Movies - Other

La terra vista dalla luna TvRip Ita TNTVILLAGE SCAMBIOETICO ORG

  • Download 5x Faster
  • Download torrent
  • Direct Download
  • Rate this torrent +  |  -
La terra vista dalla luna TvRip Ita TNTVILLAGE SCAMBIOETICO ORG

Anonymous and free Direct Download 300GB+


Torrent info

Name:La terra vista dalla luna TvRip Ita TNTVILLAGE SCAMBIOETICO ORG

Total Size: 152.94 MB

Magnet: Magnet Link

Seeds: 6

Leechers: 12

Stream: Watch Online @ Movie4u

Last Updated: 2011-01-02 15:18:58 (Update Now)

Torrent added: 2008-07-01 15:38:04



VPN For Torrents

Torrent Files List


Pier Paolo Pasolini - La terra vista dalla luna (Totò) (1966).avi (Size: 152.94 MB) (Files: 1)

 Pier Paolo Pasolini - La terra vista dalla luna (Totò) (1966).avi

152.94 MB
 

Announce URL: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce

Torrent description

La terra vista dalla luna [TvRip-Ita] TNTVILLAGE.SCAMBIOETICO.ORG

TNT Village è ora raggiungibile a questo indirizzo:

http://www.tntvillage.scambioetico.org

:::->Scheda del film<-:::

Terzo episodio del film Le streghe, gli altri episodi sono:
La siciliana di Francesco Rosi; Senso civico di Mauro Bolognini;
La strega bruciata viva di Luchino Visconti;
Una serata come le altre di Vittorio De Sica.

Scritto e diretto da Pier Paolo Pasolini
Aiuto alla regia Sergio Citti
Assistente alla regia Vincenzo Cerami
Fotografia Giuseppe Rotunno
Scenografia Mario Garbuglia, Piero Poletto
Costumi Piero Tosi
Musiche originali Ennio Morricone
Montaggio Nino Baragli
Sculture Pino Zac.

Produzione Dino De Laurentiis Cinematografica, Roma / Les Productions Artistes Associés, Parigi;
Produttore Dino De Laurentiis; pellicola Kodak; formato 35 mm, colore; macchine da presa Arriflex;
Distribuzione Dear Film / United Artists Europa.
Riprese novembre 1966, esterni Roma, Ostia, Fiumicino; durata 31 minuti. No color.

Interpreti e personaggi Totò (Ciancicato Miao);
Ninetto Davoli (Baciù Miao);
Silvana Mangano (Assurdina Caì);
Mario Cipriani (un prete);
Laura Betti (un turista);
Luigi Leoni (la moglie del turista).

:::->Trama<-:::

Nell'ottobre 1966 Dino De Laurentis propone a Pasolini di partecipare con un episodio a un film che sta producendo, Le streghe: gli altri episodi sono affidati ai registi Luchino Visconti, Francesco Rosi, Vittorio De Sica e Mauro Bolognini.
Pasolini, per questa occasione, riprende una storia già scritta e non ancora realizzata, Il buro e la bura. L'epigrafe del film porta la seguente scritta del regista: "Visto dalla luna, questo film che s'intitola appunto La Terra vista dalla Luna non è niente e non è stato fatto da nessuno… ma poiché siamo sulla Terra, sarà bene informare che si tratta di una fiaba scritta e diretta da un certo Pier Pasolo Pasolini".
Nel film sono narrate le avventure donchisciottesche di un padre e un figlio (Ciancicato Miao e Baciù) che, dopo aver pianto la morte della moglie-madre Crisantema, deceduta per avere ingerito funghi avvelenati, partono alla ricerca di una Donna ideale, che possa diventare l'anima femminile della loro baracca, sperduta in una radura piena di altre catapecchie.
I due incontrano dapprima una vedova isterica che li prende a ombrellate, poi una prostituta; a un certo punto pare che, infine, dopo tanto girovagare, abbiano trovato la donna perfetta, ma si accorgono che si tratta solo di un manichino. Disperati, padre e figlio continuano un viaggio senza più alcun senso, finché incontrano una donna bellissima (Assurdina Caì, nel film interpretata da Silvana Mangano) che appare ai due come una vera e propria dea. La donna non risponde ad alcuna domanda e Ciancicato pensa che sia sordomuta. Alla fine, Ciancicato le rivolge una richiesta di matrimonio alla quale Assuntina acconsente.
Tornati tutti nella baracca, in breve, grazie alle "virtù femminili" della donna, tutto si trasforma e in breve la baracca appare come una ordinata e graziosa casetta. Cedendo alla logica consumistica, però, Ciancicato e Baciù architettano un "lavoro" che consentirà loro di farsi una bella casa. Tale lavoro consisterà in questo: Assurdina, dall'alto del Colosseo, minaccerà di suicidarsi se non verrà aiutata a sopravvivere. Padre e figlio, intanto, raccoglieranno quattrini fra coloro che stanno assistendo alla scena. Tutto procederà in questo modo, fino a quando la donna, scivolando su una buccia di banana, precipiterà nel vuoto.
Ancora disperazione per Ciancicato e Baciù che, dopo aver sepolto la donna, tornano alla loro bicocca: in essa ritrovano Assuntina, muta e sorridente, che li aspetta. I due, felicissimi, constatano che Assurdina, anche da morta, può così continuare a svolgere tutte le funzioni che già assolveva, e gioiscono: "È la felicità, è la felicità!" Appare a quel punto la didascalia finale: "Essere morti o essere vivi è la stessa cosa".
"La morale del film", scrive Serafino Murri (Pier Paolo Pasolini, Il Castoro, Milano), "che l'autore ci dice essere tratta dalla filosofia indiana, non è, come parte delle critica militante fu portata a scrivere, 'rinunciataria o nichilistica', poiché non c'è nessun accenno di pessimistico consenso con quella affermazione: semmai, con fin troppa ironia, vi si ritrova un malcelato invito a non accettare la logica imperante, ad essere lunari quel tanto che basta per prendere le distanze dai tentacoli mostruosi del nonsenso sociale e dei suoi schematismi da marionette. La forma fiabesca stigmatizza dunque la falsità della vita, una vita perduta, sepolta in un mare di grotteschi comportamenti e necessità secondarie […]"
Nel gennaio del 1967, scrivendo a Garzanti, in quel momento editore dei suoi libri, Pasolini gli annuncia: "Infine c'è il progetto di un libro molto strano. Si tratta di questo: ho in mente una dozzina di episodi comici, che vorrei girare ancora con Totò e Ninetto [i due interpreti di Uccellacci e uccellini], ma forse non potrò farlo per i troppi impegni. Ora, la sceneggiatura dell'ultimo episodio La terra vista dalla luna, l'ho stesa sotto forma di fumetto a colori (ripescando certe mie rozze qualità di pittore abbandonate). Stando così la cosa, mi piacerebbe, piano piano, di mettere insieme un grosso libro di fumetti – molto colorati e espressionistici – in cui raccogliere tutte queste storie che ho in mente, sia che le giri, sia che non le giri".
In effetti Pasolini non scrisse una vera e propria sceneggiatura dell'episodio La terra vista dalla luna: elaborò le scene del film, girato verso la fine del 1966, disegnandole in forma di fumetti.

da S. Murri, Pier Paolo Pasolini, Il Castoro-l'Unità 1995

Fonte: Pasolini Net


:::->Scheda tecnica del DivX<-:::

Dimensione: 152Mb
Durata: 00:29:50

Video Codec: DivX 5.0
Video Bitrate: 654
Risoluzione: 576x432
FPS (Frames/sec): 25.000
QF (Frame quality): 0.0105

Audio Codec: MP3
Audio Bitrate: 56kb/s total (2 chnls)
Freq Audio: 24000Hz

related torrents

Torrent name

health leech seeds Size
 


comments (0)

Main Menu