Ebooks

Richard Stallman Software libero,pensiero libero, Pdf Itatntvillage org

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:Richard Stallman Software libero,pensiero libero, Pdf Itatntvillage org

Total Size: 1.05 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 1

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2010-11-30 12:25:38 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-21 08:46:56




Torrent Files List


softlib2.pdf (Size: 1.05 MB) (Files: 2)

 softlib2.pdf

553.60 KB

 softlib1.pdf

520.57 KB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

::->Dettagli<-:::

Autore: Richard Stallman
Titolo: Software libero, pensiero libero
Anno: 2003
Nazionalità: Italiano
Dimensione del file: 1MB
Formato del file Pdf
Tipo di licenza Creative Commons

:::->Trama<-:::

Un libro indispensabile. Poco da dire. Un libro che traduce alcuni dei saggi scritti dal principale teorico del software libero e del Copyleft, ossia uno dei pochissimi che si oppone in modo serio, argomentato e convincente (per me, chiaro) alla tirannia del copyright, o diritto d’autore, quello stesso diritto che in realtà, come dice lo stesso Stallman, è ormai diventato il diritto dell’editore.

Ammetto di essere di parte. Il concetto stesso di copyright mi è ostico. O meglio, trovo ammissibilissimo anzi doveroso il riconoscimento della paternità di un’opera e il difendere la creatività individuale , ideando tutti gli strumenti legislativi con cui impedire il furto e lo sfruttamento di idee da parte di terzi. Ma trovo anche pervertito in modo allucinante il concetto di diritto d’autore in questa nostra società. Stallman parte della sua esperienza relativa al free software, ossia software non solo distribuito liberamente ma anche con il codice sorgente noto ed accessibile a chiunque lo utilizzi, per arrivare a porre in discussione il concetto di copyright in senso generale, ossia su ogni creazione dell’ingegno.

Molto interessante è la chiarificazione su cosa voglia dire realmente free software. Un software free (libero) non è automaticamente un software gratuito. Stallman ritiene perfettamente lecito un uso commerciale di software free. Posso accedere gratuitamente a un programma free, averne il codice sorgente, modificarlo secondo le mie necessità e fare tutto questo da solo, senza pagare nessuno. Oppure posso pagare qualcuno per averlo, installarlo, modificarlo, e curarne la gestione.

Pagare per un prodotto free non è contraddittorio. È solo un’altra opzione, un’altra libertà di scelta.

Importante a questo riguardo è il breve saggio La definizione di software libero, che spiega con chiarezza come software libero non significhi software non commerciale.

Il libro si divide in due parti, la prima Il progetto GNU e il software libero tratta in modo più specifico temi legati all’informatica e alla programmazione. Nella seconda, Copyright, copyleft e brevetti, Stallman affronta di petto il problema del diritto d’autore nella nostra società e scardina alla base (per me, ovvio) tutta una serie di pregiudizi e cliché.

Stallman afferma che esiste un diritto prioritario a tutti gli altri, ossia il diritto dei lettori a ricevere dei benefici dai lavori degli autori. Il diritto degli autori (o come dice Stallman in realtà degli editori) non è pari a questo. Non esiste un equilibrio tra diversi diritti da dover raggiungere. Il diritto principale, a cui tutti gli altri devono rapportarsi e conformarsi è quello dei lettori. Gli autori (ma il realtà gli editori) devono subordinare il loro diritto a quello dei lettori di ricevere il beneficio massimo dai loro lavori. Stallman basa la sua riflessione sulla costituzione degli Stati Uniti, e conclude che per i fondatori degli Stati Uniti il copyright non è un diritto naturale degli autori, ma solo una condizione artificiale che viene concessa per il bene del progresso e dei lettori.

Per Stallman una politica che ripensi il copyright non può prescindere da due elementi : a- diminuzione della durata del copyright sulle opere, che ora si aggira all’incirca su un secolo. Dieci anni per Stallman possono essere un tempo sufficiente, dati i cicli vitali dell’industria letteraria. B – diversificazione della durata per diversi tipi di opera letteraria, visiva, o musicale. Romanzi, saggi, dizionari, possono avere copyright di durate diverse. Una maggiore flessibilità legislativa è, secondo Stallman, fonte di maggiori benefici per i lettori.
Un altro elemento sottolineato da Stallman è la necessità di affermare la libertà di riprodurre parzialmente o totalmente, anche quando un’opera è pubblicata sotto copyright. Dovrebbe essere consentita la copia e la distribuzione tra singoli individuo a livello occasionale, privato e in piccole quantità. Che dire? Io sono totalmente d’accordo. Il mercato verrebbe distrutto? Non credo.
Come dice argutamente Stallman ogni tot anni le opere particolarmente richieste sono sempre o quasi rimesse sul mercato in versioni aggiornate, rivedute e sostanzialmente diverse. Chi desidera “l’ultima versione” di X, o di Y prenderà la versione appena uscita e coperta da copyright.
La riproduzione e la distribuzione a livello privato e tra singoli individui non intacca i conti degli editori, e permette una diffusione maggiore delle opere con beneficio del lettore.

Questo libro dice molte altre cose, e sinceramente mi sembrano tutte sensate. Il problema è che il dibattito sul copyright, sul diritto d’autore, sul diritto alla riproduzione è inquinato da interessi commerciali fortissimi da parte degli editori, che dicendo di lottare per proteggere la creatività e gli autori in realtà fanno solo i loro interessi, spesso facendo approvare dai parlamenti leggi sul copyright a dir poco repressive.

Consiglio questo volumetto a tutti, anche a chi è in disaccordo con le tesi espresse da Stallman. Sarebbe un’occasione non per cambiare idea ovvio (ognuno ha il diritto alle proprie opinioni a riguardo) , ma quantomeno per avere chiaro cosa significa in realtà ripensare e ridimensionare il copyright. E tutti noi sappiamo quanto sia utile e necessaria la chiarezza di idee e argomenti se si vuole un dibattito costruttivo non solo su questo, ma su qualsiasi argomento.

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu