Drama

(A Jolie)A Mighty Heart Un Cuore Grande[XviD Ita Ac3][Tntvillage scambioetico org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:(A Jolie)A Mighty Heart Un Cuore Grande[XviD Ita Ac3][Tntvillage scambioetico org]

Total Size: 697.70 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 3

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2011-01-08 22:16:39 (Update Now)

Torrent added: 2009-09-02 00:30:38



VPN For Torrents

Torrent Files List


A M1ghty H34rt - Un Cu0r3 Gr4nd3.avi (Size: 697.70 MB) (Files: 1)

 A M1ghty H34rt - Un Cu0r3 Gr4nd3.avi

697.70 MB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

SCHEDA DEL FILM

Titolo: A Mighty Heart - Un Cuore Grande
Titolo originale: A Mighty Heart
Nazionalità: U.S.A.
Anno: 2007
Genere: Drammatico
Regia: Michael Winterbottom
Produzione: Paramount Vantage, Plan B Entertainment, Revolution Films
Distribuzione: UIP

Trama
Il 23 gennaio 2002 il mondo di Mariane Pearl cambiò per sempre. Suo marito Daniel, responsabile per il Sud dell'Asia del Wall Street Journal, stava facendo delle ricerche sulla storia di Richard Reid, l'uomo che aveva cercato di far saltare un aereo imbottendosi le scarpe di esplosivo. La storia lo aveva portato a Karachi, dove un intermediario aveva promesso l'accesso ad una fonte preziosissima. Quando Danny è uscito per andare all'appuntamento ha detto a Mariane che forse sarebbe arrivato tardi per la cena. Non è più tornato. A dispetto della morte, lo spirito di sfida e la risoluta fede di Danny nel potere del giornalismo, hanno portato Mariane a scrivere della sua scomparsa e del profondo sforzo per ritrovare lui e il suo possibile assassino nel suo libro di memorie "Un cuore grande: La vita e la morte coraggiose di mio marito Danny Pearl". Incinta di sei mesi quando tutto è cominciato, Mariane portava in grembo il figlio che Danny avrebbe voluto chiamare Adam. Ha scritto il libro per presentare ad Adam il padre che non avrà mai la possibilità di conoscere. Trascendendo religione, razza e nazionalità il coraggioso desiderio di Mariane di superare l'amarezza e l'odio che continuano a tormentare questo mondo post 11/9, si presenta come la più pura espressione della gioia di vivere che lei e Danny avevano in comune.

Recensione
L’11 settembre 2001 ha cambiato la storia del mondo incidendo sulla vita di molti popoli e persone, una di queste è quella di Mariane Pearl giornalista, che, insieme al marito Danny, era rimasta in Pakistan. E’ qui che rivive la loro drammatica storia, tratta dallo straordinario libro che ha scosso il mondo “A Might Heart” scritto da Mariane Pearl, che in Italia è stato pubblicato con il titolo di “Un cuore Grande – La vita e la morte coraggiose di mio marito Daniel Pearl”. Il 23 gennaio 2002 lei e il marito, responsabile per il Sud dell’Asia del Wall Street Journal, stavano svolgendo delle ricerche sulla storia di Richard Reis, l’uomo che aveva cercato di far saltare un aereo imbottendo di esplosivo le scarpe. L’indagine aveva spinto il reporter fino a Karachi, dove avrebbe incontrato tramite un intermediario una fonte prestigiosa e preziosa. Quel giorno, quel fatidico giorno, il corrispondente esce da casa per incontrarsi con questo personaggio controverso, uno dei capi del movimento integralista musulmano, ma dall’appuntamento, come dice la storia, non è più tornato. Nove giorni di angoscia, di agonia e di ricerche incessanti sono impressi minuziosamente sulla pellicola cinematografica, fino all’agghiacciante verità. Un vero calvario sopportato da Mariane, allora incinta di sei mesi, e interpretata dal premio Oscar Angelina Jolie, che conferma la sua bravura portando sulla scena una donna a tutto tondo, che aiutata dagli amici cerca di farsi forza, continuando a sperare, riuscendo a calibrare senza eccedere tutta la vasta gamma di sentimenti. La disperazione, la rabbia e la frustrazione si mescolano alla speranza, alla fiducia nelle persone e all’incredulità. E’ una Mariane reale, che nonostante tutto riesce a trascendere le differenze di religione, di razza e di nazionalità, una donna forte e di larghe vedute che continua a credere nella necessità e nell’importanza del dialogo fra le persone. Il dramma assume i toni del giallo, la telecamera segue le diverse piste e le indagini, ma nonostante il pathos finale, interpretato magistralmente dalla Jolie, non si immerge mai nella sofferenza, come se "l’occhio indiscreto”, cercasse di rispettare la sofferenza dei presenti mostrandone gli aspetti, ma senza “sguazzarci dentro”.
Immagini di guerra e di odio, come gente che brucia la bandiera americana, armi che sparano, il tutto tratto dai servizi televisivi dell’epoca, si mescolano con la realtà, spezzata a volte dai ricordi felici di Mariane, della sua vita con il suo Daniel, interpretato dal candidato all’Oscar Dan Futterman. A trasporre sulla pellicola questo soggetto così interessante e veritiero è il regista Michael Winterbottom, che ha cominciato la sua carriera realizzando diversi documentari in Inghilterra, fino a dedicarsi al cinema realizzando film come “Benvenuti a Sarajevo” e diversi docu-dramma come “The Road to Guantanamo “ e “24 Hour Party people”. L’origine di Winterbottom è evidente anche in questo film, dove la maggior parte delle riprese, tutte registrare con la telecamera DV a mano dal direttore della fotografia Marcel Zyskind, coprono la lunghezza della scena e inoltre sono state girate tutte in sequenza. Per il regista il copione era il punto di partenza, ciò che gli premeva era catturare il momento, cercando, attraverso l’improvvisazione degli attori, di dare veridicità alla scena con un ritmo più naturale. E’ uno sguardo al fondamentalismo islamico che non deve marchiare un intero popolo, è uno sguardo scevro da ogni pregiudizio, perchè la violenza e l’efferatezza sono ovunque a prescindere dalla razza e dalla religione. E’ un’idea profonda e sentita, che ha permesso al regista di interpretare chiaramente lo spirito del libro e di rappresentare il “sentire” di Daniel Pearl, giornalista ebreo che ha sempre lottato per mantenersi libero da preconcetti e schieramenti. “Un cuore grande” in qualche modo però resta in superficie, registrando ciò che avviene senza schierarsi, tutto accade e tutto è ineluttabile. C’è un quid in più, che va al di là dello stile forse un po’ troppo hollywoodiano, che permette alla pellicola di colpire, mostrando la situazione in cui vive quel popolo.

La frase: "Quelli che l’hanno rapito...il loro scopo è solo quello di terrorizzare la gente".


SCHEDA TECNICA DEL XVID

[ Info sul file ]

Nome: A Mighty Heart - Un Cuore Grande.avi
Data: 18/04/2008 01:30:32
Dimensione: 731,594,752 bytes (697.703 MB)

[ Info generiche ]

Durata: 01:43:27 (6207.2 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: FairUse Wizard - http://fairusewizard.com
JUNK: The best and REALLY easy backup tool

[ Dati rilevanti ]

Risoluzione: 496 x 208
Larghezza: multipla di 16
Altezza: multipla di 16

[ Traccia video ]

FourCC: xvid/XVID
Risoluzione: 496 x 208
Frame aspect ratio: 31:13 = 2.384615
Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
Display aspect ratio: 31:13 = 2.384615
Framerate: 25 fps
Frames totali: 155180
Stream size: 376,455,176 bytes
Bitrate: 485.185173 kbps
Qf: 0.188114
Key frames: 1962 (0; 54; 55; 289; 334; ... 155087)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 300
Key int medio: 79.092762
Ritardo: 0 ms

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x2000 (AC3)
Bitrate (contenitore): 448 kbps CBR
Canali (contenitore): 5
Frequenza (contenitore): 48000 Hz
Chunks: 155169
Stream size: 347,603,200 bytes
Preload: 480 ms
Max A/V diff: 496 ms
Chunk-aligned: No
Mode: 3 front, 2 rear, 1 LFE
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: XviD0039
QPel: No
GMC: No
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: MPEG

[ Profile compliancy ]

Profilo da testare: MTK PAL 6000
Risoluzione: Ok
Framerate: Ok
Avvertenza: Se vuoi un rapporto più completo e preciso clicca su "Analisi DRF"

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu