Concerts

Donizetti L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5 Ita Sub Deu][tntvillage org]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:Donizetti L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5 Ita Sub Deu][tntvillage org]

Total Size: 4.74 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2014-04-09 06:13:16 (Update Now)

Torrent added: 2009-09-01 01:56:18




Torrent Files List


G.Donizetti - L'elisir d'amore [Netrebko; Villazon, Wiener Staatsoper] DVD 1 (Size: 4.74 GB) (Files: 42)

 G.Donizetti - L'elisir d'amore [Netrebko; Villazon, Wiener Staatsoper] DVD 1

  DVD

   VIDEO_TS

    VIDEO_TS.BUP

12.00 KB

    VIDEO_TS.IFO

12.00 KB

    VIDEO_TS.VOB

46.00 KB

    VTS_01_0.BUP

56.00 KB

    VTS_01_0.IFO

56.00 KB

    VTS_01_0.VOB

826.00 KB

    VTS_01_1.VOB

1.00 GB

    VTS_01_2.VOB

1.00 GB

    VTS_01_3.VOB

747.39 MB

 G.Donizetti - L'elisir d'amore [Netrebko; Villazon, Wiener Staatsoper] DVD 2

  DVD

   VIDEO_TS

    VIDEO_TS.BUP

12.00 KB

    VIDEO_TS.IFO

12.00 KB

    VIDEO_TS.VOB

46.00 KB

    VTS_01_0.BUP

54.00 KB

    VTS_01_0.IFO

54.00 KB

    VTS_01_0.VOB

662.00 KB

    VTS_01_1.VOB

1.00 GB

    VTS_01_2.VOB

1.00 GB

    VTS_01_3.VOB

940.00 KB

 1363317.jpeg

10.98 KB

 186_thumbs20090303211620.jpg

261.71 KB

 252_thumbs20090303212127.jpg

261.23 KB

 456_donizettimg4.jpg

46.83 KB

 475_thumbs20090303212759.jpg

196.46 KB

 663_thumbs20090303212653.jpg

236.23 KB

 767_thumbs20090303212008.jpg

251.20 KB

 Anna Netrebko 5.jpg

93.42 KB

 DSCF0175_m.jpg

563.49 KB

 gaetano_donizzetti.jpg

17.24 KB

 Ildebrando D'Arcangelo.jpg

15.44 KB

 mim_inna_los_BM_Ber_182706b.jpg

25.76 KB

 Rolando_Villazon_2_for_press_publicity_usage_only__world-wid.jpg

22.32 KB

 vlcsnap-317640.png

1.22 MB

 vlcsnap-319008.png

1.41 MB

 vlcsnap-319417.png

1.05 MB

 vlcsnap-319711.png

1.07 MB

 vlcsnap-321760.png

1.13 MB

 vlcsnap-322968.png

1.14 MB

 vlcsnap-324218.png

1.18 MB

 vlcsnap-325322.png

1.03 MB

 vlcsnap-325817.png

836.39 KB

 vlcsnap-327038.png

668.58 KB

 vlcsnap-328600.png

949.82 KB
 

Announce URL:

Torrent description



L'Elisir D'Amore


Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 0


INFO

Titolo: L'Elisir d'Amore
Anno: 2005
Regia: Otto Schenk
Genere: Opera Lirica

Durata: 2:10
Lingue: Italiano
Sottotitoli: Tedesco
Formato Video: MPG



Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 4



Dati tecnici presi da un vob a caso

Generale
Nome completo : C:\Downloads\Video\VTS_03.VOB
Formato : MPEG-PS
Dimensione : 747 Mb
Durata : 17min
BitRate totale : 5 806 Kbps

Video
ID : 224 (0xE0)
Formato : MPEG Video
Versione del formato : Version 2
Profilo del formato : [email protected]
Impostazioni del formato, Matrix : Predefinito
Durata : 17min
Modalità : Variabile
BitRate : 4 763 Kbps
BitRate nominale : 4 469 Kbps
Larghezza : 720 pixel
Altezza : 576 pixel
AspectRatio : 16/9
FrameRate : 25,000 fps
Standard : PAL
Colorimetria : 4:2:0
Tipo di scansione : Interlacciato
Ordine di scansione : Top Field First
Bit/(Pixel*Frame) : 0.459

Audio #1
ID : 193 (0xC1)
Formato : MPEG Audio
Versione del formato : Version 1
Profilo del formato : Layer 2
Durata : 17min
Modalità : Costante
BitRate : 256 Kbps
Canali : 2 canali
SamplingRate : 48,0 KHz
Risoluzione : 16 bits
Ritardo video : -216ms

Audio #2
ID : 128 (0x80)
Formato : AC-3
Formato/Informazioni : Audio Coding 3
Durata : 17min
Modalità : Costante
BitRate : 384 Kbps
Canali : 6 canali
Posizione dei canali : Front: L C R, Surround: L R, LFE
SamplingRate : 48,0 KHz
Ritardo video : -288ms

Menù
Formato : DVD-Video



Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 5



INTERPRETI



ADINA: ANNA NETREBKO

Anna Jur'evna Netrebko , in russo ???? ??????? ???????? (Krasnodar, 18 settembre 1971), è un celebre soprano russo. È una delle attuali "dive" della musica lirica, famosa non soltanto per la voce ma anche per la propria bellezza.

Anna Netrebko lavorava pulendo i pavimenti del Teatro Mariinskij (allora Opera Kirov) di San Pietroburgo per pagarsi gli studi di canto. La sua carriera iniziò quando venne notata dal direttore Valery Gergiev, che divenne il suo mentore. Sotto la sua guida, fece il suo debutto nel ruolo di Susanna in Le nozze di Figaro nel 1994. La sua ascesa vera e propria iniziò l'anno successivo, quando la Compagnia del Teatro fece una tournée a San Francisco. La sua interpretazione di Lyudmila in Ruslan e Lyudmila di Michail Ivanovi? Glinka ottenne ottime critiche.

Da allora, ha interpretato numerosi ruoli, tra cui Donna Anna nel Don Giovanni di Mozart, Adina ne L'elisir d'amore e Lucia nella Lucia di Lammermoor di Donizetti, Gilda in Rigoletto di Verdi, e cantato nei maggiori teatri del mondo, come il Metropolitan, La Scala o al Festival di Salisburgo.

Nel 2005 canta il ruolo di Giulietta in Roméo et Juliette di Charles Gounod assieme al tenore Rolando Villazón; nello stesso anno, sempre con Villazón, riscuote uno strepitoso successo di pubblico e di critica nel ruolo di Violetta Valéry ne La traviata di Verdi al Festival di Salisburgo.

La stampa e la televisione iniziano a creare l'immagine di "divina" che mancava al mondo della lirica dai tempi di Maria Callas. Nel 2003 la Netrebko pubblica il suo primo album di studio, Opera Arias, uno dei maggiori successi commerciali nel settore della musica classica. Il secondo album, Sempre libera, esce nel 2004. Data la sua avvenenza, anche il cinema inizia a corteggiarla.

La voce della Netrebko ha la delicatezza e flessibilità di un soprano lirico-leggero ma anche la consistenza e la risonanza di un lirico spinto. Nel registro acuto raggiunge il Mi bemolle o addirittura il Mi della quinta ottava.

Nel marzo 2006 ha chiesto la cittadinanza austriaca, che le è stata concessa il 25 luglio 2006. Questo le ha attirato varie critiche dalla Russia. Nello stesso anno è uscito il terzo album della cantante, The Russian Album, in cui è accompagnata dall'orchestra del Teatro Mariinskij diretta da Valery Gergiev: in Germania il disco è entrato nella Top 10 della classifica degli album pop più venduti. Nel marzo 2007 è uscito Duets, assieme a Rolando Villazón.




NEMORINO: ROLANDO VILLAZO'N

Emilio Rolando Villazón Mauleón è uno dei giovani tenori più promettenti nel panorama internazionale e che già ha ottenuto grandi successi nei più importanti teatri d’opera del mondo, dal Covent Garden al Metropolitan, dalla Bayerischer Staatsoper alla Staatsoper di Vienna, e che proprio in questi giorni sta riscuotendo un personale trionfo di pubblico e di critica nella nuova, bellissima produzione di “Traviata” al Festival di Salisburgo.

Villazón, classe 1972, ha compiuto i suoi studi nella nativa Mexico City ed ha frequentato alcune master classes negli Stati Uniti, tra cui una con Dame Joan Sutherland a San Francisco; nel 1999 si è classificato secondo assoluto al concorso Operalia, voluto ed organizzato da Placido Domingo e da lì la sua carriera è decollata a livello internazionale.




BELCORE: LEO NUCCI

Leo Nucci (Castiglione dei Pepoli, 16 aprile 1942) è un baritono italiano.

Debuttò a Spoleto nel 1967 vincendo il Premio Teatro Lirico Sperimentale con Figaro ne Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, iniziando la propria carriera internazionale.

Cantò nei ruoli del repertorio verdiano (Rigoletto nell'opera omonima, Amonasro nell'Aida, Giorgio Germont ne La traviata, il Conte di Luna ne Il trovatore, Macbeth nell'opera omonima, Iago nell'Otello, Nabucco nell'opera omonima, Carlo V nel'Ernani, Miller nella Luisa Miller, Guido di Monforte ne I vespri siciliani, Rodrigo nel Don Carlos, Renato ne Un ballo in maschera), e pucciniano (Scarpia nella Tosca e Gianni Schicchi nell'opera omonima).

Ha affrontato ruoli anche in opere di Gaetano Donizetti, Wolfgang Amadeus Mozart, Francesco Cilea e Umberto Giordano. I suoi cavalli di battaglia sono stati Figaro ne Il barbiere di Siviglia e Rigoletto, personaggio interpretato più di 400 volte.

Dal 1991 sino al 2008 ha cantato nell'Arena di Verona, principlamente nei ruoli di Nabucco e Rigoletto delle opere omonime.

Nel 2008 ha cantato al Teatro alla Scala in Gianni Schicchi e Macbeth.

Vive a Lodi.


GIANNETTA: INNA LOS

Inna Los ha studiato all’Università e all’Accademia di musica e teatro di Tiraspol tra gli altri con Ileana Cotrubas. Vincitrice del Concorso "Hariclea Darcele" in Romania e della "First Open Russian Singing Competition" a San Pietroburgo, e di numerose borse di studio, nel 2004/05 ha vinto la borsa di studio del "Herbert von Karajan Centrum" e ha debuttato alla Wiener Staatsoper come "Voix célèste" nel Don Carlos, (versione francese) e Anna nel Nabucco. Nel 2006 ha interpretato la prima dama nel Flauto magico, Micaela in Carmen, Anna nel Nabucco, Bastienne in Bastien und Bastienne alla Wiener Staatsoper.
Nei mesi scorsi ha debuttato alla Wiener Staatsoper nel Cosi fan tutte e nel Falstaff. Particolarmente apprezzata come voce mozartiana, ha lavorato con direttori quali Bertrand de Billy, Renato Palumbo, Daniele Gatti, Alfred Eschwe, Marco Armiliato, Asher Fish, Semyon Bychkov, Seiji Ozawa, Julia Jones, Peter Schneider, Stefan Soltesz, Sir Simon Rattle e Christian Thielemann.Ha preso parte all’incisione di Parsifal per Deutsche Gramophone diretta da Christian Thielemann con Placido Domingo e Waltraud Meier. Per EMI/Virgin Classics ha registrato in DVD L’elisir d’amore con Anna Netrebko, Rolando Villazon, Leo Nucci e Ildebrando d’Arcangelo. Ha una notevole esperienza di solista in molte esecuzioni di Oratori.


DULCAMARA: ILDEBRANDO D'ARCANGELO

Ildebrando D'Arcangelo (Pescara, 1969) è un basso-baritono italiano, di fama internazionale.
Ha intrapreso lo studio del canto nel Conservatorio "Luisa d'Annunzio" di Pescara, sotto la guida di Maria Vittoria Romano, e si è quindi perfezionato a Bologna sotto la guida di Paride Venturi. Nel 1989 e 1991 ha vinto il Concorso Internazionale Toti Dal Monte di Treviso e vi ha debuttato con le opere Così fan tutte e Don Giovanni di Mozart. Collabora con i più importanti direttori d'orchestra (Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, sir John Eliot Gardiner, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Bernard Haitink, Nikolaus Harnoncourt, Christopher Hogwood, Riccardo Muti, Seiji Ozawa, Antonio Pappano, sir Georg Solti e Fabio Biondi) e con i più importanti registi d'opera (Roberto De Simone, Mario Martone, Peter Mussbach, Pier Luigi Pizzi, Luca Ronconi e Carlos Saura), nelle principali istituzioni teatrali del mondo (la Lyric Opera di Chicago, la Royal Opera House Covent Garden di Londra, il Teatro alla Scala di Milano, il Metropolitan Opera di New York, l'Opéra National di Parigi, il Teatro dell'Opera di Roma, il Festival di Salisburgo e la Staatsoper di Vienna).


DIRETTORE D'ORCHESTRA: ALFRED ESCHWE
CORO E ORCHESTRA: Wiener Staatsoper



GAETANO DONIZETTI


Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 1


Gaetano Donizetti , fu uno dei maggiori compositori di musica operistica italiana del primo Ottocento e precursore del dramma musicale alla Giuseppe Verdi.

Nato a Bergamo il 29 Novembre 1797, appartenente a una famiglia poverissima, Donizetti fu accolto, all’età di nove anni, nella Scuola Caritatevole di Musica di Bergamo, diretta da Simone Mayr, al quale Gaetano rimase legato tutta la vita, proseguendo gli studi musicali con il Mattei al Liceo Filarmonico di Bologna.

La rappresentazione "Enrico di Borgogna" a Venezia nel 1818, segnò il suo esordio teatrale, seguita da "Falegname di Livonia", ma solo con "Zoraide di Granata", rappresentato a Roma nel 1822, ottenne successo di pubblico e di critica.

Firmato nel 1827 un buon contratto con l’impresario Domenico Barbaya, che lo impegnava a produrre quattro opere l'anno, Donizetti si stabilì a Napoli e compose lavori prevalentemente comici e di satirai raggiungendo il grande successo con "Anna Bolena" (1830) e "Elisir d’Amore" (1832).

Nel 1829 era stato nominato direttore dei Teatri Reali di Napoli e, nel 1834, accettò la Cattedra di Composizione al Conservatorio della stessa città.

Nel 1832 alla morte di Vincenzo Bellini, nonostante l'antipatia dimostrata in vita nei confronti del musicista, Donizzetti gli dedicò una Messa da Requem.

Nel 1835, Donizetti fece rappresentare a Napoli la "Lucia di Lammermoor" e, mentre la vita professionale del compositore andava a gonfie vele, venne colpito da una serie di lutti:in pochi mesi morirono il padre, la madre e la seconda figlia.

Donizetti interruppe ogni sua attività in Italia e, recatosi a Parigi, su consiglio di Gioachino Rossini, compose e rappresentò "Les Martyrs" (1840), "La Favorita" (1840),e "Rita ou le Mari Battu" (portata in scena a Parigi nel 1860).

Nonostante la sfortuna continuasse a perseguitare il musicista con la morte della moglie e di un'altra figlia, Gaetano Donizetti curò il dispiacere e la solitudine aumentando il ritmo del lavoro: in pochi anni scrisse "Don Pasquale" e "Don Sebastiano del Portogallo", "Linda di Chamounix", "Maria di Rohanna" e il "Conte di Chalais".

A Vienna nel 1842, Gaetano Donizetti, ricevette l’ambita nomina di maestro di Cappella di Corte, ma la sua salute, già gravemente compromessa dalla sifilide, peggiorò sempre di più ed alla fine, nel 1846, fu internato nel manicomio di Ivry-sur-Seine.

Nel 1847, Donizzetti,trasportato a Bergamo, fu accolto dai baroni Basoni Scotti, che lo assistettero fino alla morte, sopravvenuta l'8 Aprile 1848.



La vasta produzione musicale del Donizetti, oltre a 73 melodrammi, alcuni dei quali ancora oggi vengono rappresentati nei Teatri Lirici di tutto il mondo, comprende 28 cantate, 19 quartetti, 3 quintetti, 13 sinfonie e ancora 115 composizioni sacre, molte liriche da camera e oratori.




L'ELISIR D'AMORE

L'elisir d'amore è un' opera in due atti musicata da Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani.
Definita in partitura melodramma giocoso, rientra a pieno titolo nella tradizione dell'opera comica, anche se in essa trova ampio spazio l'elemento patetico, che raggiunge la sua punta più alta nel brano più noto: la romanza cantata dal protagonista Nemorino, Una furtiva lagrima, brano entrato - come del resto l'intera opera - nel cosiddetto repertorio (e non a caso è stato incluso - nella versione storica cantata da Enrico Caruso - quale leitmotiv della colonna sonora del film di Woody Allen, Match Point).

L'opera andò in scena per la prima volta il 12 maggio del 1832 al Teatro della Cannobiana di Milano, che l'aveva commissionata in sostituzione di un'opera che non era stata preparata in tempo da un altro autore. Romani aveva derivato il libretto da un testo scritto l'anno prima da Eugene Scribe per il compositore Daniel Auber, Le Philtre (Il filtro).
Alla prima cantarono Sabina Heinefetter (nel ruolo di Adina), Giuseppe Frezzolini (Dulcamara), Henry Bernard Debadie (Belcore), Giovan Battista Genero (Nemorino).

Donizetti ebbe a disposizione solo quattordici giorni di tempo per consegnare il suo lavoro, sette dei quali servirono a Romani per adattare il testo di Scribe. Nonostante la pressione riuscì tuttavia a confezionare quello che sarebbe stato - insieme al Don Pasquale e al Barbiere di Siviglia rossiniano - uno degli esempi più alti dell'opera comica ottocentesca.
Fin dal suo apparire, l'Elisir ebbe un grande successo con trentadue repliche consecutive. A farlo amare da subito dagli appassionati della lirica è in particolare la tipica melodia donizzettiana che anche in questo caso accompagna motivi piacevoli che bene mettono in risalto la vena buffa del compositore bergamasco, capace di trasformare con agilità inventiva la risata in sorriso, sia pure talvolta velato di malinconia (e la già citata aria della furtiva lagrima ne è una limpida testimonianza).



La Storia


L'azione ha luogo in un villaggio dei paesi baschi alla fine del XVIII secolo

Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 2


Primo Atto

Mentre i mietitori stanno riposando all'ombra, la loro fittavola Adina legge in disparte un libro che narra la storia di Tristano e Isotta. Intanto il contadino povero Nemorino la osserva ed esprime per lei tutto il suo amore e la sua ammirazione, dolendosi della propria incapacità di conquistarla. I contadini chiedono ad Adina di leggere ad alta voce e lei riferisce la storia di Tristano che, innamorato della regina Isotta, ricorre a un filtro magico che lo aiuta ad attirare il suo affetto e la sua fedeltà.

Mentre Nemorino sogna di trovare questo magico elisir, arriva al paese il sergente Belcore con lo scopo di arruolare nuove leve. Egli corteggia Adina e le propone di sposarlo. Segue un duetto tra Adina e Nemorino in cui la donna espone la sua teoria sull'amore: l'amore fedele e costante non fa per lei.

Arriva poi il dottor Dulcamara che sfoggia alla gente i propri portentosi preparati: Nemorino gli chiede se per caso abbia l'elisir che fa innamorare e il ciarlatano gli offre per uno zecchino una bottiglia di vino Bordeaux, spiegando che l'effetto si farà sentire dopo un giorno (quando egli sarà già lontano da quel villaggio). Nemorino beve l'elisir e si ubriaca: ciò lo fa diventare disinvolto quel tanto che basta per mostrarsi indifferente nei confronti di Adina, che subito prova un certo fastidio, abituata com'è a sentirsi desiderata.

Adina per vendicarsi dell'indifferenza di Nemorino accetta di sposare il sergente, che dovrà partire il giorno dopo, dunque le nozze saranno celebrate il giorno stesso. Nemorino cerca di convincere Adina ad attendere fino al giorno successivo (lui sa che solo il giorno dopo avrà effetto l'elisir), ma Adina se ne va da Belcore.


Donizetti   L'Elisir D'Amore (2005), [DVD5   Ita   Sub Deu][tntvillage org] preview 3

Secondo Atto

Fervono i preparativi per le nozze. Dulcamara e Adina improvvisano la barcarola a due voci. Quando giunge il notaio, Adina dice di voler aspettare la sera, perché vuole sposarsi in presenza di Nemorino per punirlo. Nemorino vuole comperare un'altra bottiglia di elisir ma non avendo più denaro si arruola tra i soldati di Belcore per avere la paga. Belcore così ottiene di allontanare il suo rivale.

Giannetta sparge la notizia che Nemorino ha ottenuto una grande eredità da uno zio. Questo non lo sanno né l'interessato, né Adina, né Dulcamara: la novità fa sì che le ragazze del paese corteggino Nemorino e questi pensa sia l'effetto dell'elisir. Dulcamara resta perplesso, Adina si ingelosisce.

Dulcamara le racconta di aver venduto a Nemorino l'elisir e lei capisce di essere da lui amata. Nemorino gioisce quando si accorge di una lacrima negli occhi di Adina. Adina riacquista il contratto di arruolamento di Nemorino e glielo consegna, invitandolo a restare nel paese. Nemorino è deluso, vorrebbe una dichiarazione d'amore che non arriva e allora dichiara di volersene andare: solo allora Adina cede e dichiara di amarlo. Belcore conclude che in un altro paese troverà qualche altra ragazza da corteggiare, Dulcamara se ne va trionfante per il successo del suo elisir.


related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu