Movies - Other

Marco Tullio Giordana Pasolini un delitto italiano 1995 avi

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
Marco Tullio Giordana Pasolini un delitto italiano 1995 avi

Anonymous and Free Direct Download 300GB+


Torrent info

Name:Marco Tullio Giordana Pasolini un delitto italiano 1995 avi

Total Size: 903.74 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 0

Leechers: 0

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 0000-00-00 00:00:00 (Update Now)

Torrent added: 2009-08-28 22:43:40



VPN For Torrents

Torrent Files List


Marco_Tullio_Giordana_Pasolini_un_delitto_italiano_1995.avi (Size: 903.74 MB) (Files: 1)

 Marco_Tullio_Giordana_Pasolini_un_delitto_italiano_1995.avi

903.74 MB
 

Announce URL:

Torrent description

:::->Scheda del film<-:::

Titolo: Pasolini, un delitto italiano
Nazionalità:Italia / Francia
Anno: 1995
Genere: Drammatico, Giallo
Regia: Marco Tullio Giordana
Data di uscita: 03 Settembre 1995
Cast:
Carlo DeFilippi
Nicoletta Braschi
Toni Bertorelli
Andrea Occhipinti
Victor Cavallo

:::->Sul Film<-:::

Diversamente da quanto affermano numerosi critici, "Pasolini, un delitto italiano" non è il contrario di "JFK" di Oliver Stone, ma ne costituisce una buona imitazione. "JFK" a sua volta riprendeva e spingeva al suo parossismo la tecnica di racconto dei film di Costa Gravas.
Il film di Marco Tullio Giordana si inserisce quindi nella tradizione del "thriller politico" di cui "Z, l'orgia del potere" rimane l'archetipo incontrastato. Questo non è affatto un demerito. Al contrario, l'onestà con cui Marco Tullio Giordana riconosce l'esistenza di una tradizione cinematografica di genere, e desideri inserirsi sulla sua scia, per utilizzarne al meglio le tecniche narrative, è il motivo che fa del suo "Pasolini" un film quasi riuscito. Sospettiamo tuttavia che la vera mente creativa si annidi nei cervelli dei due sceneggiatiori, Stefano Rulli e Sandro Petraglia, che consideriamo oggi i migliori sceneggiatori del cinema italiano. Essi garantiscono ad ogni film che scrivono, uno standard di struttura, di ritmo e di emozioni primarie molto elevato, e sanno modificare il loro linguaggio a secondo che si tratti di un film televisivo o di un'opera cinematografica. Affermare che "Pasolini, un delitto italiano" sia televisivo è superficiale e sbagliato: il ritmo che Rulli e Petraglia hanno impresso al film è tipicamente cinematografico; basta paragonarlo alla voluta lentezza "soaperistica" delle loro Piovre per rendersene conto.
L'altro loro merito è la chiarezza. "Pasolini..." è un film che ha come obbiettivo principale di fare chiarezza sulla confusione sospetta dell'indagine che seguì la morte dello scrittore, per aprire la porta ad altre ipotesi sul suo assassinio; e su questo punto, il film coglie nel segno. Riprendendo la tecnica di "JFK", il film si apre sulla versione ufficiale, secondo la quale lo scrittore fu ucciso da un solo uomo per motivi personali; questa versione viene a poco a poco scardinata con la presentazione delle controprove: gli indizi che la sconfessano, la mancanza di una seria indagine poliziesca, i moventi di un possibile delitto politico, che gli autori fanno risalire agli scritti di Pasolini contro il potere e all'epoca storica che il paese attraversava in quel periodo.
E' soprattutto nella ricostruzione epocale che il film è efficace. Ricostruire gli anni settanta ha sempre costituito uno scoglio estetico sul quale si sono infranti numerosi film, non solo italiani. Giordana riesce invece a ricreare l'atmosfera di quegli anni grazie sopratutto alla scelta delle facce, dei costumi, e del modo di parlare dei personaggi. A tal punto che le immagini d'archivio in bianco e nero che vengono spesso inserite nell'azione sembrano la naturale continuità delle scene di ricostituzione.
Purtroppo, come accade sempre nei film italiani contemporanei, il rigore non viene mantenuto fino all'ultimo, e il film cade in alcune trappole che ne compromettono la completa riuscita. Le trappole in questione sono quelle che potremmo definire "il pathos", ovvero l'abuso di strumenti cinematografici per creare senza sforzo un'emozione patetica nello spettatore: il ricorso ripetuto alle note di Morricone quando si accenna alla orrenda morte di Pasolini, la messa in scena della reazione emotiva di coloro che gli stavano vicino, tolgono al film il pudore necessario ad ogni requisitoria efficace. L'intenzione di Giordana di trascendere la dimensione di cronaca del suo film esprimendo il rimpianto per l'enorme perdita subita con la morte del grande intelletuale è legittima e anzi doverosa. E' un peccato quindi che Giordana non abbia studiato con maggiore attenzione i suoi modelli (Gavras, Stone), per cercare di far passare questa emozione senza cadere nella retorica.
Si rimprovera spesso a Oliver Stone di essere manicheo e melodrammatico, ma in "JFK" il lutto per la figura scomparsa è portato con estrema discrezione, l'emozione patetica viene inserita solo in alcuni momenti precisi - i momenti "di riposo" per il pubblico, quando l'accumulazione di informazioni sul complotto diventa insostenibile per lo spettatore e la sua indignazione raggiunge il culmine - per dilagare solo nel "climax", al momento della requisitoria finale.
Quello di cui stiamo parlando è l'arte della manipolazione. Il cinema è manipolazione, manipolazione delle emozioni dello spettatore. Calcolare come e quando bisogna giocare sulla nota patetica per non abusarne, ragionare sull'economia dell'emozione. Questo aspetto diventa ancora più importante quando si usa il cinema per difendere una giusta causa morale e politica. Non è improbabile che Giordana, Rulli e Petraglia, intimiditi dalla figura di Pasolini al punto di sentirsi in colpa per il solo fatto di dedicargli un film "commerciale", non abbiano osato applicare alla gestione delle loro emozioni sul grande uomo quel ragionamento scrupoloso che hanno dimostrato nella ricostruzione giudiziaria della sua morte.


Gianguido Spinelli

:::->Scheda tecnica del DivX<-:::

Dimensione: 903,7
Durata: 01:37

Video Codec: msmpeg4
Video Bitrate: 1301kb/sB]
[B]FPS: 25

Audio Codec: mp3
Audio Bitrate: 127kb/s
Freq Audio: 44100Hz Stereo

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu