Documentary

Un treno per Auschwitz 2009 Carlo Lucarelli [SatRip XviD Ita Mp3] [Tntvillage Scambioetico]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:Un treno per Auschwitz 2009 Carlo Lucarelli [SatRip XviD Ita Mp3] [Tntvillage Scambioetico]

Total Size: 400.01 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 9

Leechers: 4

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2011-01-04 23:21:48 (Update Now)

Torrent added: 2009-09-01 22:47:02



VPN For Torrents

Torrent Files List


Un treno per Auschwitz.avi (Size: 400.01 MB) (Files: 1)

 Un treno per Auschwitz.avi

400.01 MB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

Visit this link: More info on this torrent

Visit this link: All My Torrent



Image Link

Visit this info link: Link Image Link

Visit this info link: Link Image Link

Presentazione Ciclo Seconda Guerra Mondiale


Un treno per Auschwitz 2009
di Carlo Lucarelli


Image Link

Martedì 27 gennaio 2009 alle 13.10 è andato in onda su Rai Tre un prezioso documentario che porta la firma di Carlo Lucarelli insieme a Paola De Martiis.
Ogni anno la Fondazione ex campo Fossoli organizza un viaggio nella memoria e per la memoria che si rivolge principalmente agli studenti delle scuole medie superiori - circa 600 - della provincia di Modena. Carlo Lucarelli, come negli anni precedenti, ha viaggiato con gli studenti partendo dalla stazione ferroviaria di Carpi, stazione di partenza dei treni diretti – oltre 60 anni fa – ad Auschwitz.

Image Link

“I virus della memoria”, rappresentato a Cracovia, di fronte ai ragazzi che hanno partecipato al viaggio, nasce da una considerazione: col tempo la memoria dei fatti, per quanto coinvolgenti, emozionanti oppure orribili possano essere, finisce per raffreddarsi e ridursi ad una dimensione puramente numerica. Quello che può aiutarci a combattere questo ed altri “virus” che bloccano la nostra memoria emotiva come quella di un computer è recuperare la dimensione narrativa di quello che è successo, cambiare i numeri in singole storie che possiamo raccontarci per riuscire a riviverle completamente, partecipando col cuore oltre che col cervello. Un’idea che si sviluppa dentro il contesto de “Un treno per Auschwitz” e dall’osservazione dei ragazzi che ci partecipano, tutti alla ricerca di un “punto di rottura” provocato da un dettaglio, per tutti diverso, incontrato durante la visita ai campi, che fa scattare all’improvviso la carica emotiva dei fatti narrati, trasformandoli da statistiche ad episodi.

Image Link

Il treno ha un ruolo fondamentale, perché offre la possibilità di rivivere
l'idea dell'allontanamento coatto con un mezzo di trasporto di massa che, con grande lentezza, ma con inesorabile puntualità raggiunse i campi di sterminio.
Se durante le persecuzioni naziste la destinazione dei treni era l'orrore, oggi, a questi 600 ragazzi da’ invece l'opportunità di incontrarsi, confrontarsi, viaggiare per costruire memoria.

Image Link

Image Link

Carlo Lucarelli
"Per cogliere intensamente l’orrore di un fatto come quello accaduto a Birkenau occorre passare dalla fredda logica dei numeri ad un qualche particolare che ti coinvolga emotivamente. Ed anche per un giallista, per un esperto dell’orrore, ci sono sempre sensazioni nuove, emozioni che non hai previsto e che ti colpiscono.
La prima volta che sono andato a Birkenau, ad esempio, è stato duro, commovente e sconvolgente vedere la nebbia. La nebbia mi impediva di intravedere o comunque di intuire – non li avrei visti comunque perché sono lontani - i confini del campo. E così ho avuto la netta percezione di essere capitato in un luogo che non finiva più. Di essere capitato dentro un lager infinito. E allora mi è venuto in mente che magari chi è stato deportato lì – ovviamente in una condizione ben diversa dalla mia - ha fatto lo stesso pensiero. Probabilmente ho provato un po’ del suo sgomento.
Quest’anno l’emozione più forte l’ho provata davanti alla teca che custodisce gli abiti dei bambini. Naturalmente li avevo già visti anche durante l’altra visita, ma li avevo in qualche modo archiviati nella mente come uno dei tanti documenti che comunque mi aspettavo di vedere. Nel frattempo, però, ad una mia carissima amica sono nati due gemelli, che adesso hanno sei mesi. E io sono andato un paio di volte nei negozi per bambini a comprare dei vestitini. Vestitini molto simili a quelli custoditi nelle teche di Birkenau. E allora l’emozione è stata forte, dirompente. Perché quei vestitini facevano leva sulla mia esperienza personale.
È la miccia dell’emozione che ci fa andare oltre la freddezza dei numeri e dei documenti, e ci fa vedere la grande storia come una storia di persone che sono come noi e che come noi possono soffrire."
Carlo Lucarelli


Image Link


Dati tecnici del file
========================================
Nome..............: Un treno per Auschwitz.avi
Dimensione........: 400 MB (or 409,606 KB or 419,436,544 bytes)
Durata............: 00:45:54 (68,856 fr)
Video Codec.......: XviD
Video Bitrate.....: 1100 kb/s
Risoluzione.......: 720x416 (1.73:1) [=45:26]
FPS (Frames/sec)..: 25.000
QF (Frame quality): 0.147 bits/pixel
Audio Codec.......: 0x0055(MP3) ID'd as MPEG-1 Layer 3
Audio Bitrate.....: 109 kb/s (54/ch, stereo) VBR LAME3.97
Freq Audio........: 48000 Hz



Image Link


Image Link


Visit this info link: Link Image Link

Visit this info link: Link Image Link


Image Link



Visit http://www.tntvillage.scambioetico.org/

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu