Drama

[SatRip DivX MP3 ITA]I fratelli Karamazov (Bolchi, 1969)[TNTVillage scambioetico org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:[SatRip DivX MP3 ITA]I fratelli Karamazov (Bolchi, 1969)[TNTVillage scambioetico org]

Total Size: 2.94 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2011-09-01 11:58:20 (Update Now)

Torrent added: 2009-09-10 07:20:45





Torrent Files List


I Fratelli Karamazov (1x7) [byDB7000].avi (Size: 2.94 GB) (Files: 7)

 I Fratelli Karamazov (1x7) [byDB7000].avi

480.00 MB

 I Fratelli Karamazov (2x7) [byDB7000].avi

430.08 MB

 I Fratelli Karamazov (3x7) [byDB7000].avi

575.95 MB

 I Fratelli Karamazov (4x7) [byDB7000].avi

340.46 MB

 I Fratelli Karamazov (5x7) [byDB7000].avi

366.07 MB

 I Fratelli Karamazov (6x7) [byDB7000].avi

329.94 MB

 I Fratelli Karamazov (7x7) [byDB7000].avi

485.80 MB
 

Announce URL:

Torrent description

Visit this link: More info on this torrent

Visit this link: All My Torrent

Visit this info link: Link Image Link


I FRATELLI KARAMAZOV


Image Link


Image Link






Visit the IMDB link: IMDB Link
Visit the filmup link:


















[url=[SatRip   DivX   MP3   ITA]I fratelli Karamazov (Bolchi, 1969)[TNTVillage scambioetico org] preview 0]Image Link


Storico sceneggiato targato Rai

Nel 1969 la Rai mandò in onda \"I fratelli Karamazov\", liberamente ispirato all\'omonimo capolavoro di Fedor M. Dostoevskij.
Lo sceneggiato, in sette puntate, scritto da Diego Fabbri e diretto da Sandro Bolchi, mantenendo fede alle linee-guida del romanzo, ricostruisce la tragica saga familiare della famiglia Karamazov, definita dallo stesso Dostoevskij \"un groviglio di rettili che vorrebbero divorarsi l\'un l\'altro\".
Nella Russia del 1870, Dmitrij Karamazov è ingiustamente accusato di aver ucciso suo padre. Deportato, viene a conoscenza che l\'autore del crimine è il fratellastro Smerdjakov, il quale in preda al rimorso si toglie la vita.
Nello sceneggiato Rai Sandro Bolchi, aiutato dalla buona capacità interpretativa degli attori protagonisti, pone l\'attenzione non solo sui tormentati rapporti tra un padre dispotico e i suoi figli, ma anche, e soprattutto, sulla forza drammatica delle idee e delle azioni dei personaggi.

Qualche notizia su Sandro Bolchi

da http://www.delcinema.it/articoli/2007-06/q...eneggiato_1.php

Quando la fiction si chiamava sceneggiato

Sandro Bolchi da Voghera se n\'è andato all\'età di 81 anni nella sua casa di Roma, città che lo aveva adottato per ragioni professionali, quando, abbandonato il primo amore per il teatro, si era decisamente dedicato a un genere televisivo nuovo per l\'epoca (siamo all\'inizio degli anni Sessanta del secolo scorso): quello dello sceneggiato televisivo. Una, forse la più felice particolarità della Tv italiana degli anni «eroici».
Con Bolchi, che da anni non riusciva a ottenere un incarico, malgrado lo desiderasse, i grandi classici della letteratura italiana (e non solo) approdarono al piccolo schermo, seguendo quel filone «pedagogico» che, soprattutto tra Sessanta e Settanta, vide impegnata la «televisione di Stato» in una gigantesca «ripetizione» di Storia e Italiano a una classe composta da milioni di italiani ancora in buona parte semi o totalmente analfabeti. Il primo sceneggiato di successo di Bolchi fu la riduzione de Il mulino del Po di Riccardo Bacchelli, che partecipò attivamente alla stesura della sceneggiatura. Il 13 gennaio 1963 sul cinescopio del primo (e unico) canale Rai apparvero i giovanissimi Raf Vallone e Giulia Lazzarini, protagonisti con Gastone Moschin, Tino Carraro, Piero Mazzarella, Ave Ninchi, Corrado Pani, Elsa Merlini, Renzo Montagnani e tanti altri di un cast che oggi definiremmo «stellare».
Enorme successo Bolchi, impareggiabile nell\'interpretare in chiave televisiva i pomposi classici ottocenteschi almeno quanto diligente affabile e onesto nel rapporto con gli attori, lo riscosse anche nel 1967, con I Promessi Sposi. Per coloro che all\'epoca avevano tra 20 e 40 anni, risulta quasi impossibile scindere l\'immagine di Renzo dal volto corrucciato del giovanotto Nino Castelnuovo (poi noto per l\'olio Cuore e la staccionata saltata con maschio atletismo) e l\'ovale vergineo di Lucia, impersonata da una Paola Pitagora al tempo poco più che adolescente. Tra le altre trasposizioni televisive operate dal regista, che si era formato a Trieste con Lamberto Sechi, Vittorio Vecchi, Luciano Damiani, Giuseppe Pardieri e Giorgio Vecchietti ai tempi della compagnia teatrale della Soffitta, non possiamo dimenticare Le mie prigioni di Pellico, I miserabili di Hugo, I demoni e I fratelli Karamazov di Dostoevskij (sceneggiato che lanciò Lea Massari, presente poi anche in Anna Karenina di Tolstoj).
Accanto ai «classici» immortali, Bolchi fu anche regista di successi letterari contemporanei o quasi, come nella trasposizione del romanzo di Enzo BiagiDisonora il padre o in quella di Camilla, sceneggiato tratto da un\'opera di Fausta Cialente, autrice poco valorizzata, di cui in tempi recenti Baldini Castoldi Dalai editore ha riproposto due altri titoli: Cortile a Cleopatra e il capolavoro Ballata levantina.
Sandro Bolchi non fu solo tra i protagonisti di un genere prettamente televisivo che, per altro, proprio oggi sta conoscendo una nuova ondata di popolarità (chissà quanti tra i protagonisti delle varie Vetrine ed Elisedirivombrosa se ne ricordano). Il suo amore per il mezzo e la sua profonda conoscenza dei codici del linguaggio del piccolo schermo lo portarono anche a girare quel capolavoro dadaista che fu la réclame dell\'amaro Cynar. Quella in cui un impareggiabile Ernesto Calindri,dall\'aplomb decisamente britannico, sorseggiava il suo cynarone comodamente assiso a un tavolino... piantato nel mezzo di una strada piena di traffico, tra i clacson URLanti. «Contro il logorio della vita moderna...», recitava lo slogan, prima di «sparare» in primo piano l\'immagine del virtuoso ortaggio. Era l\'epoca magica di Carosello. E a noi, solo a scrivere la parola, è già venuto un po\' sonno. «Tutti a nanna dopo Carosello», ci dicevano mamme e nonne. E noi si ubbidiva, già sazi con la pubblicità. Piccoli publivori crebbero. (enzo fragassi)

Visit the YouTube link: YouTube Link


Image Link


Image Link

Image Link

Image Link


Image Link


Size: 2.92 GB
Length: circa 1 ora a puntata


[ Info sul file ]

Nome: I Fratelli Karamazov (1x7) [byDB7000].avi
Data: 29/04/2008 08:37:40
Size: 503,314,432 bytes (479.998 MB)

[ Info generiche ]

Length: 01:01:36 (3695.88 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: Nandub v1.0rc2
JUNK: Nandub build 1853/release

[ Dati rilevanti ]

Resolution: 480 x 360
Larghezza: multipla di 32
Altezza: multipla di 8

[ Traccia video ]

FourCC: dx50/DX50
Resolution: 480 x 360
Frame aspect ratio: 4:3 = 1.333333
Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
Display aspect ratio: 4:3 = 1.333333
Framerate: 25 fps
Frames totali: 92397
Stream size: 453,246,893 bytes
Bitrate: 981.085734 kbps
Qf: 0.227103
Key frames: 406 (0; 10; 260; 510; 760; ... 92326)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 403
Key int medio: 227.578817
Ritardo: 0 ms

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate (contenitore): 95.992 kbps VBR
Canali (contenitore): 2
Frequenza (contenitore): 44100 Hz
Chunks: 141467
Stream size: 44,345,574 bytes
Preload: 496 ms
Max A/V diff: 496 ms
Tipo: MPEG-1 Layer III
Chunk-aligned: Sì
Emphasis: none
Mode: joint stereo
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: DivX501b481p
Packed bitstream: Sì
QPel: No
GMC: No
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: H.263

[ Profile compliancy ]

Profilo da testare: MTK PAL 6000
Resolution: Ok
Framerate: Ok


Audio: italiano
Subtitles: nessuno
SatRip
[/b]
]FilmUp Link[/url]

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 

comments (0)

Main Menu