 MB

  01-Spiral.mp3

7.96 MB

 1977 IGNACIO (SOUNDTRACK)

  01-Entends-Tu Les Chiens Aboyer.mp3

45.16 MB

 1975 LA FETE SAUVAGE (SOUNDTRACK)

  01-'La Fete Sauvage' Original Soundtrack.mp3

44.16 MB

 1975 HEAVEN AND HELL

  02-Heaven And Hell Part II.mp3

24.43 MB

  01-Heaven And Hell Part I, 'So Long Ago, So Clear'.mp3

25.28 MB

 1975 ALBEDO 0.39

  09-Albedo 0.39.mp3

4.98 MB

  08-Nucleogenesis (Part Two).mp3

7.09 MB

  07-Nucleogenesis (Part One).mp3

6.78 MB

  06-Alpha.mp3

6.57 MB

  05-Sword Of Orion.mp3

2.20 MB

  04-Main Sequence.mp3

9.35 MB

  03-Mare Tranquillitatis.mp3

2.04 MB

  02-Freefall.mp3

2.59 MB

  01-Pulstar.mp3

6.58 MB

 1973 L'APOCALYPSE DES ANIMAUX (SOUNDTRACK)

  07-La Mer Recommeencee.mp3

6.85 MB

  06-Creation Du Monde.mp3

11.59 MB

  05-L'Ours Musicien.mp3

1.25 MB

  04-La Mort Du Loup.mp3

3.57 MB

  03-Le Singe Bleu.mp3

8.81 MB

  02-La Petite fille de la Mer.mp3

6.89 MB

  01-Apocalypse Des Animaux - Generique.mp3

1.68 MB

 1973 EARTH (BOOTLEG)

  05-Watch Out, A Song.mp3

7.54 MB

  04-Let It Happen, The City, My Face In The Rain.mp3

11.47 MB

  03-Rithual.mp3

3.24 MB

  02-Sunny Earth, He-o.mp3

12.54 MB

  01-Come On, We Were All Uprooted.mp3

10.43 MB

 1971 THE DRAGON (BOOTLEG)

  04-Stuffed Tomato (part 2).mp3

7.19 MB

  03-Stuffed Tomato (part 1).mp3

3.77 MB

  02-Stuffed Aubergine.mp3

12.91 MB

  01-The Dragon.mp3

17.52 MB

 1971 HYPOTHESIS (BOOTLEG)

  02-Part 2.mp3

17.67 MB

  01-Part 1.mp3

18.53 MB

 1971 FAIS QUE TON REVE SOIT LONG QUE LA NUIT

  02-Part 2.mp3

17.92 MB

  01-Part 1.mp3

18.24 MB

 1970 SEX POWER

  10-10.mp3

1.74 MB

  08-08.mp3

3.73 MB

  09-09.mp3

2.71 MB

  07-07.mp3

9.01 MB

  06-06.mp3

2.16 MB

  05-05.mp3

4.01 MB

  04-04.mp3

3.65 MB

  03-03.mp3

3.55 MB

  02-02.mp3

3.21 MB

  01-01.mp3

4.13 MB
 

Announce URL:

Torrent description

Visit this link: More info on this torrent

Visit this info link: Link Image Link

VANGELIS - Discografia - Pack 1 di 3
by Bogus

Image Link Image Link

Dedico questi tre pack della discografia di Vangelis ad un caro amico, la cui somiglianza fisica, creativa ed artistica con questo straordinario maestro è sorprendente. Vent\'anni fa ho avuto l\'onore di scrivere e incidere qualche pezzo con i suoi straordinari arrangiamenti. Oggi percorriamo strade diverse, auspicando che il futuro possa concederti ancora spazi per le nostre passioni musicali. (Bogus)


Biografia
Sintesi leggermente rimaneggiata di quanto presente nel sito
web.infinito.it/utenti/t/tuttosuvangelis
che si ringrazia

Della vita di Evangelos Odyssey Papathanassiou (in arte Vangelis) non si sa molto. Di solito gli scarni curricula vitae che figurano su alcune pagine ufficiali di film o case discografiche sono una semplice carrellata di date. Sul web dei profili interessanti sono quelli di Elsew (fondamentale per chi voglia approfondire e al tempo stesso tenersi aggiornato), Vangelismovements (particolarmente attento alla musigrafia), Vangelishistory (con una cronistoria dettagliata) e Wikipedia, l\'enciclopedia libera di internet. Inoltre c\'è un libro del 1995 scritto da uno scozzese, Mark Griffin, intitolato \"Vangelis. The Unknown Man\".

1. Gli inizi

A soli 4 anni, il futuro autore di Momenti Di Gloria, iniziava a comporre con il suo pianoforte da completo autodidatta. Non ha mai voluto prendere lezioni di musica, e tuttora non ha una vera e propria conoscenza base sulla lettura e scrittura di note musicali.
La parabola di Vangelis è sorprendente. Da tastierista di una band alla moda degli anni \'60, gli Aphrodite\'s Child, a compositore, oggi, per orchestre che superano i cento elementi. C\'è da rimanerne quasi increduli.

Vangelis nasce ad Agria (un piccolo paese vicino Volos, in Grecia), il 29 marzo 1943. Vent\'anni dopo Evangelos è già una celebrità. E\' l\'unico musicista a possedere un organo Hammond in Grecia; con la sua band di musicisti-studenti chiamata Forminx ha praticamente introdotto il pop beatlesiano nella sua patria – con annessa isteria di massa e concerti oceanici. Nel futuro, la capacità di leggere i gusti degli ascoltatori rimarrà fondamentale e Vangelis prenderà spesso le distanze dai suoi successi commerciali. Dirà nel 1992: “I always try to keep a balance between being able to make the necessary money for what I need and to keep my self respect ”. Lo stesso successo con i Formynx verrà ricordato come “un bel divertimento, ma non era quello che mi interessava”.

Nel 1967, l\'anno del colpo di Stato del generale Papadopoulos, il gruppo non esiste più e su alcuni dischi dell\'epoca Evangelos compare con il nome “The Papathanassiou Set” o “Mr Papathanassiou and his orchestra”. In questo periodo avviene l\'incontro con il cantante Demis Roussos, all\'epoca ventiduenne. Insieme al battersita Lucas Sideras e al chitarrista Anarchyris Koulouris, nel 1967 i quattro pubblicano il brano Plastics Nevermore, formalmente accreditato ancora ai Forminx. Nello stesso anno la band che non ha ancora un nome lascia la Grecia per l\'Inghilterra.

2. Il periodo francese

Era la fine degli anni \'60 quando un nuovo complesso scalò le classifiche discografiche europee con Rain and tears, un brano melodico e classicheggiante, ottimamente arrangiato ma straordinariamente interpretato da una voce struggente che il grande pubblico avrebbe, di lì a poco, imparato ad amare: quella di Demis Roussos. Erano gli Aphrodite\'s Child, tre greci che cantavano in inglese; Vangelis Papathanassiou, leader del gruppo, grande musicista, Lucas Sideras, batterista, e il già citato Demis Roussos, bassista e voce solista ”. Ricorda il giornalista Gianni Lucini sul sito Rock & Martello: “Il 9 novembre 1968 per la prima volta nella breve storia discografica italiana un brano interpretato da un gruppo greco arriva al vertice della classifica dei singoli. E\' Rain and tears degli Aphrodite\'s Child. (...) La canzone, ricca di echi mediterranei e giocata sulla particolare vocalità di Demis Roussos, deve gran parte della sua efficacia all\'arrangiamento di Papathanassiou, che attinge a piene mani al \'Canone\' dell\'organista tedesco Johann Pachelbel.
Con It\'s five o\'clock gli Aphrodite\'s Child vinsero l\'edizione 1970 del Festivalbar, il settore riservato ai complessi”.

Gli Aphrodite\'s calcarono le scene per circa due anni. Vangelis premeva per una svolta del suono e partecipava sempre meno alle tourneé europee, sperimentando a Parigi un primo sound elettronico. Prima dell\'uscita di un lavoro pseudo-esoterico dedicato all\'apocalisse, nel 1971 la band si era sciolta. Da quel momento Evangelos inizia la sua carriera come solista. “Right from the start – confesserà anni dopo – I was only interested in playing my own music, not other peoples”.

I suoi primi contatti a Parigi sono con Henry Chapier, giornalista, autore televisivo, attore, regista, che nel 1969 lo ingaggia per la bande sonore del suo film Sex Power. Vangelis riuscirà a pubblicare l\'anno dopo la musica su un LP che oggi è considerato il suo primo solo-album, firmato come Vangelis Papathanassiou. Intorno al 1970 nasce un altro sodalizio – che si rivelerà assai più prolifico – con il regista francese Frédéric Rossif, che nel 1973 gli chiede di comporre la colonna sonora per il film-documentario L\'Apocalypse Des Animaux. Ne esce una musica suggestiva, forse la data di nascita dell\'ambient da film. \"Il successo del disco – scrive il critico italiano Piero Scaruffi – fu sancito da alcuni motivi memorabili, a partire dal tenero e malinconico ritornello da carillon di La Petite Fille De La Mer e dal bel tema jazz di Le Singe Bleu. Su queste \'romanze senza parole\' troneggiava la lunga Creation Du Monde, un affresco di languori elettronici che riprendeva le idee dei primi Tangerine Dream. Questa colonna sonora cambiò per sempre il corso della sua carriera, mettendo in luce da un lato l\'eccezionale talento melodico, capace di un romanticismo degno dei balletti di Cajkovsky, e dall\'altro le sapienti capacità di orchestrazione delle tastiere elettroniche\". Per la prima volta Vangelis Papathanassiou si firma semplicemente Vangelis. Sempre nel 1973 esce un altro album come solista, Earth. Scrive ancora Scaruffi: “Earth segnò un passo indietro, in quanto recuperava la grinta della musica rock, sia pure in un contesto sinfonico”. Anche le jam session londinesi del \'71 (pubblicate 7 anni dopo su The Dragon e Hypothesis), sono la prova di una nuova identità musicale che procede a fasi alterne.

3. Il periodo inglese

Nel 1974 Vangelis lascia definitivamente Parigi e si trasferisce a Londra. Qui, forte di un contratto con la RCA, allestisce finalmente il suo studio di registrazione. L\'edificio è una ex scuola anglicana, vicino Marble Arch, ribattezzata studio Nemo. Da lì, per 13 anni, usciranno i titoli che formano il nucleo essenziale della musigrafia.

Una lunga e ottima citazione da Scaruffi: “Heaven And Hell è l\'archetipo delle opere presuntuose e magniloquenti che sarebbero venute. (...) Caratteristica del suo stile è l\'elettronica festosa ed esuberante di Beaubourg (una delle sue suite più immani) e To The Unknown Man (su Spiral), mitigata nei pomposi poemi stellari alla Pulstar, di Albedo 0.39, e nelle melodie in progressione di Spiral e Hymne (su Opera Sauvage), creativa soltanto nella rumoristica fantascientifica di Bacchanale (da Opera Sauvage). Arriva, infine, un tributo alla Cina, con il raffinatissimo China, tripudio di effetti elettronici, percussioni, strumenti orientali e ritmi pop.

“Un\'altra colonna sonora gli procurò un altro momento di grande popolarità e lo proiettò in testa alle classifiche di vendita: Chariots Of Fire. Il tema di questo disco è la quintessenza del suo sinfonismo romantico. Un\'altra colonna sonora, Antarctica, rappresenta invece il picco spirituale dell\'artista, con la sua armonia radiosa per strati di sintetizzatori, arpe e violini. Blade Runner, che vedrà la luce nella versione dell\'autore soltanto dodici anni dopo, ritorna allo spirito romantico di Apocalypse, ma soprattutto conia il gergo cyberpunk”.

Vangelis vive con la fotografa Veronique Skawinska, che cura anche il design di molte copertine. Gli amici sono pochi (e fra questi figura il cantante inglese Jon Anderson, con cui ha stretto un sodalizio artistico ricco di successi). Il suo nome è diventato ormai un logo che è universalmente associato ad un sound e ad uno stile ben precisi. Keith Spencer-Allen e Raphael Preston – gli ingegneri del suono che si sono avvicendati allo studio Nemo – racconteranno in seguito le proporzioni titaniche del lavoro in studio, solitario e interminabile, che gli album pubblicati restituiscono solo in parte. Oltre ad uno stile inconfondibile alle tastiere elettroniche e al pianoforte, Vangelis sa suonare decine di strumenti e di percussioni classiche e moderne. In quegli anni la stampa lo descrive come \"un greco polistrumentista\".

Dopo l\'Oscar per Chariots Of Fire, dedicato al padre scomparso, Vangelis continua a ricercare un ideale della musica altissimo: “Music, and of course creation – scrive in una sua prefazione – are serious matters, far more so than sheer entertainment or easy commercial gains. Music, and creation in general, are the safety valve for the human race”. Parallelamente le sue pubblicazioni diminuiscono e la scelta degli score cinematografici è più selettiva. L\'album Mask (1985) è “uno spettacolo di tragicità e imponenza” pensato come una sinthfonia. Con l\'attrice e cantante Irene Papas pubblica nel 1979 e nel 1986 due album di musica greca folk e religiosa, espressione di quella nostalgia che accompagna tutto il periodo londinese. Nel 1987 l\'accusa di plagio dell\'amico e connazionale Logaridis lo costringe a difendere in tribunale la paternità di Chariots Of Fire. Viene pienamente assolto e riceve un\'indennità di due milioni di sterline. Due mesi dopo lascia Londra e torna per qualche mese ad Atene.
L\'anno dopo uscirà un\'altra pietra miliare della musicografia di Vangelis: Direct. Un disco che rappresenta la massima espressione dell\'ecletticismo vangelisiano, capace di far convivere il canto della soprano (Glorianna) con le esplosioni rock (Metallic Rain), il violoncello (First Approach), addirittura il clavicembalo campionati (Message) col pop, il blues (Intergalactic Radio Station).

Le sue collaborazioni saranno sempre selezionate ma di grande successo, ricordando il periodo tra gli anni \'80 e \'90, che lo vedono pubblicare diversi dischi assieme all\'amico Jon Anderson (cantante degli Yes) con il nome \"John & Vangelis\". Collaborerà anche con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Milva, Krisma. Il brano più noto in cui si può sentire l\'influsso di Vangelis è E tu di Claudio Baglioni (l\'intero disco è stato arrangiato da Vangelis), dove le melodie delle tastiere richiamano quelle già utilizzate dagli Aphrodite\'s Child.

4. Una metafora dell\'Odissea

Alla fine degli anni \'80 Vangelis è in Italia (per la colonna sonora del film Francesco di Liliana Cavani) e in Francia. Qui ultima la registrazione dell\'album The City, giustificato con una citazione dell\'Odissea: \"Ho visto le città di molti uomini ed ho imparato le loro abitudini\". Nel centro di Parigi fonda un nuovo studio, chiamato Epsilon, fatto di pareti trasparenti “per sentire il succedersi dei giorni e delle stagioni, per vedere gli uccelli e gli alberi. È fantastico”. Il lavoro più ragguardevole che esce dallo studio Epsilon è la colonna sonora per il film 1492 di Ridley Scott. Il main theme ottiene un successo planetario e lo score viene nominato ai Golden Globe. Nel 1993 l\'edificio deve essere demolito e Vangelis allestisce un nuovo studio ad Atene, dove tutt\'oggi lavora.

Gli anni \'90 vedono il trionfo di una musica sinfonica che gronda di citazioni colte. Bach e Beethoven sono le uniche influenze tollerate e in generale l\'ispirazione è concepita in maniera olistica, senza canali privilegiati e senza fratture tra il momento della creazione e quello della sua espressione. La dedica al pittore El Greco, omaggiato con un tributo in musica, è un\'esaltazione dell\'“ethos cosmico” e dell\'ispirazione senza tempo, descrivendo la figura dell\'artista come il creatore e il rivelatore di un\'armonia nascosta nelle cose. Le due versioni (1993 e 2001) della sinfonia Mythodea sono la massima traduzione musicale di questo pensiero. Il mito è sentito come una parte “della mia connessione con la memoria, che può essere più forte della stessa conoscenza”.

L\'odissea personale sembra finalmente compiuta. Nel 2004 una breve incisione è dedicata alla poesia Itaca di Konstantinos Kavafys, recitata dall\'amico Sean Connery. Nel 2006 Vangelis torna nella sua città natale, Agria, chiedendo come dono un ramoscello d\'ulivo. “Di tutti i premi che ho ricevuto questo è il più grande”, dice commosso durante la cerimonia di benvenuto. L\'anno successivo viene annunciata la nascita della Fondazione per la Ricerca, la Musica e la Scienza. È un\'organizzazione attraverso la quale Vangelis intende lasciare tutta la sua eredità materiale e spirituale.

Il vasto repertorio di sonorità che contraddistingue ogni creazione di Vangelis, ha reso a quest\'ultimo anche una solida fama mediatica. Documentari, spot pubblicitari, sigle televisive, servizi giornalistici, hanno attinto spesso al vastissimo repertorio di quest\'artista. Alcuni brani sono considerati dei veri e propri inni per eventi di vario genere, tra cui ricordiamo ancora Momenti di Gloria considerato una sorta di inno alle olimpiadi e allo sport in generale.


Piano dell\'operaPrimo pack (In questa release)
- Vangelis - Discografia (1970-1990)
Sex Power (1970) - Fais que ton reve soit long que la nuit (1971) - Hypothesis (1971, bootleg) - The Dragon (1971, bootleg) - Earth (1973, bootleg) - L\'Apocalypse des animaux (1973) - Albedo 0.39 (1975) - Heaven and Hell (1975) - La fete sauvage (1975) - Ignacio (1977) - Spiral (1977) - Beaubourg (1978) - Sensitivity plus alpha (1978, live in Paris) - China (1979) - London, 1979 (1979, bootleg) - Opera sauvage (1979) - See you later (1980) - The music of cosmos (1981) - Antarctica (1983) - Soil festivities (1984) - The Bounty (1984) - Chariots of fire (1985) - Invisible connections (1985) - Mask (1985) - Direct (1988) - Themes (1989) - The city (1990)

Lossy, Mp3, 160 kbps (N. 186 brani in 1,42 GB, 1.533.271.907 bytes)


Secondo pack (Prossimamente...)
- Vangelis - Discografia (1990-2004)
Event of excellence (1991, bootleg, live in Holland) - 1942, Conquest of paradise (1992) - Blade Runner (1992, official, bootleg e private release) - Voices (1995) - Athens (1996, bootleg) - Oceanic (1996) - Portraits (1996) - Song of the seas (1996, single) - Bitter moon suite (1997, bootleg) - Themes II (1997, bootleg) - El Greco (1998) - Reprise 1990-1999 (1999) - Uncommon tracks (1999) - Collaboration Works (2000) - Dance mixes (2000) - Rare soundtracks (2000) - Mythodea (2001) - Odissey, The definitive collection (2003) - Alexander (2004)

Lossy, Mp3, 160 kbps (N. 285 brani in 1,39 GB, 1.501.663.753 bytes)


Terzo pack (Prossimamente...)
- Vangelis & Others
Vangelis & The Forminx 1965-1968 (Forminx, 1968) - 666 (Aphrodite\'s Child, 1971) - The complete collection (Aphrodite\'s Child, 1996) - Ainsi soit-il (Vangelis & Demis Roussos, 1972) - Magic (Vangelis & Demis Roussos, 1977) - Demis ((Vangelis & Demis Roussos, 1982) - Reflection (Vangelis & Demis Roussos, 1984) - Odes (Vangelis & Irene Papas, 1978) - Rapsodies (Vangelis & Irene Papas, 1986) - Short stories (John & Vangelis, 1980) - The friends of mr. Cairo (John & Vangelis, 1981) - Private collection (John & Vangelis, 1983) - Page of life (John & Vangelis, 1991) - Change we must (John & Vangelis, 1994) - John & Vangelis interview (John & Vangelis, 1998 - bootleg) - The velocity of love (Suzanne Ciani & Vangelis, 1984) - Conquest of paradise (Klaus schulze playing Vangelis, 1993) - A separate affair (Vangelis & Neuronium, 1996)

Lossy, Mp3, 160 kbps (N. 201 brani in 1,03 GB, 1.107.354.088 bytes)




Contenuto della presente Release
[LIST=1]
- Image Link Sex Power (1970) 10 tracce

- Image Link Fais que ton reve soit long que la nuit (1971) 2 tracce

- Image Link Hypothesis (1971, bootleg) 2 tracce

- Image Link The Dragon (1971, bootleg) 4 tracce

- Image Link Earth (1973, bootleg) 5 tracce

- Image Link L\'Apocalypse des animaux (1973) 7 tracce

- Image Link Albedo 0.39 (1975) 9 tracce

- Image Link Heaven and Hell (1975) 2 tracce

- Image Link La fete sauvage (1975) 1 traccia

- Image Link Ignacio (1977) 1 traccia

- Image Link Spiral (1977) 5 tracce

- Image Link Beaubourg (1978) 2 tracce

- Image Link Sensitivity plus alpha (1978, live in Paris) 8 tracce

- Image Link China (1979) 9 tracce

- Image Link London, 1979 (1979, bootleg) 7 tracce

- Image Link Opera sauvage (1979) 7 tracce

- Image Link See you later (1980) 6 tracce

- Image Link The music of cosmos (1981) 6 tracce

- Image Link Antarctica (1983) 8 tracce

- Image Link Soil festivities (1984) 5 tracce

- Image Link The Bounty (1984) 31 tracce in 2 CD

- Image Link Chariots of fire (1985) 7 tracce

- Image Link Invisible connections (1985) 3 tracce

- Image Link Mask (1985) 6 tracce

- Image Link Direct (1988) 12 tracce

- Image Link Themes (1989) 14 tracce

- Image Link The city (1990) 8 tracce

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu