Audio books

P Levi Se Questo eun Uomo MP3 ITAabookTntvillage Scambioetico

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
P Levi Se Questo eun Uomo MP3 ITAabookTntvillage Scambioetico

Free and Direct Download with Usenet 300GB+ free


Torrent info

Name:P Levi Se Questo eun Uomo MP3 ITAabookTntvillage Scambioetico

Total Size: 187.52 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 8

Leechers: 1

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2010-12-31 12:00:07 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-20 15:53:30




Torrent Files List


14_SeQuestoEunUomo.mp3 (Size: 187.52 MB) (Files: 22)

 14_SeQuestoEunUomo.mp3

7.06 MB

 05_SeQuestoEunUomo.mp3

9.36 MB

 07_SeQuestoEunUomo.mp3

8.08 MB

 08_SeQuestoEunUomo.mp3

9.01 MB

 20_SeQuestoEunUomo.mp3

8.71 MB

 21_SeQuestoEunUomo.mp3

9.02 MB

 13_SeQuestoEunUomo.mp3

8.63 MB

 17_SeQuestoEunUomo.mp3

8.50 MB

 22_SeQuestoEunUomo.mp3

8.23 MB

 19_SeQuestoEunUomo.mp3

8.12 MB

 06_SeQuestoEunUomo.mp3

7.99 MB

 12_SeQuestoEunUomo.mp3

9.06 MB

 10_SeQuestoEunUomo.mp3

9.71 MB

 01_SeQuestoEunUomo.mp3

8.15 MB

 02_SeQuestoEunUomo.mp3

9.02 MB

 15_SeQuestoEunUomo.mp3

7.76 MB

 09_SeQuestoEunUomo.mp3

8.47 MB

 11_SeQuestoEunUomo.mp3

8.58 MB

 03_SeQuestoEunUomo.mp3

8.72 MB

 04_SeQuestoEunUomo.mp3

7.92 MB

 16_SeQuestoEunUomo.mp3

8.79 MB

 18_SeQuestoEunUomo.mp3

8.64 MB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

P. Levi - Se Questo e' un Uomo [MP3-ITA]abook [Tntvillage.Scambioetico]

Visit this link: More info on this torrent

Visit this info link: Link Image Link

§§ "Se Questo è un Uomo" di Primo Levi §§
Letto da: Valentina Carnelutti

Image Link

Image Link

Autore: Primo Levi
Titolo: Se Questo è un Uomo
Dimensione del file: 187.5 Mb
Formato del file: mp3
Qualità (Bitrate): 64 kbps
lingua: italiano
Genere: Romanzo / Storico
Anno prima pubblicazione: 1947

Da: Il 3' Anello - Ad Alta Voce - Radio Tre (Gennaio 2004)
Legge: Valentina Carnelutti
Introduzione: Eraldo Affinati
Riduzione: --
Traduzione: --
regia di: Adelchi Battista
coordinamentoi: Fabiana Carabolante

- Tracklist -
- n.22 Capitoli formato mp3
Image Link

« Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.»

Se questo è un uomo è un romanzo di testimonianza, o in altre parole, un romanzo autobiografico di Primo Levi scritto tra il dicembre 1945 ed il gennaio 1947. Rappresenta una testimonianza intensa e toccante dell'esperienza dell'autore nel campo di concentramento di Auschwitz. Levi ebbe infatti la fortuna di sopravvivere alla deportazione nel campo di Monowitz - lager satellite del complesso di Auschwitz e sede dell'impianto Buna-Werke proprietà della I.G. Farben.
[Wikipedia]
La trama di questo romanzo è la Storia, la Memoria, e il Dolore. Una Testimonianza.
La Storia di un Atroce Secolo e Umanità
La Memoria che troppo facilmente svanisce nella nebbia insondabile dell'incoscienza e del vago che non tocca più l'anima
Il Dolore di una moltitudine di uomini donne e bambini, non fermato, non sentito, non bloccato ad allora ma che Deve essere ancora vivo.
[personale]

Image Link
È molto importante, da parte dell'autore, lo scopo di alternare la testimonianza del vissuto ad altri scorci in cui egli assume la prospettiva dello scienziato (si ricorda che Primo Levi era un chimico e che svolse queste mansioni anche nel campo di concentramento):la società dei detenuti funziona secondo regole complesse ed incomprensibili per chi vi è appena arrivato.
Ricoprono tra l'altro un ruolo di primo piano le descrizioni dei rapporti sociali: Levi si concentra spesso sulla psicologia e sulle dinamiche di gruppo dei detenuti, indicando come alcune regole di fratellanza o di civile convivenza vengano, per cause di forza maggiore, messe a tacere. Hanno del resto un ruolo di primo piano le doti di carattere, gli stratagemmi ed i sotterfugi necessari per appartenere al gruppo dei privilegiati che sopravviveranno, se non all'intera durata della detenzione, almeno al prossimo periodo di crisi e terrore. La morte è sempre presente, viene però vissuta come un evento ineluttabile della quotidianità. Tra le righe, e forse anche oltre, troviamo anche momenti di speranza, eventi che capitano e che ricordano ai protagonisti che forse non tutto è perduto e che comunque, come dice l'autore, sia la felicità che l'infelicità non sono perfette e nelle imperfezioni di queste sono nascosti dramma e speranza.

Come spiega l'autore, l'enunciazione di eventi e situazioni segue tendenzialmente l'ordine cronologico, nonostante vi siano numerose eccezioni.

* Il primo capitolo (Il viaggio) spiega la situazione degli ebrei italiani deportati a Fossoli nel campo di transito. Il trasferimento in Germania è comunque imminente, e la maggior parte dei prigionieri sa di andare incontro alla morte quasi sicura. Il treno fa tappa al Brennero, a Salisburgo, a Vienna e ancora in Polonia. Nella carrozza ferroviaria, i deportati vengono trasportati in condizioni disumane, sicché parecchi di loro muoiono.

* Nel secondo e nel terzo capitolo (Sul fondo ed Iniziazione) vengono descritte le prime scene nel campo di concentramento. A ciascuno dei prigionieri, chiamati in tedesco Häftling, viene assegnato un numero che costituisce a partire da subito il suo nuovo nome. Si tratta di un nome carico peraltro di significati fin dall'inizio. Al suo arrivo, il protagonista ignora ancora che grazie a quelle cifre è possibile stabilire provenienza e grado di anzianità dei vari prigionieri. Fin troppo in fretta si apprendono le prime leggi del campo, come quella di non fare domande, di fingere di capire tutto, di saper apprezzare il valore di oggetti essenziali alla sopravvivenza come le scarpe ed il cucchiaio. Primo Levi tiene molto a spiegare il variegato panorama linguistico delle varie comunità etniche, compreso l'uso di termini specifici tedeschi in tutte le lingue. Vengono inoltre illustrate le funzioni delle varie baracche, i cosiddetti Block che formano il lager.

* Ka-Be è il nome dell'infermeria (baracca del Krankenbau), che dà il titolo al capitolo successivo. In seguito ad un problema al piede, Levi viene assegnato a questo blocco, fatto che gli concede di una sorta di tregua, ma non di speranza. Come dovrà capire, il numero che il protagonista porta tatuato sul braccio si trova di poco al di sotto di duecentomila: dato che il campo ospita poche decine di migliaia di persone, è logico che centinaia di migliaia di persone sono state uccise o sono morte di stenti. Del resto, nel campo regna qualcosa come la certezza matematica che la maggior parte delle persone ancora vive è destinata a morire a medio termine. È questo quanto un gruppo di prigioneri ebrei fa capire a Levi, non senza fargli sentire un certo disprezzo (dovuto al fatto che il protagonista è italiano e quindi non parla la loro lingua, l'yiddish).

* Il capitolo Le nostre notti contiene tra l'altro una celebre pagina in cui il protagonista illustra il suo dormiveglia, una situazione nella quale i confini tra realtà e sogno si dissolvono. Si tratta dunque di un sonno che non regalerà mai il necessario riposo.

* Il lavoro illustra tra l'altro la scarsa predisposizione di Levi ai lavori pesanti: dovendo trasportare carichi di grosse dimensioni, il protagonista rischia di morire estenuato. Ciononostante, Levi approfitta della solidarietà del compagno Resnyk, il quale lo aiuta generosamente nei compiti più gravosi.

* Il capitolo successivo, Una buona giornata, presenta una nuova fase di tregua nella vita del lager. Il fatto di poter mangiare a sazietà costituisce un evento eccezionale per i prigionieri, dato che le dosi stabilite legalmente non coprono il fabbisogno energetico giornaliero. La parvenza di un minimo di normalità, d'altro canto, favorisce il riemergere della tristezza, altrimenti rimossa durante le giornate dominate dalle percosse, dalla fame e dalla spossatezza.

* Il titolo Al di qua del bene e del male allude all'opera Al di là del bene e del male di Nietzsche. Al contrario dell'eroe niciano, il prigioniero del lager viene presentato nella sua nullità. Questo capitolo illustra soprattutto il significato e le ripercussioni di un fatto apparentemente banale come il cambio della biancheria (il cosiddetto Wäschetauschen). Infatti, il lager dispone di una vera e propria borsa soggetta a regole descrivibili con una certa precisione, e sul mercato del lager le camicie dei prigionieri vengono utilizzate come merce di scambio. Si tratta di oggetti il cui prezzo è soggetto a sbalzi e ad improvvise cadute, in funzione dei capricci del mercato: oltre ai meccanismi di domanda e offerta, giocano un ruolo molto importante le manovre di speculazione messe in atto dai prigionieri.

* Uno dei capitoli di maggiore importanza è senza dubbio quello dedicato a i Sommersi ed i salvati: Levi spiega come questa distinzione (tra candidati alla sopravvivenza o alla morte) sia per lui di importanza assai maggiore rispetto a quelle di bene e di male (praticamente impossibili da definire in maniera obiettiva). Passa quindi ad illustrare il curriculum di alcuni detenuti a mo' di exempla. Il miglior modo per sopravvivere è senza dubbio quello di conquistarsi un posto al sole facendosi incaricare di mansioni speciali, diventando ad esempio un cosiddetto Kapò. La maniera ideale per far parte dei votati alla morte sicura è invece quello di adattarsi alle regole ufficiali del campo, per poi indebolirsi lentamente a causa dell'esaurimento, della denutrizione e delle malattie.

* Esame di chimica: in seguito a questa prova sostenuta presso il dottor Pannwitz, Levi viene ammesso alle mansioni di laboratorio. È questo uno dei principali fattori a garantirne la sopravvivenza nel lager, sottraendolo al destino dei cosiddetti Muselmänner, cioè dei votati alla morte certa.

* Il capitolo Il canto di Ulisse è ispirato al ventieseiesimo canto dell'inferno, in cui viene narrata la vicenda umana di Ulisse, guidato - come Dante e come Levi - dalla sete di sapere: il protagonista cerca di ricordarsi i versi danteschi e di tradURLi ad un suo compagno di prigionia.

* I fatti dell'estate: questo capitolo di riferisce al tracollo militare dei tedeschi, fatto peraltro noto ai prigionieri. Neanche alla fine della guerra, dopo lo sbarco in Normandia e la gigantesca controoffensiva sovietica in Russia si sviluppa tra gli Häftling una speranza duratura: i fronti alleati sono infatti lontanissimi, mentre la necessità di risolvere gli impellenti problemi della sopravvivenza quotidiana continua ad essere onnipresente.

* Ottobre 1944 illustra la sopravvivenza di Levi ad una retata di selezione da parte dei nazisti, mentre il capitolo Kraus propone il ritratto di un prigioniero del lager.

* Die drei Leute vom Labor (le tre persone del laboratorio) descrive alcune impressioni sulla nuova vita da chimico del protagonista, senza tuttavia approfondire le funzioni specifiche del laboratorio. La presenza di tre donne crea un effetto estraniante.

* Ne L'ultimo viene rappresentata la figura amica di Alberto, già nota dai capitoli precedenti. Costituisce di una specie di alter ego per il protagonista. Si tratta di un personaggio sempre solidale ed estremamente ricco di inventiva e diplomazia, nonché di una figura assai amata nel campo.

* Scritto sotto forma di diario, Storia di dieci giorni costituisce l'epilogo della vicenda. Siccome l'arrivo dell'Armata Rossa è oramai imminente, i tedeschi decidono di evacuare il campo facendo partire da Auschwitz almeno i prigionieri sani. Dato che si è ammalato di scarlattina e che al momento è in preda alla febbre, Levi è ricoverato e viene escluso dal trasferimento, senza sapere che però questa spedizione finirà per portare i prigionieri verso la morte. È con tutta probabilità questa la sorte riservata ad Alberto. Sopravviveranno invece gli Häftling che, come Primo, sono malati e rimangono nel campo per assistere, il 27 gennaio 1945, all'arrivo dei sovietici.

[Wikipedia]

***** °°°° ***** °°°° *****

..::Note::..

Ringrazio:
Il terzo anello, per l'abook,
wikipedia, per le informazioni riportate e la voce dedicata all'opera
imageshack, che permette di abbellire un poco la grafica;

e TNTvillage che ci ospita e incentiva;


Image Link

§§ Buon Ascolto!!! §§

Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu