Documentary

La storia siamo noi La Divisione Acqui, DivX Ita Mp3 Tntvillage Scambioetico

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:La storia siamo noi La Divisione Acqui, DivX Ita Mp3 Tntvillage Scambioetico

Total Size: 391.84 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2014-02-15 09:30:51 (Update Now)

Torrent added: 2008-11-12 16:37:23




Torrent Files List


La storia siamo noi-La divisione Acqui.avi (Size: 391.84 MB) (Files: 1)

 La storia siamo noi-La divisione Acqui.avi

391.84 MB
 

Announce URL:

Torrent description

La storia siamo noi - La Divisione Acqui, [DivX - Ita Mp3] [Tntvillage.Scambioetico]

Visit this link: &sb=1&sd=0&cat=0]More info on this torrent

Visit this link: All My Torrent


[url=La storia siamo noi   La Divisione Acqui, DivX   Ita Mp3 Tntvillage Scambioetico preview 0]Image Link[/url]
Clicca sul Banner sopra e partecipa attivamente al
Progetto del Ciclo La Guerra degli Italiani


Link alla Presentazione e alle Releases del Ciclo

Posted by


Image Link


Image Link



L’ECCIDIO DELLA DIVISIONE ACQUI
La storia siamo noi

Image Link



Image LinkImage LinkImage LinkImage Link


Da sinistra a destra :il generale Antonio Gandin, i maggiori Klebe e Von Hirschfeld e il capitano Apollonio


- Scheda tecnica del filmato -



Titolo:La Divisione Acqui
Serie Tv: La storia siamo noi
Emittente: Rai3
Trasmesso: XX/XX/XX
Genere: Documentario storico
Conduttore: Giovanni Minoli
Audio: Italiano
Sottotitoli: n.d.



- Trama -

L’8 settembre 1943 la Divisione Acqui che, forte di 525 ufficiali e 11.500 soldati, presidiava le isole di Cefalonia e Corfù agli ordini del generale Antonio Gandin, si trovò di fronte alla consueta alternativa: o arrendersi e cedere le armi ai tedeschi o affrontare la resistenza armata, sapendo di non poter contare su alcun aiuto esterno. Tra il 9 e l’11 settembre si svolsero estenuanti trattative tra Gandin e il tenente colonnello tedesco Barge, che intanto fece affluire sull’isola nuove truppe. L’11 settembre arrivò l’ultimatum tedesco, con l’intimazione a cedere le armi.
All’alba del 13 settembre batterie italiane aprirono il fuoco su due grossi pontoni da sbarco carichi di tedeschi. Barge rispose con un ulteriore ultimatum, che conteneva la promessa del rimpatrio degli italiani una volta arresi. Gandin chiese allora ai suoi uomini di pronunciarsi su tre alternative: alleanza con i tedeschi, cessione delle armi, resistenza. Tramite un referendum i soldati scelsero all’unanimità di resistere.
Il 15 settembre cominciò la battaglia che si protrasse sino al 22 settembre, con drastici interventi degli aerei Stukas che mitragliarono e bombardano le truppe italiane. I nostri soldati si difesero con coraggio, ma non ci fu scampo: la città di Argostoli distrutta, 65 ufficiali e 1.250 i soldati caduti in combattimento.
L’Acqui si dovette arrendere, la vendetta tedesca fu spietata e senza ragionevole giustificazione. Il Comando superiore tedesco ribadì che "a Cefalonia, a causa del tradimento della guarnigione, non devono essere fatti prigionieri di nazionalità italiana, il generale Gandin e i suoi ufficiali responsabili devono essere immediatamente passati per le armi secondo gli ordini del Führer".
Il 24 settembre Gandin venne fucilato alla schiena; in una scuola 600 soldati italiani con i loro ufficiali furono falciati dal tiro delle mitragliatrici; 360 ufficiali furono uccisi a gruppetti nel cortile della casetta rossa. Questi gli ordini del generale Hubert Lanz, responsabile dell’eccidio: "Gli ufficiali che hanno combattuto contro le unità tedesche sono da fucilare con l’eccezione di: 1) fascisti, 2) ufficiali di origine germanica, 3) ufficiali medici, 4) cappellani. 5) fucilazioni fuori dalla città, nessuna apertura di fosse, divieto di accesso ai soldati tedeschi e alla popolazione civile. 6) nessuna fucilazione sull’isola, portarsi al largo e affondare i corpi in punti diversi dopo averli zavorrati".
Alla fine saranno 5.000 i soldati massacrati, 446 gli ufficiali; 3.000 superstiti, caricati su tre piroscafi con destinazione i lager tedeschi, scomparirono in mare affondati dalle mine. In tutto 9.640 caduti, la Divisione Acqui annientata.
Molti dei superstiti dell’eccidio si rifugiarono nelle asperità dell’isola e continuarono la resistenza nel ricordo dei compagni trucidati e si costituirono nel raggruppamento Banditi della Acqui, che fino all’abbandono tedesco di Cefalonia si mantenne in contatto con i partigiani greci e con la missione inglese operando azioni di sabotaggio e fornendo preziose informazioni agli alleati.


Image Link


Questo e' il testo integrale della lettera del gen. Gandin consegnata il 14 settembre del 1943 al Comandante del Presidio tedesco di Cefalonia ten. col. Barge, conservata nell'archivio militare tedesco di Friburgo

"...Vi comunico che i miei 11.500 '' figli di mamma' '' si sono ammutinati..." Per la prima volta nella storia militare universale un generale comunica al nemico ( peraltro mentendo!!!) che la propria Divisione si e' ammutinata: '' La divisione si rifiuta di eseguire il mio ordine di concentrarsi nella zona di Sami poiche' essa teme, nonostante tutte le promesse tedesche, di essere disarmata o di essere lasciata sull'isola come preda per i Greci o ancora peggio di essere portata non in Italia ma sul continente greco per combattere contro i ribelli. Percio' gli accordi di ieri con lei non sono stati accettati dalla Divisione. La divisione vuole rimanere nelle sue posizioni fino a quando non ottiene assicurazione, con garanzie che escludano ogni ambiguita' - come la promessa di ieri mattina che subito dopo non e' stata mantenuta - che essa possa mantenere le sue armi e le sue munizioni e che solo al momento dell'imbarco possa consegnare le artiglierie ai tedeschi. La divisione assicurerebbe, sul suo onore e con garanzie, che non impiegherebbe le sue armi contro i tedeschi. Se cio' non accadra', la divisione preferira' combattere piuttosto di subire l'onta della cessione delle armi ed io, anche se con dolore, rinuncero' definitivamente a trattare con la parte tedesca, finche' rimango al vertice della mia divisione. Prego darmi risposta entro le ore 16,00. Nel frattempo le truppe provenienti da Lixuri non debbono essere portate ulteriormente avanti e quelle di Argostoli non debbono avanzare, altrimenti ne possono derivare gravi incidenti. Il Generale comandante della Divisione Acqui gen. Gandin ''. (Questo e' il testo integrale della lettera del gen. Gandin consegnata il 14 settembre del 1943 al Comandante del Presidio tedesco di Cefalonia ten. col. Barge, conservata nell'archivio militare tedesco di Friburgo).


- Scheda tecnica del DivX<:::


Dimensione: 391MB
Durata: 00:52:32
Sezione video: 368MB (93,96%)
Sezione audio: 21MB(5,37%)
Video Codec: Dvix 5.0
Video Bitrate: 979 kb/s
Risoluzione: 720x576
FPS (Frames/sec):25
QF (Frame quality): 0,094 b/p
Audio Codec: Mp3
Audio Bitrate: 56kb/s
Freq Audio: 24.000Hz

*Note: Orari di seed 19,00-6,00 e banda disponibile 20kb

* Le mie rele

- Babysitting & Reseed -
- Ti piace questa release e vuoi adottarla per garantirne la condivisione anche in futuro, evitando che muoia? Allora clicca qui!
- Vuoi sapere se questa release è stata adottata da qualche Babysitter? Allora clicca qui!
- Non ci sono più seed e hai bisogno di scaricare questa release, ma hai già controllato e non è stata adottata da nessuno? Allora leggi questa guida!


Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu