Comedy

[DVDRip ac3 6ch ITA+sub]Una vita difficile by CR EW[CR Bt]

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -

Torrent info

Name:[DVDRip ac3 6ch ITA+sub]Una vita difficile by CR EW[CR Bt]

Total Size: 1.46 GB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 3

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2017-06-08 05:53:22 (Update Now)

Torrent added: 2009-09-01 00:37:52



VPN For Torrents

Torrent Files List


[DVDRip-ac3_6ch-ITA+sub]Una vita difficile by CR-EW.avi (Size: 1.46 GB) (Files: 3)

 [DVDRip-ac3_6ch-ITA+sub]Una vita difficile by CR-EW.avi

1.46 GB

 [DVDRip-ac3_6ch-ITA+sub]Una vita difficile by CR-EW.idx

106.63 KB

 [DVDRip-ac3_6ch-ITA+sub]Una vita difficile by CR-EW.rar

1.14 MB
 

tracker

leech seeds
 

Torrent description

Maggiori Informazioni su: http://colombo-reloaded.org
More Info at: http://colombo-reloaded.org

Ambiziosa storia di un ventennio cruciale della vita italiana, "Una vita difficile" è la storia di un uomo medio e delle sue esperienze comico-tragiche negli anni tra il '44 e il '61. Silvio Magnozzi è un ex ufficiale di complemento, che prima della guerra ha studiato architettura e durante gli anni della Resistenza è finito a fare il partigiano, con il compito di fare propaganda. Apparentemente ferreo nelle sue convinzioni, Silvio si dimostra invece piuttosto tiepido, preferendo la compagnia della bella Elena al suo reparto. Finita la guerra, Silvio intraprende la professione di giornalista e, poco più che scribacchino in un giornale di sinistra, sogna una carriera militante nel mondo della carta stampata. Ritrovata Elena, deicide di farla giungere a Roma e di sposarla. Silvio tenta la scalata professionale, ma dopo il 25 luglio del '48 finisce in prigione. Dopo un ultimo tentativo di riprendere gli studi, il suo matrimonio fallisce e non gli resta che tentare di trovare un editore per un suo sconclusionato romanzo, cambiato a piacimento da tutti i possibili committenti. Ridotto a segretario di un importante uomo d'affari, senza più un ideale in cui credere, Silvio ha un ultimo moto di indipendenza, getta in una piscina il suo datore di lavoro e si allontana.

Vent’anni di vita del nostro Paese in un film amaro che è fra le migliori prove di Dino Risi. Nessuna celebrazione, poco ottimismo, ancor meno entusiasmo. Tipica commedia all’italiana, Una vita difficile dimostra che, nonostante bozzettismi e facilonerie, il genere può aver valore di documentario e di satira. Sordi è convincente, la Massari ben valorizzata. Retorica e banalità non mancano quando si descrivono gli antagonisti, ma sono impeccabili i risvolti comico-grotteschi e precise le frecciate a personaggi ed ambienti del dopoguerra. Il commendator Bracci (Claudio Gora) è una figura di grande rilievo: una specie di simbolo della corruzione, del malaffare in veste legale, con il suo impero di giornali e la sua prepotenza. L’acredine che percorre la storia come un’implicita e sorda protesta contro il malcostume (Sonego e Risi non risparmiano nulla e sono sempre puntuali) prevale qualche volta sul distacco della satira e sull’acutezza dell’analisi. Sordi è il punto di equilibrio di tutta la vicenda: il suo personaggio, mirabilmente tratteggiato, acquista via via in vigore, incisività, autorità. La lunga sequenza finale, dagli sputi contro le auto sfreccianti sul lungomare di Viareggio al tuffo di Bracci in piscina – per inciso un brano esemplare, come quello della cena dei monarchici – preannuncia il disfacimento dell’Italia.

Alcune sequenze sono tra le più famose della storia del cinema italiano: la cena in una famiglia di monarchici, durante la proclamazione della vittoria referendaria della repubblica, l'esame universitario in cui Magnozzi viene respinto, Magnozzi ubriaco nel night che insegue la moglie e il suo nuovo compagno seguita dalla scena fuori copione in cui Sordi sputa sulle vetture degli automobilisti di passaggio e grida ad un villico «Dimmi, pastore, tu sei felice?» e questi, riportando la cosa alle sue giuste proporzioni, risponde «Ma pussa via, 'mbriaco». Tra i caratteristi spicca Renato Tagliani, allora all'apice del successo come presentatore di successo, che nel film rappresenta se stesso.

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu