Sports related

USA Spagna Finale Olimpiadi Baskettntvillage scambioetico org

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
USA Spagna Finale Olimpiadi Baskettntvillage scambioetico org

Free and Direct Download with Usenet 300GB+ free


Torrent info

Name:USA Spagna Finale Olimpiadi Baskettntvillage scambioetico org

Total Size: 4.44 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2013-07-31 21:24:14 (Update Now)

Torrent added: 2008-10-28 08:41:12




Torrent Files List


Beijing 2008 Olympic Games - Men's Basketball Gold Medal - USA vs Spain - 1080p x264 2.0 AAC - [Alien].mp4 (Size: 4.44 GB) (Files: 1)

 Beijing 2008 Olympic Games - Men's Basketball Gold Medal - USA vs Spain - 1080p x264 2.0 AAC - [Alien].mp4

4.44 GB
 

Announce URL:

Torrent description

USA-Spagna Finale Olimpiadi Basket [tntvillage.scambioetico.org]



C.U.R.A. presenta:

CICLO BASKET NBA

USA - SPAGNA FINALE OLIMPIADI 24 - 08 -2008

by sasytherev


Dream team

Il Dream Team (la squadra dei sogni) è il soprannome che venne dato alla squadra statunitense di pallacanestro che vinse la medaglia d'oro alle Olimpiadi estive di Barcellona 1992. Un nuovo regolamento permetteva agli atleti professionisti di giocare alle Olimpiadi e rese possibile ai milionari del basket professionistico statunitense di prendervi parte. La squadra si qualificò per i Giochi con un record di sei vittorie e nessuna sconfitta nel torneo di qualificazione delle Americhe.


Formazione

Il team era composto da 12 tra i cestisti migliori nella storia di questo sport, molti dei quali parte della prestigiosa Basketball Hall of Fame:

* Charles Barkley, dei Phoenix Suns
* Larry Bird, dei Boston Celtics
* Clyde Drexler, dei Portland Trail Blazers
* Patrick Ewing, dei New York Knicks
* Magic Johnson, dei Los Angeles Lakers
* Michael Jordan, dei Chicago Bulls
* Christian Laettner, dalla Duke University
* Karl Malone, degli Utah Jazz
* Chris Mullin, dei Golden State Warriors
* Scottie Pippen, dei Chicago Bulls
* David Robinson, dei San Antonio Spurs
* John Stockton, degli Utah Jazz

A causa di questa formazione di stelle, le partite della squadra iniziavano di solito con la squadra avversaria che scattava foto ai propri idoli.

Sfortunatamente, questa squadra straordinaria venne tenuta sotto il limite massimo della sua potenziale grandezza dall'obbligo di inserire un collegiale, Laettner, ancora privo di esperienza professionistica, al posto di giocatori più qualificati, come Isiah Thomas, o Dominique Wilkins. Laettner era comunque un eccellente giocatore a livello universitario ed ebbe in seguito una discreta carriera in NBA; tuttavia di fronte a tanti mostri sacri di questo sport non poteva che essere l'anello debole del team.

La squadra vinse tutte le partite con margini abissali, viaggiando ad una paurosa media di quasi 44 punti di distacco inflitti e battendo la Croazia nella partita che valeva la medaglia d'oro di 32 punti. Mentre l'opportunità di veder giocare assieme i più grandi giocatori del momento venne apprezzata, non fu così per l'attitudine con cui la squadra talvolta tendeva a sminuire gli avversari.

Curiosità: Stockton fu l'unico membro del Dream Team ad indossare il suo solito numero (il 12) alle Olimpiadi. In effetti era l'unico che poteva indossarlo. Nei tornei internazionali i numeri delle maglie dei giocatori vanno solo dal 4 al 15; gli altri componenti della squadra di solito giocavano con dei numeri che erano fuori dall'intervallo consentito. Questo era l'elenco dei numeri del "Dream Team": 4 Laettner; 5 Robinson; 6 Ewing; 7 Bird; 8 Pippen; 9 Jordan; 10 Drexler; 11 Malone; 12 Stockton; 13 Mullin; 14 Barkley; 15 Johnson. Stockton, inoltre, fu il giocatore che mantenne l'ultimo possesso della partita conclusiva, conquistando il diritto di portare a casa il pallone della finale.


Coaching Staff

* Allenatore capo: Chuck Daly, New Jersey Nets
* Assistente allenatore: Lenny Wilkens, Cleveland Cavaliers
* Assistente allenatore: P. J. Carlesimo, Seton Hall University (NJ)
* Assistente allenatore: Mike Krzyzewski, Duke University (NC)
* Medico di squadra: David Fischer, Minneapolis, MN
* Medico di squadra: Steve Lombardo, Los Angeles Lakers
* Medico di squadra: Norman Scott, New York Knicks
* Preparatore altetico: Ed Lacerte, Boston Celtics


Risultati del torneo di qualificazione

* USA 136 Cuba 57
* USA 105 Canada 61
* USA 112 Panama 52
* USA 128 Argentina 87
* USA 119 Porto Rico 81
* USA 127 Venezuela 80


Risultati alle Olimpiadi di Barcellona 1992

* USA 111 Francia 71 (preolimpica a Montecarlo)
* USA 116 Angola 48
* USA 103 Croazia 70
* USA 111 Germania 68
* USA 127 Brasile 83
* USA 122 Spagna 81
* USA 115 Porto Rico 77
* USA 127 Lituania 76
* USA 117 Croazia 85


Gli altri "Dream Team"

Anche alle successive squadre nazionali degli Stati Uniti venne affibbiato il nomignolo di "Dream Team". Ai Mondiali del 1994 gli Stati Uniti presentarono una squadra formata da: numero 4 Joe Dumars, 5 Mark Price, 6 Derrick Coleman, 7 Shawn Kemp, 8 Steve Smith, 9 Dan Majerle, 10 Reggie Miller, 11 Kevin Johnson, 12 Dominique Wilkins, 13 Shaquille O'Neal, 14 Alonzo Mourning, 15 Larry Johnson. Gli USA vinsero il torneo, ma non ressero il paragone con il Dream Team precedente. L'unica squadra in grado di competere con quella del '92 fu quella del '96 (Olimpiadi di Atlanta). Anch'essa annoverò stelle di primissimo piano: col numero 4 Charles Barkley, poi 5 Grant Hill, 6 Anfernee Hardaway, 7 David Robinson, 8 Scottie Pippen, 9 Mitch Richmond, 10 Reggie Miller, 11 Karl Malone, 12 John Stockton, 13 Shaquille O'Neal, 14 Gary Payton, 15 Hakeem Olajuwon. Barkley, Robinson, Pippen, Malone e Stockton erano i reduci del primo Dream Team.

Dal 2000, invece, si preferì puntare su giocatori dell'NBA anche di livello medio. Tolti due fuoriclasse nel proprio ruolo (Kidd playmaker e Mourning centro), gli altri membri erano di livello molto inferiore alle squadre Usa precedenti. Ciò ha portato a risultati molto meno straordinari (sfiorando la sconfitta contro la Lituania alle Olimpiadi di Sidney, poi vinte in finale contro la Francia, e ottenendo un imbarazzante sesto posto ai Campionati del Mondo del 2002, giocati per di più in casa), che fanno ritenere che il nomignolo non sia più appropriato.

La squadra che disputò le Olimpiadi di Sidney 2000 era composta da: 4 Steve Smith, 5 Jason Kidd, 6 Allan Houston, 7 Alonzo Mourning, 8 Tim Hardaway, 9 Vince Carter, 10 Kevin Garnett, 11 Vin Baker, 12 Ray Allen, 13 Antonio McDyess, 14 Gary Payton, 15 Shareef Abdur-Rahim.

La squadra allestita per i Mondiali 2002, probabilmente la più debole e che riportò infatti il peggior piazzamento per una squadra americana, annoverava invece: 4 Michael Finley, 5 Baron Davis, 6 Andre Miller, 7 Jermaine O'Neal, 8 Antonio Davis, 9 Paul Pierce, 10 Reggie Miller, 11 Shawn Marion, 12 Jay Williams (collegiale), 13 Ben Wallace, 14 Elton Brand, 15 Raef LaFrentz.

Visti i recenti insucessi, per le Olimpiadi di Atene 2004 vengono richiamati a rapporto i giocatori di primo piano, molti dei quali però rifiutano la convocazione, chi per infortunio e chi per paura di attentati. Il Dream Team del 2004 si presenta quindi con: 4 Allen Iverson, 5 Stephon Marbury, 6 Dwyane Wade, 7 Carlos Boozer, 8 Carmelo Anthony, 9 LeBron James, 10 Emeka Okafor (collegiale), 11 Shawn Marion, 12 Amare Stoudemire, 13 Tim Duncan, 14 Lamar Odom, 15 Richard Jefferson. Nonostante ciò, il 3 agosto 2004, a Colonia (Germania), nel corso di un torneo preolimpico, arriva anche la prima sconfitta del Dream Team in un incontro amichevole. A battere gli USA è l'Italia, con il punteggio di 95-78. Il risultato suscita scalpore, al punto che la stampa americana ribattezza la selezione USA "Nightmare Team" (squadra da incubo). Alle seguenti Olimpiadi, Atene 2004, la squadra si posiziona al terzo posto, dietro a Argentina ed Italia, con un record di 5 vittorie e 3 sconfitte, confermando quelle che erano le prime impressioni avute dai tornei preolimpici. Stesso discorso vale per i Mondiali di basket del 2006 in Giappone, in cui gli Stati Uniti hanno concluso con un altro terzo posto, dietro a Spagna e Grecia. Gli americani schieravano una formazione di tutto rispetto, ma ciononostante incapace di tornare alle vittoria. I dodici erano: 4 Joe Johnson, 5 Kirk Hinrich, 6 LeBron James, 7 Antawn Jamison, 8 Shane Battier, 9 Dwyane Wade, 10 Chris Paul, 11 Chris Bosh, 12 Amare Stoudemire, 13 Brad Miller, 14 Elton Brand, 15 Carmelo Anthony.

Per estensione il termine "Dream Team" viene talvolta utilizzato per indicare una squadra sportiva che, almeno sulla carta, schiera una rosa di giocatori considerati tra i migliori della specifica disciplina.


Pechino 2008

Lunedì 23 giugno 2008 è stato reso noto il roster dei dodici giocatori convocati per l'olimpiade di Pechino sotto la guida di coach Mike Krzyzewski.

* Jason Kidd, playmaker dei Dallas Mavericks
* Chris Paul, playmaker dei New Orleans Hornets
* Deron Williams, playmaker dei Utah Jazz
* Kobe Bryant, guardia dei Los Angeles Lakers
* Dwyane Wade, guardia dei Miami Heat
* Michael Redd, guardia dei Milwaukee Bucks
* Carmelo Anthony, ala piccola dei Denver Nuggets
* Tayshaun Prince, ala piccola dei Detroit Pistons
* Lebron James, ala piccola dei Cleveland Cavaliers
* Chris Bosh, ala grande dei Toronto Raptors
* Carlos Boozer, ala grande dei Utah Jazz
* Dwight Howard, centro degli Orlando Magic

La squadra è riuscita ad aggiudicarsi la medaglia d'oro il 24 agosto battendo in finale la Spagna con il punteggio di 118-107 (record di punti segnati in una gara olimpica per l’oro). Il miglior marcatore del Team USA nella finale è stato Dwyane Wade con 27 punti (9/12 al tiro), seguito da Kobe Bryant con 20 (11 nell’ultimo quarto), LeBron James con 14, Chris Paul e Carmelo Anthony 13 punti ciascuno.

Questa squadra, considerata la più forte possibile che il Team USA potesse schierare alle olimpiadi cinesi, è stata ribatezzata con un'assonanza al più classico soprannome Dream Team, ossia Redeem Team (Squadra della Redenzione), poiché doveva riconfermarsi campione dopo tante vergognose sconfitte come i Mondiali 2002 ad Indianapolis, le Olimpiadi di Atene 2004 e i Mondiali 2006 in Giappone. Va comunque detto che il team statunitense ha ampiamente meritato l'oro olimpico di Pechino, vincendo tutte le 8 partite del torneo, infliggendo agli avversari uno scarto medio di 28 punti a partita, avvincinandosi ai livelli della nazionale olimpica di Barcellona '92 che vinse allora con uno scarto medio di quasi 44 punti!


Wikipedia


Che dire, questa partita è rimasta davvero nella storia... Spettacolo allo stato puro. Il DT gioca una partita quasi perfetta e la Spagna non è da meno. Peggior uomo in campo, la terna arbtrale, che ha fatto sembrare favorito il team americano. Ma di fronte a tanti campioni, qualsiasi scusa o giustifica, conta poco... Godetevi una delle più belle finali olimpioniche mai disputate dai tempi di Sua Maestà Michael Jordan ad oggi. La qualità è altissima del video, idem per l'audio. ENJOY IT!


Sport: Basket
Titolo evento: USA - SPAGNA FINALE OLIMPICA 24 08 2008
Canale della trasmissione: NBC
Data della trasmissione: 23 08 2008


--- Informazioni sul File ---

Titolo:Beijing 2008 Olympic Games - Men's Basketball Gold Medal - USA vs Spain - 1080p x264 2.0 AAC - [Alien].mp4
Dimensione File (in bytes):4,769,624,336
Durata(hh:mm:ss):1:39:36
Numero di tracce Audio :1

--- Informazioni Video ---

Nome Codec Video:H.264/MPEG-4 AVC
Numero Frame:179089
Larghezza Frame(pixels):1920
Altezza frame(pixels):1080
Display Aspect Ratio ("DAR"):1.778
FPS:29.971
Video Bitrate (kbps):6328
QF:0.102

--- Informazioni Audio Traccia 1 ---

Codec audio: mp4a: MPEG-4 AAC LC
Freq.audio (Hz):22050
Bitrate(kbps):57
Tipo:
Canali:1


Dimensione: 4,44 GB
Durata: 1:39:36
Lingua: Inglese


10-20 kb\s 24 su 24

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu