Other

Vajont Orazione Civile, DVD5 Ita Ac3tntvillage scambioetico org

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
Vajont Orazione Civile, DVD5 Ita Ac3tntvillage scambioetico org

Free and Direct Download with Usenet 300GB+ free


Torrent info

Name:Vajont Orazione Civile, DVD5 Ita Ac3tntvillage scambioetico org

Total Size: 4.36 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 2

Leechers: 2

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 0000-00-00 00:00:00 (Update Now)

Torrent added: 2008-11-12 16:48:05




Torrent Files List


Vajont Orazione Civile.rar (Size: 4.36 GB) (Files: 1)

 Vajont Orazione Civile.rar

4.36 GB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

Vajont Orazione Civile, [DVD5 - Ita Ac3][tntvillage.scambioetico.org]

DESCRIZIONE / DATI TECNICI

Titolo: Vajont orazione civile
Anno di pubblicazione: 1997
Genere: Teatro
Produzione: EMI
Cover: Inclusa
Durata: 2:35:54
Lingua: Italiano
Sottotitoli: Nessuno
Formato video: PAL 4:3
Formato audio: AC3/2
Extra: Nessuno

RECENSIONE

Il racconto del Vajont è la testimonianza laica di un attore-narratore, Marco Paolini nell’anniversario di una “tragedia tipicamente italiana, che passa per la distruzione della civiltà contadina in nome del progresso”. Tra gli extra del dvd, flmati di repertorio della Rai, una galleria fotografica e la biografia di Marco Paolini.
La tragedia :
La frana che si staccò alle ore 22.39 dalle pendici settentrionali del monte Toc precipitando nel bacino artificiale sottostante aveva dimensioni gigantesche. Una massa compatta di oltre 270 milioni di metri cubi di rocce e detriti furono trasportati a valle in un attimo, accompagnati da un'enorme boato. Tutta la costa del Toc, larga quasi tre chilometri, affondò nel bacino sottostante. La forza d'urto della massa franata creò due ondate. La prima, a monte, fu spinta ad est verso il centro della vallata del Vajont che in quel punto si allarga. Spazzò via le frazioni più basse lungo le rive del lago, quali Frasègn, Le Spesse, Cristo, Pineda, Ceva, Prada, Marzana e San Martino.
La seconda ondata si riversò verso valle superando lo sbarramento artificiale, innalzandosi sopra di esso fino ad investire le case più basse del paese di Casso. L'ondata, forte di più di 50 milioni di metri cubi, scavalcò la diga precipitando a piombo nella vallata sottostante. Allo sbocco della valle l'onda era alta 70 metri. Il greto del Piave fu raschiato dall'onda che si abbatté con inaudita violenza su Longarone. Case, chiese, porticati, alberghi, osterie, monumenti, statue, piazze e strade furono sommerse dall'acqua. Quando l'onda perse il suo slancio andandosi ad infrangere contro la montagna, iniziò un lento riflusso verso valle: una azione non meno distruttiva, che scavò in senso opposto alla direzione di spinta.
Altre frazioni del circondario furono distrutte, totalmente o parzialmente: Rivalta, Pirago, Faè e Villanova nel comune di Longarone, Codissago nel comune di Castellavazzo. Il Piave, diventato una enorme massa d'acqua silenziosa, tornò al suo flusso normale solo dopo una decina di ore.

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu